QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La regina Zulu nomina suo figlio successore nel testamento: come le voci di avvelenamento e intrighi all’interno della famiglia portano a un dramma invisibile all’estero

La nomina di un nuovo re Zulu porta a scene inedite in Sud Africa. Dopo che il vecchio re e la regina morirono in soli due mesi, una battaglia infuriò all’interno della famiglia reale per la successione. La regina ha nominato suo figlio come nuovo re nel suo testamento, ma non tutti i membri della famiglia erano d’accordo. Ciò è diventato evidente quando il testamento è stato letto in diretta TV la scorsa notte.




Il re Zulu Goodwill Zwelithini (72) è morto a marzo. È morto per complicazioni dovute al diabete. Rimase seduto sul trono per quasi cinquant’anni, rendendolo il re più alto d’Africa. La sua moglie più importante, la regina Mantevombe Diamini Zulu, è stata nominata reggente e rimarrà tale fino a quando non nominerà il successore di suo marito. Ma è morta improvvisamente la scorsa settimana, all’età di 65 anni.

La causa della morte non è ancora chiara, ma si vocifera che sia stata avvelenata. Si dice che la regina sia stata ricoverata in ospedale una settimana prima della sua morte perché soffriva di una condizione non specificata. Il primo ministro ha negato con forza queste voci. Secondo lui, la regina è malata da circa due anni ei parenti sospettano solo intenti dolosi.

influente

Nel suo testamento, il reggente ha nominato suo figlio Misuzulu Zulu Sinqobile kaZwelithini (46 anni) come nuovo re. È anche il figlio maggiore sopravvissuto del re precedente. Sebbene sia un posto cerimoniale, la posizione è toccante. Ci sono 12,5 milioni di Zulu in Sud Africa, che rappresentano circa un quinto della popolazione. Anche l’ex presidente Jacob Zuma appartiene al gruppo demografico che vive principalmente nella provincia orientale del KwaZulu-Natal.

READ  Disordini in Medio Oriente: oltre 2.000 razzi lanciati da ...

Misuzulu Zulu (secondo da destra, camicia nera) è stato scelto da sua madre come nuovo re Zulu. © Agence France-Presse

Quando il testamento della regina fu letto in diretta in televisione, nel salone del palazzo scoppiò un trambusto. Uno degli altri principi della stretta famiglia si oppose. D’altra parte, la sorella dell’ex re pensava che fosse troppo presto per nominare un successore. Anche le forze di sicurezza hanno dovuto trasportare il principe Misuzulu al sicuro davanti alle telecamere.

La buona volontà Zwelithini aveva sei mogli. Mantfombi Diamini-Zulu era la sua terza moglie, ma era la più importante perché anche lei era di nobile discendenza. Hanno avuto otto figli insieme. Si dice che il loro figlio Misuzulu non sia sposato e abbia un solo figlio.

Le sei mogli del defunto re Goodwill Zwelithini (seconda da sinistra): Sibongile Dlamini, Buhle Mathe, Mantfombi Dlamini, Thandekile Ndlovu, Nompumelelo Mamchiza e Zola Mafu nel 2013.

Le sei mogli del defunto re Goodwill Zwelithini (seconda da sinistra): Sibongile Dlamini, Buhle Mathe, Mantfombi Dlamini, Thandekile Ndlovu, Nompumelelo Mamchiza e Zola Mafu nel 2013. © Agence France-Presse

La prima moglie di Goodwill Zwelithini – Sibongile Dlamini, che è anche l’unica moglie legalmente riconosciuta in Sud Africa – ha intentato una causa la scorsa settimana con le sue due figlie. Crede che il matrimonio legale dovrebbe avere la precedenza sul matrimonio cerimoniale e afferma che la firma del testamento del re defunto non è corretta. Secondo lei, il testamento che la regina Mantvombe Diamini Zulu ha stabilito come reggente deve essere dichiarato nullo.

Crede inoltre che un successore non dovrebbe essere nominato fino a quando il caso non sarà deciso dal tribunale. Anche altri membri della famiglia rivendicano il trono e si dice che abbiano tenuto riunioni segrete alle spalle del reggente.