QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Iran viola le condizioni del nuovo accordo nucleare e Washington parla di “provocazioni” | Iran

Teheran ha gradualmente iniziato a violare i termini dell’accordo dopo che gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente dal trattato nel 2018. A febbraio, il paese ha iniziato a produrre uranio arricchito per “scopi di ricerca”. L’intenzione sembra essere quella di produrre carburante per far funzionare il reattore di ricerca di Teheran.

La nuova svolta arriva in un momento in cui i colloqui sull’accordo nucleare e sulla rinnovata adesione degli Stati Uniti sono in stallo. L’accordo sul nucleare, firmato nel 2015, mira a impedire all’Iran di acquisire un’arma nucleare. Tuttavia, l’accordo è stato silurato nel 2018 da Donald Trump, che si è ritirato unilateralmente dall’accordo e ha reintrodotto le sanzioni all’Iran. In risposta, l’Iran ha gradualmente iniziato a violare i termini dell’accordo.

Washington ha descritto i nuovi sviluppi come “allarmanti” e ha invitato l’Iran a fermare le “provocazioni”. “E’ un altro passo indietro dell’Iran in un momento in cui abbiamo dimostrato la nostra sincera intenzione di ricongiungerci all’accordo”, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price. Ieri sera i ministri degli esteri di Francia, Germania e Regno Unito hanno espresso “grave preoccupazione” per il rapporto dell’Aiea.

READ  L'amministrazione Trump ha raccolto segretamente dati telefonici da ...