QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il dubbio su un vaccino ha anche qualcosa a che fare con chi fornisce le informazioni: la salute

Sia che tu ti fidi dei vaccini, che tu abbia dubbi sulla loro sicurezza o che tu abbia sentimenti reali riguardo all’anti-fax, è più che una semplice questione di avere informazioni corrette o errate sui vaccini. La ricerca mostra che lo scetticismo sui vaccini è anche legato alla sfiducia nei confronti del governo, dell’industria farmaceutica, dei medici e degli scienziati. A volte è chi fornisce le informazioni è più importante delle informazioni stesse.

Un vaccino è un trucco intelligente per stimolare il sistema immunitario umano. Pertanto, la persona vaccinata diventa immune al microbo senza ammalarsi all’inizio. Le malattie contro le quali vengono vaccinati sono associate a significativi rischi per la salute. Al contrario, la maggior parte degli effetti collaterali dei vaccini sono banali e transitori. Inoltre, gli effetti collaterali sono spesso una logica conseguenza dell’effetto di un vaccino: la stimolazione del nostro sistema immunitario.

Un vaccino è un trucco intelligente per stimolare il sistema immunitario umano. Pertanto, la persona vaccinata diventa immune al microbo senza ammalarsi all’inizio. Le malattie contro le quali vengono vaccinati sono associate a significativi rischi per la salute. Al contrario, la maggior parte degli effetti collaterali dei vaccini sono banali e transitori. Inoltre, gli effetti collaterali sono spesso una logica conseguenza dell’effetto di un vaccino: la stimolazione del nostro sistema immunitario. Sfortunatamente, nel corso degli anni, ci sono stati numerosi vaccini che sono stati associati a gravi effetti collaterali, come l’infiammazione del sistema nervoso, che di solito si verificano pochi giorni dopo l’iniezione e sono stati per lo più fugaci. Ovviamente si tratta di eventi estremamente spiacevoli per le persone colpite, anche se molto rari. Coinvolge diverse centinaia o migliaia di casi su diversi miliardi di vaccinazioni. La possibilità di gravi complicazioni dovute alle malattie contro cui si vaccina è molto maggiore della quasi minima possibilità di gravi effetti collaterali del vaccino. Nonostante gli enormi benefici e i rischi minimi della vaccinazione, c’è qualche dubbio. E questo è in tutto il mondo, da punti di vista molto diversi del mondo. Non è necessario, poiché alcuni ritengono che la vaccinazione non sia normale. Pensano che il destino / Dio / la natura non dovrebbero contestare l’affermazione che qualcosa di “innaturale” è un po ‘strano. In condizioni “normali”, almeno una madre ogni 100 nascite muore di parto. Fortunatamente, oggi abbiamo una medicina avanzata per prevenirlo. Politica Gli interessi politici svolgono un ruolo speciale nel mondo in via di sviluppo. I governanti locali spesso diffondono false informazioni perché gli si addice. I talebani, ad esempio, dichiarano che la vaccinazione è un complotto dell’Occidente per rendere sterile la popolazione locale. In questo modo, si allontanano dall’influenza occidentale. Anche per noi gli interessi politici possono mettere in ombra il dibattito scientifico per minare la fiducia nei partiti al potere. Scetticismo sulle scienze mediche La medicina si sta sviluppando, le prospettive stanno cambiando (ricordate il dibattito sulla maschera per la bocca nel 2020). Ancora oggi, i medici a volte devono ammettere che un trattamento o una procedura raccomandata in precedenza è ancora meno efficace del previsto. Coloro che diffidano della scienza sono anche più critici nei confronti dei vaccini. Incoraggiare la sfiducia a volte sembra fantastico: discuti contro le pillole, sei più critico del mainstream e non prendi parte a quella mentalità da branco. Sai meglio e distinguiti dalla massa. Consapevolezza Alcune persone trovano difficile accettare una sfortuna brutale e priva di significato. Non credono che un oggetto invisibile come il virus Corona possa fermare il mondo e cercano un’altra spiegazione. È così che nascono le teorie del complotto, che spesso sono completamente folli. Ad esempio, un certo numero di leader mondiali sono in realtà alieni con caratteristiche rettiliane (“rettili”) che vogliono tenere sotto controllo l’umanità come schiavi attraverso l’innesto. Gli interventi per combattere il sospetto del vaccino funzionano meglio se sono progettati specificamente. Inizia ascoltando le paure: di cosa hanno paura le persone, quali domande ci sono e hanno letto o visto qualcosa di inquietante? Quindi rispondi correttamente e chiaramente. In questo modo non bisogna perdere di vista anche i pericoli della vaccinazione. Nessun vaccino è sicuro al 100%. Ma il rischio di ammalarsi gravemente se non si è vaccinati e se si viene infettati è molte volte più alto. I confronti mettono meglio in prospettiva i rischi. Il rischio di morire in un incidente aereo è maggiore del rischio di ammalarsi gravemente a causa di un vaccino. Per influenzare la percezione del pericolo, è una buona idea avere una conversazione e comunicare in modo onesto. La ricerca mostra che questo può funzionare se c’è fiducia. Se il tuo interlocutore non crede a nessuno dei tuoi argomenti, può essere utile conoscere gli ostacoli che sono presenti e portare la conversazione a loro. Gli attivisti anti-vaccinazione sono una piccola minoranza (circa l’1% nelle Fiandre, il doppio nel Belgio francofono). Soprattutto stanno facendo molto vento sui social media. Gli argomenti razionali non hanno effetto su quel gruppo. Durante la pandemia Corona, è stato deciso in quasi tutti i paesi occidentali che non avrebbero messo energia nella lotta contro le tasse a meno che non avessero causato danni e messo a rischio vite umane attraverso le loro informazioni sbagliate. In cambio, non vengono risparmiati né soldi né sforzi per aiutare gli scettici sui vaccini a superare le loro paure. Durante la pandemia di Corona, sono state condotte ad intervalli regolari indagini sulla disponibilità a vaccinare il Coronavirus. In un sondaggio online condotto dalla società di ricerca IPSOS nell’autunno del 2020 su oltre 18.000 adulti in 15 paesi (il Belgio non ha partecipato), il 73% di tutti gli intervistati ha risposto di volere un vaccino non appena disponibile. Otto paesi partecipanti hanno ottenuto punteggi più alti: India (87%), Cina (85%), Corea del Sud (83%), Brasile (81%), Australia (79%), Regno Unito (79%), Messico (78%) ) e Canada (76%).). Al di sotto della media al 73% c’erano: Stati Uniti (64%), Spagna (64%), Italia (65%), Sud Africa (68%), Giappone (69%) e Germania (69%). La Francia è l’ultima, con più della metà degli intervistati (54%) che desidera essere vaccinato contro Covid. L’Europa è il continente più scettico sui vaccini e la Francia è il paese con il maggior numero di antiacidi al mondo. Questo spiega anche perché i sospetti sui vaccini sono più diffusi in Vallonia e Bruxelles, dove i media francesi sono più ampiamente riportati, rispetto alle Fiandre. In tutti i paesi, la motivazione per rifiutare di essere vaccinati contro Corona sono gli stessi argomenti: paura di pericolosi effetti collaterali e paura di sviluppare vaccini Corona troppo rapidamente, che hanno portato a test insufficienti.

READ  Un innovativo cerotto emostatico da applicare per la prima volta