QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Le Americhe hanno bisogno di più dosi del vaccino COVID-19 a un ritmo più veloce” – Suriname Herald

A partire dal 1 ° marzo, 28 paesi delle Americhe hanno accolto con favore l’arrivo di circa 3 milioni di dosi di vaccini COVID-19 attraverso il meccanismo COVAX, ma il direttore del PAHO Carissa Etienne afferma che le scorte sono ancora molto al di sotto della copertura necessaria per proteggere i gruppi vulnerabili. Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione Panamericana della Sanità, 49 paesi e territori nelle Americhe hanno introdotto i vaccini COVID-19 e hanno erogato più di 210 milioni di dosi.

Comprende 210 milioni di forniture e vaccini COVAX, acquistati tramite accordi bilaterali che i paesi hanno firmato separatamente con le aziende farmaceutiche. L’obiettivo di COVAX per le Americhe è fornire abbastanza vaccini per coprire quasi 100 milioni di persone entro la fine del 2021, con tutti i paesi che ricevono abbastanza vaccini per vaccinare circa il 20% della loro popolazione.

In una recente conferenza stampa, Etienne ha osservato che “A causa delle restrizioni globali sulla produzione di vaccini, è difficile per la nostra regione accedere ai vaccini di cui abbiamo bisogno per vaccinare la nostra popolazione. La produzione di vaccini COVID19 approvati a livello globale deve aumentare perché nessuno di noi lo sarà al sicuro finché non saremo tutti al sicuro. “

Ha aggiunto: “L’attuale progresso è ancora lontano dal raggiungere la copertura necessaria per proteggere i gruppi più vulnerabili, circa il 20 per cento della popolazione, per ridurre gli alti tassi di mortalità nella nostra regione”. Il direttore del PAHO ha chiesto che la vaccinazione nelle Americhe, la regione con il maggior numero di casi e decessi, sia una priorità globale.

I paesi hanno ricevuto spedizioni tramite COVAX a partire dal 1 marzo, con l’obiettivo di garantire un accesso equo ed equo ai 36 paesi partecipanti nelle Americhe. Questi paesi includono i 26 paesi autofinanziati e dieci paesi supportati dal meccanismo di impegno di mercato avanzato Gavi COVAX.

READ  La vaccinazione contro il virus corona funziona bene durante il trattamento del tumore solido

Il meccanismo COVAX è uno sforzo globale che coinvolge CEPI, Gavi, Unicef, PAHO e OMS per garantire un accesso equo al vaccino COVID-19. La consegna dei vaccini COVAX, un evento storico, è stato il risultato di mesi di negoziati e cooperazione tra i ministeri della salute, l’Organizzazione panamericana della sanità (OPS) e altri partner. Il PAHO Revolving Fund, designato da COVAX, ha procurato vaccini per conto dei paesi delle Americhe.

A livello globale, sono state somministrate 674 milioni di dosi di vaccini COVID-19, comprese quasi 36 milioni di dosi, somministrate tramite COVAX a 86 paesi partecipanti. “Distribuire equamente vaccini e somministrare il maggior numero di vaccini al maggior numero possibile di persone è il nostro obiettivo attuale”, ha detto Etienne, osservando che i vaccini “non sono ancora il modo principale per ritardare la trasmissione di COVID-19. Dobbiamo mantenere e continuare ad adattare la nostra sanità pubblica e le misure sociali. In ogni paese “.