QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le famiglie ospitanti a Bruxelles accolgono i rifugiati: “Facciamo il lavoro del governo gratuitamente”

Le famiglie ospitanti a Bruxelles accolgono i rifugiati: “Facciamo il lavoro del governo gratuitamente”

Un’eco frequente è che i traumi della fuga non vengono discussi a meno che i migranti stessi non li menzionino. “Ci lasciamo vivere a vicenda”, dice Mary Weiner. “Il 90% dei miei coinquilini sono arrivati ​​dalla Turchia o dal Mediterraneo. Io non lo dico e loro non lo fanno vedere. Ridono sempre. Anche se dietro questa apparenza si nascondono storie terribili e tracce di manette attorno ai polsi.

Altre famiglie parlano di eritrei che hanno trascorso mesi in prigione e poi, mentre scappavano, sono stati venduti come schiavi nel settore edile libico. Oppure ci sono storie di tentativi di raggiungere il Regno Unito. “Un giovane eritreo ha passato la notte con me per un anno e mezzo”, racconta Françoise Klein. Ha fatto un tentativo ogni due settimane. A volte veniva fatto scendere dal camion, altre volte era sul camion sbagliato diretto in Svezia. Poi dorme completamente esausto per tre notti finché non riesce finalmente ad attraversare il Mare del Nord.

Donne single

Probabilmente esistono altri servizi informali a Bruxelles per ospitare i migranti. Che ruolo giocano ora le moschee, le chiese pentecostali o i rifugiati riconosciuti sulla terraferma? Tuttavia, le famiglie che accolgono il Cherche Relais sono per lo più belghe e della classe media. Andrea Rea, professore all'ULB, parla in uno studio sull'88% delle donne, la maggior parte delle quali ha un alto livello di istruzione e in termini di età il gruppo più numeroso ha tra i 51 ei 64 anni. “In realtà ospitiamo molte donne single anziane”, conferma Mary Weiner. “All’inizio avevo un po’ di paura perché ospitavo soprattutto uomini. Questa paura è legittima, ma spesso si rivela infondata. Inoltre, spesso poi nascono amicizie durature.

READ  Aspetto. Autista di camion fiammingo in Francia: "La polizia poteva solo guardare mentre i contadini francesi davano fuoco a tutto" | La protesta dei contadini