QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’app dimezza il rischio di morte dopo un intervento chirurgico al pancreas

Il monitoraggio con l’app funziona bene. Il rischio di problemi dopo l’intervento chirurgico al pancreas è significativamente ridotto e le possibilità di sopravvivenza sono notevolmente aumentate. Importante, perché la rimozione chirurgica del pancreas è una procedura complessa. Le persone con cancro al pancreas in particolare si sottopongono a questa procedura per rimuovere il tumore nel modo più efficace possibile. La ricerca è stata condotta finanziariamente da KWF Kankerbestrijding e Salary Alexandre Suerman dell’UMC Utrecht. DPCG riceve finanziamenti dal Piano del cancro al pancreas Delta.

Migliaia di interventi chirurgici al pancreas ogni anno

Ogni anno, i chirurghi olandesi eseguono circa mille operazioni pancreatiche distribuite su sedici ospedali che hanno partecipato allo studio. Questo viene fatto nell’ambito della partnership del gruppo olandese sul cancro al pancreas (DPCG). Dopo l’intervento chirurgico, un terzo dovrà affrontare complicazioni come la fuoriuscita di liquidi dal sito chirurgico. È una complicanza che può portare a intossicazione del sangue, emorragie interne e persino morte prematura. Ciò è significativo in un gruppo di pazienti il ​​cui tasso di sopravvivenza finale, in particolare per il gruppo con cancro del pancreas, rimane attualmente basso. Quindi le ricerche vengono eseguite in molti luoghi, ad esempio in Amsterdam UMC, alle innovazioni nel processo stesso, come qui, nell’aftercare.

Intervento più rapido in caso di complicanze dopo chirurgia pancreatica

“Se si verificano problemi dopo l’operazione, vogliamo essere in grado di intervenire il più rapidamente possibile. Possiamo farlo identificando e trattando le complicazioni in anticipo”, ha affermato Hjalmar van Santvoort, il ricercatore capo di questo studio per conto del cancro al pancreas olandese Professore presso l’UMC Utrecht e chirurgo del pancreas presso il Regional Academic Cancer Center di Utrecht) e lavora presso Ospedale Sant’Antonio Utrecht/Neugen e all’UMC Utrecht. Fino ad ora, i medici di solito iniziavano a curare le complicazioni solo se avessero effettivamente causato la malattia di un paziente. Utilizzando l’app di monitoraggio, è stato verificato se ciò non potesse essere fatto meglio in una fase iniziale.

READ  I pazienti della Corona indiana sono stati consumati dal micidiale fungo nero

Inserimento continuo di valori nell’applicazione

Nell’app, gli operatori sanitari inseriscono valori come frequenza cardiaca, pressione sanguigna, drenaggio dei liquidi dall’area operatoria e conteggio dei globuli bianchi. Sulla base dei valori inseriti, l’operatore sanitario riceve consigli per ulteriori esami o trattamenti. Ad esempio, l’applicazione indica se sono necessari antibiotici, se il medico deve ordinare un’ulteriore TAC dell’addome, quando è possibile rimuovere i drenaggi e quando sono necessari ulteriori drenaggi. L’algoritmo applicativo è stato creato sulla base di diversi studi scientifici internazionali condotti appositamente a questo scopo dal team di ricerca.

L’app ha un effetto sorprendentemente positivo

Lo studio è durato quasi due anni con più di 1.700 pazienti. Senza utilizzare l’app, il 14% dei pazienti ha avuto complicazioni potenzialmente letali come emorragie e insufficienza d’organo che hanno richiesto il ricovero in terapia intensiva. Con l’app, era solo l’8 percento. La possibilità di morte dopo questa complessa procedura senza utilizzare l’applicazione era del 5%. Con l’app, questo è stato ridotto al 2,7%. Jasmine Smits, medico ricercatore: “Ci aspettavamo che questo modus operandi avrebbe avuto un effetto sulle complicanze, ma l’effetto sulla mortalità sarebbe stato molto significativo. La ricerca ha dimostrato che l’identificazione precoce delle potenziali complicanze, in modo da poter agire su di esse, riduce il rischio di morte a metà”.

Suggerimento DPCG: utilizzare l’app dopo un intervento chirurgico al pancreas

A seguito di questo studio di successo, DPCG raccomanda di utilizzare l’app nella cura del paziente dopo un intervento chirurgico al pancreas. L’app Chirurgia del pancreas è disponibile gratuitamente per tutti gli operatori sanitari sugli app store di Apple e Android. Con i dati clinici che diventano disponibili nella pratica quotidiana, il team di ricerca vuole migliorare ulteriormente l’applicazione. I ricercatori vedono anche opportunità per adattare l’algoritmo in modo tale che l’applicazione sia adatta anche per altre procedure complesse che presentano un alto rischio di complicanze, come operazioni al retto, all’esofago e al fegato.