QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un missile cinese si è schiantato sull’Oceano Indiano

La maggior parte del missile cinese che è tornato nell’atmosfera domenica si è schiantato sull’Oceano Indiano. Lo ha annunciato l’agenzia spaziale cinese CMSEO, dopo molte speculazioni su dove potrebbe cadere l’oggetto da 18 tonnellate.

“Secondo il nostro monitoraggio e analisi, il primo stadio del lanciatore Long March 5B è tornato nell’atmosfera alle 10:24 (04:24 in Belgio)”, ha detto il CMSEO in un comunicato stampa, “CMSEO elenca anche le coordinate di un punto nell’Oceano Indiano vicino alle Maldive, aggiungendo che la maggior parte di essi viene smontata e distrutta al ritorno.

Leggi anche. Il missile cinese scomparso si schianterà presto al suolo, ma quando e dove? nessuno sa (+)

Molti esperti hanno previsto che i detriti sarebbero finiti in mare, perché il pianeta è composto per il 70% da acqua. Tuttavia, c’erano preoccupazioni per potenziali danni e perdite. Le autorità spaziali statunitensi ed europee hanno monitorato da vicino la situazione, cercando di determinare quando e dove potrebbe ricadere.

Nel 2020, i detriti di un altro missile Long March si sono schiantati contro i villaggi della Costa d’Avorio, provocando danni (ma nessun ferito).

Il missile nello spazio aereo sopra l’Arabia Saudita:

Sopra l’Oman:

READ  La Cina dà all'Occidente la sua "torta di pasta" con una nuova legge anti-sanzioni