QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Wattage Cycling Club prende il cambio bici più seriamente di Van Vliet: “Ha una forte influenza sul risultato” |  Club di biciclette elettriche Watt

Il Wattage Cycling Club prende il cambio bici più seriamente di Van Vliet: “Ha una forte influenza sul risultato” | Club di biciclette elettriche Watt

L’Amstel Gold Race continua ad avere un sapore aspro. È stato lì che l’auto del direttore di gara Leo van Fleet è stata la guida perfetta per Tadezh Pogacar per un chilometro. “Ma è successo qualcosa di più punitivo”, a quanto pare il Wielerclub Wattage.

L’omicidio è già stato gridato per aver manovrato il direttore del corso Leo van Fleet nella corsa all’Amstel Gold.

Alla fine la sua macchina da corsa è stata a volte molto vicina a Tadezh Pogacar. Ciò avrebbe risparmiato allo sloveno dai 10 ai 20 secondi di tempo, secondo i calcoli del professore di aerodinamica Bert Bloken.

Quella fase ha anche prodotto molte sopracciglia al Wattage Cycling Club.

“È finita all’Amstel”, dice Tom Bonin. “Ma finché auto e moto saranno ammesse in gara, ci saranno sempre momenti in cui un pilota potrà trarne vantaggio”.

“Incidenti come questo sono quindi tipici delle corse. Anche se non hanno influito sul risultato dell’Amstel”.

“Anche se Healy fosse tornato a Pogacar, penso che Tadej ne sarebbe uscito vincitore”, Boonen sembra pienamente convinto.

Il fatto della gara, secondo i nostri ospiti, ha influito sul risultato, ovvero il cambio fulmineo della moto di Pogacar a 39 chilometri dal traguardo.

Anche allora, lo sloveno aveva guidato per chilometri con un fattore al minimo. Ai piedi del Kruisberg, Pogacar ha ricevuto due ruote nuove e nel giro di un minuto è tornato nel gruppo di testa. Impressionante, ma…

“La macchina del team UAE correva dietro al gruppo di testa in quel momento, quando ciò non è assolutamente consentito”, osserva Dirk de Wolf.

READ  "Vedremo solo se Martinez è seriamente intenzionato a rinnovare dopo la selezione per la Coppa del Mondo" | piattaforma

I regolamenti UCI stabiliscono che un’auto della squadra può guidare dietro al gruppo di testa solo se il vantaggio è abbastanza grande. E il commissario dell’Uci deve poi dare il via libera.

“Ma in quel momento il vantaggio era di 20-25 secondi”, afferma DeWolf. Quindi il buco non era abbastanza grande.

“Solo perché è stato Tadezh Pogacar a permettere alla macchina di continuare. Non sarebbe successo con un pilota meno competente”.

Mentre l’auto del team si trascinava dietro al gruppo, Pogacar ha dovuto affrontare una gara senza precedenti per recuperare.

Jean Bakelantis prende molto sul serio questo incidente. “Ha notevolmente influenzato il risultato”.

“Perché se Pogacar deve aspettare l’auto del team che effettivamente guiderà dietro al gruppo, allora Pogacar deve iniziare una gara senza precedenti per recuperare”.

“Avrebbe funzionato, perché qui stiamo parlando di Pogacar.”

Ma secondo Baclantis, questo potrebbe anche aver portato a uno scenario diverso. “Molti piloti che sono fuori dalle corse hanno avuto la possibilità di tornare a correre”.

Ascolta l’episodio Wielerclub Wattage

Oppure guarda l’episodio su VRT MAX

Il club ciclistico Wattage scambia De Hoorn con Café Benvenuti nell’ultimo rettilineo per Liegi-Bastogne-Liegi. Il conduttore Ruben Van Gucht trae nuove intuizioni da Tom Boonen, Jan Bakelants e Dirk De Wolf (Evenepoel avrebbe dovuto battere meglio Walloon Arrow, Amstel Gold Race è stata truccata ma non da Van Vliet e Greg Van Avermaet dovrebbe finire in Beauty) e storie impressionanti (Tom’s medaglione, il viaggio di calcio di Dirk e la melassa di aragosta di Jean).

65 minuti