QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Francia sta investendo molto in materiali contro l’immigrazione clandestina attraverso il canale e smantellando la rete dei trafficanti di persone | All’estero

La Francia sta investendo molto in attrezzature per combattere l’immigrazione illegale attraverso la Manica, dal nord della Francia alla Gran Bretagna. Sempre sulla Manica, nello stretto tra il Regno Unito e la Francia, è stato catturato un gruppo di quindici contrabbandieri provenienti da diversi paesi. E l’agenzia di stampa francese ha citato fonti della polizia secondo cui i sospetti avevano cercato di far entrare centinaia di migranti in Gran Bretagna.




La Francia ha ordinato più di 100 veicoli e imbarcazioni fuoristrada come parte di un’operazione congiunta con la Gran Bretagna per migliorare il controllo su un tratto di costa di 130 chilometri. Lo ha annunciato il ministero dell’Interno francese a Parigi. I primi venti veicoli sono già arrivati ​​e la polizia riceverà il resto l’anno prossimo. Il valore dell’acquisto è di 11 milioni di euro. Questi includono veicoli a trazione integrale dotati di una speciale tecnologia di monitoraggio, nonché proiettori, occhiali per la visione notturna e telecamere termiche.

Più di 25.700 migranti hanno attraversato illegalmente il canale quest’anno, secondo la British News Agency, che si basa sui dati del Ministero degli Interni britannico. Solo sabato c’erano 886 persone. Il numero di persone che hanno effettivamente attraversato illegalmente nel 2021 è triplicato rispetto allo scorso anno, quando erano 8.417.

Il governo britannico ha ripetutamente criticato la Francia per non aver fatto abbastanza contro gli attraversamenti illegali. Parigi respinge questa critica. I due paesi hanno raggiunto un accordo chiave a luglio per far fronte al crescente numero di migranti che viaggiano illegalmente in Gran Bretagna via mare. Londra ha poi promesso 62,7 milioni di euro per sostenere le autorità francesi.

READ  I russi piangono i bambini morti e l'eroico insegnante dopo una sparatoria a scuola e altre 23 vittime in ospedale fuori dal paese

La rete è stata smantellata

Nel canale è stato arrestato anche un gruppo di 15 contrabbandieri provenienti da diversi paesi. La rete, composta da curdi iracheni, rumeni, pakistani e vietnamiti, ha cercato immigrati nei campi dei Grandi Santi (Francia settentrionale) e li ha portati in Gran Bretagna via mare. Queste barche sono state portate sulla costa francese dalla Cina, attraverso la Turchia e poi la Germania.

Secondo il sondaggio, iniziato nell’ottobre 2020, la rete trasporta “almeno 250 persone al mese” in Gran Bretagna. Hanno usato quattro barche del tipo “torri”, in cui potevano essere trasportate circa 60 persone.

Tutte queste persone hanno pagato il “prezzo del pacchetto” di 6000 euro per arrivare in Gran Bretagna. In questo modo i contrabbandieri hanno guadagnato circa 3 milioni di euro. L’ufficio del pubblico ministero di Dunkerque deve ancora commentare la notizia.