QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Informatore di Facebook: 1 adolescente su 3 afferma che Instagram peggiora i problemi del corpo | All’estero

Facebook ha trattenuto la propria ricerca che indica gli effetti negativi di Instagram sulle ragazze adolescenti. Questa è l’affermazione del whistleblower che comparirà davanti al Senato degli Stati Uniti martedì.


Mark van Asen, Gwen Vanden Broek


Ultimo aggiornamento:
14:57


Fonte:
anno Domini




Il caso è venuto alla luce a metà settembre, quando il Wall Street Journal ha pubblicato un’indagine interna su Facebook. Si trattava dell’affiliato Instagram, una piattaforma in cui le persone possono condividere foto e video. Conclusione dello studio: le ragazze adolescenti in particolare affermano che l’uso di app è dannoso per la loro immagine di sé.

Ad esempio, 1 adolescente su 3 (compresi i ragazzi) riferisce che Instagram ha esacerbato i propri problemi con il proprio corpo. Inoltre, gli adolescenti che hanno pensieri suicidi li incolperanno per l’utilizzo di Instagram. Negli Stati Uniti rappresenta il 6% di questi utenti e in Gran Bretagna il 13%.

Tuttavia, l’inchiesta non è stata annunciata. Un informatore ha fatto trapelare i documenti, che alla fine hanno portato alla comparsa di Facebook davanti a una commissione del Senato degli Stati Uniti giovedì scorso. La donna sta scrivendo la sua storia stasera 60 minuti Dalla CBS, il programma di attualità più seguito d’America. Martedì comparirà anche davanti a una commissione del Senato.

Anche nel nostro Paese un giovane su 3 si dice non contento, secondo un sondaggio di Red Nose Day:

tante critiche

All’udienza della scorsa settimana, il capo della sicurezza di Facebook, Antigone Davis, è stato preso di mira. I senatori hanno accusato l’azienda di conoscere il danno psicologico ed emotivo che Instagram sta causando da anni. “Essi trattengono la loro ricerca sulla dipendenza e sugli effetti tossici dei loro prodotti”, ha detto il senatore democratico Richard Blumenthal. Ho cercato di nascondere questa conoscenza al pubblico e ai rappresentanti del popolo. Ha dato la priorità alla crescita rispetto al benessere dei bambini, scegliendo l’avidità piuttosto che prevenire la sofferenza dei bambini”.

READ  Il nuovo CEO Oxurion lascia il segno con i licenziamenti

Davis, che viene regolarmente interrotta nel suo discorso secondo il New York Times, ha risposto che ci sono anche ricerche che mostrano che gli adolescenti hanno esperienze positive con Instagram. Inoltre, Facebook ha fatto tutto il possibile per limitare i danni agli utenti più giovani, ha affermato.

‘vergognoso’

Ciò che non ha aiutato esattamente è che il giorno prima dell’udienza, Facebook ha pubblicato una lettera che ha chiuso la propria indagine. I dati saranno limitati e ambigui. Ciò ha immediatamente suscitato critiche da parte dei senatori. Hanno trovato questa risposta limitata, poiché riguarda solo una piccola parte della ricerca totale. “La società fornisce solo le informazioni che fanno al caso suo”, ha affermato il senatore repubblicano Ted Cruz.

Anche Facebook stesso ha criticato la risposta dell’azienda. “Questo è vergognoso”, ha detto uno dei ricercatori ai media statunitensi. Un altro pensava che lo studio fosse una presa in giro.

La conseguenza diretta di questa faccenda è che Facebook ha sospeso lo sviluppo di Instagram Kids. Questa piattaforma è destinata a bambini di età compresa tra 10 e 12 anni. È vietato l’uso regolare di Instagram da parte di bambini di età inferiore ai 13 anni.