QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il corpo di una pornostar italo-olandese è stato fatto a pezzi e gettato nei sacchi della spazzatura

© Shutterstock

Un uomo italiano di 43 anni ha ammesso mercoledì l’omicidio della pornostar italo-olandese Carol Maltesi. Ha tagliato il suo corpo e l’ha scaricato in sacchi della spazzatura su una scogliera. Un escursionista ha scoperto un sacco della spazzatura quando la mano di una donna con le unghie lunghe e lucenti si è incastrata. Lo riferiscono i media italiani.

fontetelegrafo

L’omicidio sembra una storia dell’orrore. Gli agenti hanno trovato le parti del corpo della giovane donna in sacchi neri della spazzatura a Borno, nel nord Italia. All’inizio, i ricercatori non sapevano come identificare il corpo. Le parti del corpo erano ancora intatte poiché si erano sciolte, ma il suo viso era completamente bruciato.

tatuaggio

Alla fine, la polizia è riuscita a stabilire la sua identità in base ai suoi tatuaggi: sette degli undici rimangono intatti. Ad esempio, aveva un “passo dopo passo” sulla caviglia destra, un “amore errante” sulla clavicola e aveva una “V” rovesciata sulla parte interna della coscia e due “V” rovesciate sull’altro lato. Questi tatuaggi erano visibili anche nei suoi film porno.

La pornostar italo-olandese Carol Maltezi era conosciuta nell’industria del sesso come “Charlotte Angie”. Ha iniziato la sua carriera in OnlyFans durante la pandemia ed è stata ripresa da molti ruoli porno internazionali. Ha girato diversi film all’estero. È madre di un bambino di 6 anni e fino al 2021 ha lavorato in una fabbrica di profumi.

Non ha pubblicato nulla sui suoi account sui social da gennaio, ma nessuno ha denunciato la sua scomparsa. I suoi amici pensavano che fosse in un posto strano per le riprese.

strani messaggi

Martedì la polizia ha arrestato l’autore, un banchiere di 43 anni di nome David Fontana. È stato accusato di omicidio premeditato, mutilazione e occultamento del corpo. All’inizio ha negato di avere qualcosa a che fare con la sua scomparsa. Si dice che sia un conoscente maltese.

Tuttavia, la polizia ha presto scoperto delle incongruenze nella sua dichiarazione. A casa sua, gli agenti hanno trovato un grande frigorifero, sacchi della spazzatura simili e prove del DNA che lo collegavano all’omicidio.

Dopo aver mostrato le prove, Fontana ha ammesso di aver ucciso la giovane “per errore” durante una lite a Milano. Dopodiché, non sapeva cosa fare con il corpo e decise di tagliarlo a pezzi. Quindi mettere le parti nel congelatore. Ha scaricato il suo corpo a Borno, “perché conosce bene la zona da giorno”.

Un dettaglio scioccante della sua confessione è che negli ultimi tre mesi ha usato il suo telefono per inviare messaggi a sua madre. Ha anche inviato messaggi “strani” al suo ragazzo. Mancano ancora alcune parti del corpo. La polizia sta indagando se ha danneggiato o mangiato le parti.

READ  Prima pena detentiva per l'assalto al Campidoglio all'estero