QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La tariffa energetica sociale cederà il posto al premio energetico?  “Il processo di personalizzazione è più efficiente” |  La mia guida

La tariffa energetica sociale cederà il posto al premio energetico? “Il processo di personalizzazione è più efficiente” | La mia guida

Energia minerariaPiù di 400.000 famiglie belghe hanno attualmente diritto a una tariffa energetica sociale. Per l’elettricità e il gas naturale pagano un prezzo vantaggioso, inferiore di diverse centinaia di euro rispetto alle tariffe commerciali. Tuttavia, secondo l’Associazione dei fornitori di energia, la tariffa sociale presenta gravi inconvenienti. Si richiede un assegno sociale per sostituire il sistema attuale. Mijnenergie.be Approfondisci l’argomento.


Scritto da Kurt Deman, in collaborazione con Mijnenergie



fonte:
Mijnenergie.be

Qual è la tariffa energetica sociale?

Questa tariffa è una tariffa energetica più bassa per aiutare le persone o le famiglie con un reddito basso o con esigenze specifiche a pagare la bolletta energetica. A fine 2020 – prima dell’introduzione dell’ampliamento temporaneo e ormai in scadenza del numero degli aventi diritto – la tariffa sociale si applicava a 322.248 contratti gas naturale e 522.152 contratti energia elettrica. Si tratta sempre di più del 10% dei contratti.

Vuoi conoscere a colpo d’occhio i prezzi attuali dell’energia? Puoi trovarlo qui per ogni comune e città fiamminga.

Quanto sei utile oggi?

Le famiglie a tariffa sociale pagano attualmente 883,16 euro all’anno con un consumo medio di gas naturale di 17.000 kWh. Il prezzo commerciale più economico è di 1.318,34 €. Per l’energia elettrica gli aventi diritto pagheranno 842,51 euro tramite la tariffa sociale con un consumo medio di 3.500 kWh, contro 1.064,15 euro della tariffa commerciale più bassa. La tariffa sociale è quindi inferiore rispettivamente di 435,18 euro e 221,64 euro rispetto alla tariffa più economica per gli non aventi diritto.

READ  Più nuove case che famiglie nel nostro paese: i prezzi delle case stanno aumentando più moderatamente

Perché i fornitori di energia vogliono il cambiamento?

L’associazione dei fornitori di energia FEBEG sottolinea che l’attuale tariffa sociale ha effettivamente svolto un ruolo protettivo indispensabile durante la crisi energetica per assorbire lo shock dei prezzi. “La tariffa sociale presenta però anche gravi lacune”, afferma il portavoce Stefan Bocke. “La crisi energetica ha messo in luce molti punti dolenti”.

Per il consumatore il sistema si è rivelato complesso e la personalizzazione non è stata sempre automatica. Anche la discriminazione basata sul reddito e sulla composizione familiare talvolta è andata storta. Il tasso sociale comporta costi più elevati per produttori e fornitori. “Inoltre, i fornitori di energia devono finanziare in anticipo la tariffa sociale e solo in seguito recuperare dal governo il beneficio di cui ha goduto il cliente. Inoltre, la tariffa sociale presentava anche diverse sfide al governo.

Nuovo anno, nuove regole: Cosa cambierà in termini energetici dal 1° gennaio?

Che aspetto ha l’alternativa?

FEBEG chiede un premio energetico o un buono energetico in sostituzione della tariffa sociale. Il governo sceglie i gruppi target che hanno diritto a ricevere il premio assicurativo. Un simile esame, secondo il modello francese, sarebbe utile non solo per pagare la bolletta energetica, ma anche per investire in interventi volti al risparmio energetico.

Quali sono i vantaggi?

Secondo l’associazione di settore, il pacchetto energetico di base concesso dalla Confederazione lo scorso inverno dimostra la semplicità del premio energetico. “Ciò facilita la differenziazione in base ai gruppi target e al reddito. Il processo di assegnazione è più efficiente e la gestione del budget è più semplice, poiché l’importo del premio è noto in anticipo. Inoltre, il premio energetico stimolerebbe il futuro applicazioni orientate alle energie rinnovabili”.

READ  L'hash rate del bitcoin scende drasticamente anche durante il mercato ribassista e il consumo

Consigli di lettura: La crisi energetica è ufficialmente finita?

Il premio energetico arriverà comunque?

Il bonus energetico fa parte della nota sulle elezioni 2024 pubblicata da FEBEG. È uno dei desideri che il sindacato di settore trasmette ai decisori politici e quindi non è ancora scolpito nella pietra.

Non hai diritto alla tariffa energetica sociale? Tuttavia, puoi comunque ridurre la bolletta dell’elettricità e del gas facendo sufficienti confronti.


Maggiori informazioni su Mijnenergie.be:

Annunciati i prezzi della rete distributiva per il 2024: potete contare su questi aumenti

Possibilità di bolletta energetica mensile dal 1° gennaio con tutti i fornitori: quale sarà l’impatto?

I fornitori di energia chiedono l’indennità di fine rapporto: questi sono i pro e i contro

Questo articolo è stato offerto dal nostro partner Mijnenergie.be.
Mijnenergie.be è un sito indipendente di confronto dei prezzi dell’energia per le offerte di elettricità e gas.