QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La società accetta un’offerta di 41 miliardi di euro da Elon Musk

Come si è arrivati ​​a questo?

All’inizio di questo mese, è emerso che Musk aveva acquistato Twitter. Poi, la palla ha cominciato a girare rapidamente: appena dieci giorni dopo aver appreso che il CEO di Tesla era il maggiore azionista, ha fatto un’offerta per la piattaforma.

La società internet ha reagito negativamente attivando la cosiddetta “pillola tossica”. Ciò ha consentito agli azionisti esistenti di acquistare azioni aggiuntive con uno sconto. Il piano, approvato all’unanimità dal consiglio di amministrazione, ha consentito al consiglio di amministrazione di approvare un’offerta pubblica di acquisto.

Giovedì, Musk ha affermato di essersi assicurato un finanziamento di 46,5 miliardi di dollari, dopodiché i media statunitensi hanno riferito che Twitter ha visto lo spettacolo con meno scetticismo. Meno di due settimane dopo la sua prima, Mask ha messo le mani su Twitter.

Perché l’acquisizione è avvenuta nonostante l’opposizione?

Musk ha precedentemente indicato di dubitare anche del successo della sua offerta pubblica di acquisto, ma negli ultimi giorni ha tenuto incontri con gli azionisti di Twitter per raccogliere supporto per la sua offerta. Diversi azionisti si sono rivolti a Twitter dopo che Musk ha rivelato i suoi piani di acquisizione la scorsa settimana, sottolineando che la società non dovrebbe perdere l’occasione. Alla fine, Musk è stato in grado di ottenere l’approvazione unanime del consiglio di amministrazione di Twitter.

Perché Musk ha messo gli occhi su Twitter?

Il boss di Tesla vede Twitter come una piazza cittadina, dove il libero scambio di idee dovrebbe essere fondamentale. Ha detto in un tweet questo mese che vede limitare questo come minare la democrazia.

Musk, ad esempio, ritiene che Twitter dovrebbe annullare il divieto dell’ex presidente Donald Trump. Per quanto riguarda le persone, le persone potrebbero essere temporaneamente bandite dalla piattaforma, ma non per sempre, come è successo a Trump e al teorico della cospirazione Alex Jones.

Musk vuole che tutto venga detto su Twitter finché rimane legale. Questo è complicato, poiché ogni paese ha le proprie restrizioni legali alla libertà di espressione, ma in linea con l’opinione di Musk secondo cui il ruolo del governo è il più piccolo possibile e che i cittadini godano di quanta più libertà possibile.

Cosa significa questo per il futuro di Twitter?

Musk vuole che Twitter faccia più soldi in primo luogo. Il numero di utenti del servizio è in ritardo rispetto ai concorrenti: Facebook ha tre miliardi di utenti, Instagram circa un miliardo e mezzo, TikTok circa un miliardo e Twitter rimane a 436 milioni.

Secondo Musk, che ha 82,6 milioni di follower, Twitter ha bisogno di una revisione per “sbloccare” il “potenziale” della rete. Ma quali siano esattamente i suoi piani non è ancora chiaro. Musk ha accennato a un pulsante di modifica, con il quale i tweet inviati potrebbero quindi essere modificati, e ha scherzato sul fatto che voleva trasformare la sede di Twitter di San Francisco in un rifugio per senzatetto.

Musk ha anche accennato al fatto che vuole creare l’algoritmo che determina quali tweet sono contrassegnati e trasparenti. I tecnologi nutrono seri dubbi sulla fattibilità tecnica dell’algoritmo “open source”, ma per Musk si adatta all’apertura che vede come un prerequisito per un dibattito aperto e alla sua visione come l’assoluto della libertà di parola.

READ  Primo al mondo per il Belgio: tutti coloro che approdano nei nostri porti riceveranno...