QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L'impero di un influencer italiano vacilla dopo una possibile truffa di beneficenza

L'impero di un influencer italiano vacilla dopo una possibile truffa di beneficenza

Anche i non Instagrammer non possono ignorare Chiara Ferragni in Italia. Con quasi trenta milioni di follower, il 36enne è un volto costante dell'influenza della moda. Il suo matrimonio con il rapper italiano Fedez l'ha resa ancora più famosa e, in vero stile hollywoodiano, ha dato alla coppia il nome combinato “Ferracness”. Naturalmente a loro è dedicata anche una serie tv.

Ma a differenza del marito, la Ferragni è conosciuta anche fuori dall'Italia, grazie ai cosmetici e agli accordi di marketing con case di moda come Lancôme, Dior e il gioielliere Pomellato. Ha studiato giurisprudenza a Milano, ma ha lasciato presto perché il suo successo digitale era già evidente. Ho iniziato con il mio blog di moda, Insalata biondaÈ cresciuto fino a diventare un impero digitale con gadget costosi e una propria linea di abbigliamento femminile costosa.

In Italia, l'ascesa delle “self made woman” è particolarmente notevole. Molti giovani uomini e donne non hanno nemmeno un lavoro, mentre la maggior parte del potere (politico ed economico) è concentrato tra gli uomini più anziani.

Pubblicità negativa

Tuttavia, l’impero multimilionario della Ferragni è ora in grave disordine, grazie a un’indagine antifrode in continua espansione e alla relativa pubblicità negativa. La Coca-Cola ora ha preso le distanze da lui e ha perso 200.000 follower.

Lo scandalo è scoppiato alla fine del 2022 quando Ferragni e il produttore italiano di torte Balocco hanno lanciato uno speciale “Pandoro”, un tipico dolce natalizio italiano. La torta costa 9,37 euro, quasi tre volte di più della versione normale, e una parte significativa del ricavato del lancio andrà all'Ospedale pediatrico Regina Margherita di Torino.

READ  Il talento di Kartta Luuk Taal (11) di Oud-Beijerland dimostra ancora una volta di essere uno dei migliori al mondo in Italia.

Dopo la debacle dei dolci natalizi, Ferragni ha pubblicato un video in cui descrive quello che ha definito un “errore di comunicazione”.

L'ospedale ha ricevuto anche una donazione una tantum da Balocco di 50.000 euro, ma prima che la torta fosse distribuita. Secondo l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, Chiara Ferragni, che dalla torta ha guadagnato più di un milione di euro, inizialmente non ha donato nulla. Pertanto, a dicembre l'Autorità ha multato Ferragni e Balocco rispettivamente più di un milione e 420mila euro per pratiche commerciali scorrette.

Il Ministero della Giustizia ha successivamente avviato un'indagine sulla possibile frode. Gli investigatori del Dipartimento di Giustizia stanno esaminando non solo i dolci natalizi, ma anche una “mascotte di Ciara Ferragni” – una bambola bionda che le assomiglia proprio – e una versione speciale delle uova di Pasqua con il suo logo (con un grande occhio azzurro, folte ciglia nere ). ). La giustizia vuole ora sapere se in tutti questi casi la vendita è stata indebitamente collegata in anticipo ad un ente di beneficenza, mentre nessuno è stato successivamente donato o donato separatamente dalla vendita. Il ricavato del giocattolo, ad esempio, andrà a un'organizzazione americana contro il cyberbullismo Mai sentito parlare di Ciara Ferragni.

Tuta in lana grigio chiaro

Dopo il fiasco natalizio dei dolci, l'imprenditore digitale ha preso a video In esso si scusa per quello che definisce un “errore di comunicazione”. Ha presentato ricorso contro la multa salata, che definisce eccessiva, ma ora ha donato un milione di euro a un ospedale pediatrico di Torino. In un'illustrazione per non cancellare troppo in fretta Ciara Ferragni, la tuta di lana grigio chiaro che indossava durante il suo “video del pentimento” è andata esaurita in pochissimo tempo.

READ  Vincitori e perdenti della crescita in Italia: Pharmacosmo guida; Portobello va giù

Indipendentemente dall’esito dell’indagine per frode, la Ferragni, come altri influencer con più di un milione di follower, deve attenersi a regole rigide. All’inizio di questo mese, il governo italiano ha deciso che gli influencer dovrebbero essere trasparenti riguardo alla pubblicità quanto i media tradizionali. Chi infrange le nuove regole sarà multato fino a 600.000 euro. Anche gli enti di beneficenza sono regolamentati in modo molto severo. L'ente benefico e l'importo totale, o percentuale dello stesso, dovranno essere chiaramente indicati nella redazione. I trasgressori possono essere multati fino a 50.000 euro.

Per saperne di più
Con un messaggio Insta, questa influenza si è rivelata per la Meloni più pericolosa delle campagne elettorali di sinistra

செல்வாக்கு செலுத்துபவர்<strong>Chiara Ferragni</strong> Non rifuggire dalle dichiarazioni politiche.” class=”dmt-article-suggestion__image” src=”https://images.nrc.nl/tE2ZNjBTsAycyLIMiuYXcYOaKJM=/160×96/smart/filters:no_upscale()/s3/static.nrc.nl /images/ gn4/stripped/data92489099-5e1171.jpg”/></p>
<p>Intanto continua il dibattito su Ciara Ferragni.  Nei social media, un influencer a volte diventa legna da ardere.  A volte letteralmente.  Ad un carnevale a Chiusano, nel nord Italia, <a target=Una bambola con una torta di Natale per testa E venne bruciato anche lo stemma della Ferragni, dicendo addio ai 'mali dell'anno precedente'.

Discorso femminista

È sempre stato pronto a licenziare, ha chiarito l'imprenditore digitale l'anno scorso durante una co-presentazione al famoso Festival della canzone italiana di San Remo. La Ferragni ha poi sfruttato appieno la piattaforma Discorso femminista In un Paese dove le donne hanno ancora opportunità limitate. Era già chiaro un anno fa che stava facendo di più che promuovere gadget di moda, quando durante la campagna elettorale del 2022 avvertì i suoi milioni di follower che il partito di estrema destra di Giorgia Meloni avrebbe potuto limitare il diritto all’aborto in Italia. Questo è successo anche in alcune zone.

READ  Italia Hoflice Top: Sony Golfrelli ogni...

Con le sue idee progressiste non si è certo reso popolare tra la destra italiana. Eppure il modo in cui adesso è infuocata dà fastidio a Matteo Salvini. Recentemente anche il vice primo ministro di estrema destra si è espresso a suo favore. “Mi dà fastidio quando qualcuno in difficoltà viene trattato così duramente”, ha detto Salvini Alla radio. “Ragazzi c’è un caso. La Ferragni non è un problema dell’Italia.