QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il primo ministro britannico Johnson si scusa per le violenze in Irlanda del Nord del 1971 | all’estero

Quasi 50 anni dopo che dieci persone sono state uccise a Palemurphy, nel conflitto dell’Irlanda del Nord, il primo ministro britannico Boris Johnson si è scusato per gli eventi mercoledì a nome del governo britannico. Lo ha fatto in una conversazione telefonica con i leader dell’Irlanda del Nord. Il primo ministro britannico Johnson ha affermato che il governo britannico è impegnato nella riconciliazione e nel progresso nel processo di pace in Irlanda del Nord. Ciò è evidente da una dichiarazione di Downing Street.




Indagini giudiziarie, È stato pubblicato martedì, Ha rilevato che almeno nove civili su dieci sono stati uccisi dal fuoco dei soldati britannici durante un’operazione militare nel 1971. Si tratta di cinque incidenti verificatisi dal 9 all’11 agosto a Palemurphy, una regione cattolica nella parte occidentale di Belfast: gli eventi sono datati come il “massacro di Paleomorfo”. O il massacro di Palemurphy. Secondo il giudice capo Siobhan Keegan, tutti i morti erano innocenti ei soldati hanno usato una violenza sproporzionata.

Un’indagine preliminare sugli eventi del 1972 non ha prodotto una conclusione chiara. Il caso è stato riaperto nel 2018. Non ci sono ancora conseguenze penali. Non è stato possibile determinare il responsabile. La gestione dei sospetti crimini da parte dell’esercito britannico è una questione delicata nel processo di pace in Irlanda del Nord.

Domenica di sangue

La cosiddetta “Bloody Sunday” ha lasciato ferite profonde ai cattolici dell’Irlanda del Nord. Il 30 gennaio 1972, i paracadutisti britannici uccisero 13 manifestanti cattolici disarmati a Derry / Londonderry, e un altro manifestante morì in seguito a causa delle sue ferite. Solo un soldato è stato accusato.
Il conflitto nell’Irlanda del Nord, che è passato alla storia in nome dei disordini, è continuato dal 1968 fino all’accordo di pace del Venerdì Santo nel 1998. I disordini si sono verificati principalmente da sostenitori protestanti dell’unione con la Gran Bretagna contro i sostenitori prevalentemente cattolici dell’Unione del lunedì. Irlanda. Anche la polizia e l’esercito britannici furono coinvolti nel conflitto. In totale, sono state uccise circa 3.500 persone.

READ  La crescita della popolazione cinese rallenta al livello più basso dagli anni '70 | all'estero