QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il ministro della Difesa italiano vede un legame tra il Gruppo Wagner in Africa e l’aumento dei migranti che tentano di raggiungere le coste italiane |  al di fuori

Il ministro della Difesa italiano vede un legame tra il Gruppo Wagner in Africa e l’aumento dei migranti che tentano di raggiungere le coste italiane | al di fuori

Il ministro della Difesa italiano, Guido Crocito, ritiene che esista un legame tra le attività di una compagnia di mercenari russi in Africa, l’ormai noto Wagner Group, e l’attuale aumento del numero di clandestini che cercano di raggiungere le coste italiane.

Quest’anno sono già 20.000 i migranti arrivati ​​sulle coste italiane. Per fare un confronto: nello stesso periodo dell’anno scorso erano 6100. Solo lo scorso fine settimana sono arrivate via mare in Italia più di 1200 persone. Dozzine sono annegate dopo che la loro barca si è capovolta a causa del maltempo. Alla fine del mese scorso, quasi ottanta persone sono morte in un naufragio. La questione dell’immigrazione sta esercitando una forte pressione sul governo italiano di destra. I media italiani riportano una “esplosione” di migranti.

Gruppo Wagner

Il ministro della Difesa italiano Guido Croceto oggi fa riferimento alle attività dell’esercito di Wagner in Africa alla rivolta dei migranti in barca. Dice che la “guerra” del gruppo russo aumenterà il numero dei disertori.

Alcuni migranti sono stati soccorsi al largo della Calabria lo scorso fine settimana. © ANP/EPA

“Penso che ora si possa dire che il massiccio aumento dei flussi migratori provenienti dalle coste africane sia anche, in larga misura, parte di una chiara strategia di guerra ibrida del Gruppo Wagner, sfruttando il suo grande potere in alcuni paesi africani Crocito vede questo come parte della più ampia strategia di rappresaglia di Mosca contro i paesi che sostengono l’Ucraina.

Foto d'archivio: Membri del gruppo Wagner in Africa centrale.  Archivia la foto.
Foto d’archivio: Membri del gruppo Wagner in Africa centrale. Archivia la foto. © Informnapalm

Anche il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani ha recentemente commentato qualcosa di simile all’agenzia di stampa ANSA. Ha definito “allarmante” il fatto che molti dei migranti provengano da “aree controllate dal gruppo Wagner”.

READ  L'audit intermedio di Bpost sulla sua concessione di distribuzione di giornali non è stato presentato al Parlamento Locale

crimini

L’Africa comprende 54 paesi ed è stata duramente colpita, tra l’altro, dagli alti costi dell’energia e del cibo. I mercenari russi del Gruppo Wagner sono attivi in ​​almeno quattro paesi: Repubblica Centrafricana, Libia, Mali e Mozambico. Spesso hanno un impatto locale significativo. La ricerca della CNN ha collegato Wagner e le sue entità correlate al lucroso commercio di diamanti in Africa centrale, tra le altre cose.

Aspetto. Ha spiegato in 90 secondi: chi sono i mercenari russi di Wagner?

I mercenari sono anche accusati di numerose violazioni dei diritti umani e crimini in vari paesi africani. Questi includono esecuzioni di massa, saccheggi e stupri.

Il capo Wagner risponde

In un messaggio audio pieno di imprecazioni sul suo canale Telegram, il capo della Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha risposto alla dichiarazione di Crosetto: “Non abbiamo idea di cosa stia succedendo con la crisi dei migranti, non ne siamo coinvolti”, ha detto. Poi ha usato un’altra serie di insulti per descrivere il ministro italiano e invitarlo a volgere lo sguardo al suo Paese.

Fiori e una croce per ricordare gli immigrati defunti nel dramma finale della barca al largo delle coste italiane.  Altri due corpi sono stati portati a riva questo fine settimana, due settimane dopo l'affondamento della nave.
Fiori e una croce per ricordare gli immigrati defunti nel dramma finale della barca al largo delle coste italiane. Altri due corpi sono stati portati a riva questo fine settimana, due settimane dopo l’affondamento della nave. © Afp