QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il nuovo sostegno occidentale all’Ucraina sta arrivando lentamente, ma secondo gli esperti della difesa c’è ancora speranza

Il nuovo sostegno occidentale all’Ucraina sta arrivando lentamente, ma secondo gli esperti della difesa c’è ancora speranza

La guerra in Ucraina con la Russia si è ormai trasformata in un conflitto di lunga durata. Mesi dopo, nuovi aiuti stanno lentamente arrivando dall’Occidente all’Ucraina, ma arriveranno in tempo? “Ora è importante che questi articoli arrivino rapidamente”.

Il Congresso degli Stati Uniti ha recentemente approvato un nuovo pacchetto di aiuti per l’Ucraina, ma un ulteriore sostegno da parte dei paesi occidentali sta arrivando lentamente. Tuttavia, l’esperto di difesa Peter Venninga del Centro per gli studi strategici dell’Aia (HCSS) ritiene che questo alla fine farà la differenza nella guerra con la Russia.

Nuove forniture

Secondo l'esperto della difesa, attualmente in Ucraina mancano armi e munizioni. Wijninga vede due spiegazioni per questo. “In parte ciò è dovuto al fatto che le forniture sono state trattenute per troppo tempo, o sono state troppo lente”, spiega “Non si può prendere alcuna decisione riguardo alle nuove forniture, soprattutto in America”.

Inoltre, gli ucraini hanno cercato di raggiungere l'autosufficienza nelle munizioni. “Ora hanno abbandonato questo razionamento, perché sanno che ci sono cose in cantiere”, dice Wijninga “Ci vorranno alcune settimane prima di vederne gli effetti”.

Non è troppo tardi

Wejninga ritiene che queste poche settimane siano sufficienti perché i russi ottengano guadagni sul terreno. Ha aggiunto: “Pertanto, il pacchetto di sostegno non arriverà in tempo per fermare i progressi e le conquiste regionali che i russi stanno ottenendo ora”. Ma anche se il sostegno ha tardato ad arrivare, ritiene che non sia troppo tardi.

READ  Pechino è arrabbiata per la visita della delegazione Ue a Taiwan

“Arriverà col tempo: l’Ucraina alla fine dovrebbe essere in grado di fermare di nuovo i russi, e forse anche di respingerli a lungo termine”, prevede l’esperto della difesa, aggiungendo rapidamente: “Ma questo avverrà in un lontano futuro”. “.

Zolla sulla diga

Per il momento l’Ucraina deve accontentarsi del sostegno che riceve. Dipendono non solo dai governi, ma anche dalle iniziative dei cittadini. Nei Paesi Bassi, Jaap Scholten ha fondato la Fondazione per la protezione dell’Ucraina e si reca regolarmente nel paese per consegnare merci ai militari. Secondo Weininga questi tipi di progetti hanno un senso.

“Solo nei Paesi Bassi, ci sono dozzine di organizzazioni di questo tipo che lavorano su questo tema. E molte altre in Europa e nel resto del mondo. Allora farà la differenza. Ora è importante che questi elementi vengano utilizzati rapidamente, subito.” Potrebbe essere al fronte”. Tuttavia, alla fine, le armi faranno la differenza e l'Ucraina continuerà a dipendere da altri paesi. La protezione dell'Ucraina non garantisce questo. “Queste armi dovranno provenire dai governi e ciò contribuirà davvero ad aumentare efficacia sul lato ucraino del fronte “.

La situazione resta preoccupante

A causa della mancanza di sostegno occidentale, gli ucraini subirono molte perdite sul campo. Secondo Weininga questo è in parte strategico. “Si stanno ritirando perché pensano: siamo a corto di munizioni, siamo razionali, rinunceremo a questo pezzo di terra e ci trasferiremo in una posizione più difendibile”. L'esperto della difesa ritiene che ciò accada sempre di più.

READ  La figlia del presidente russo Putin è volata in Belgio inosservata

“Ma anche gli ucraini vengono allontanati”. Si parla quindi di una “situazione preoccupante”. “I russi hanno potuto approfittare di questa carenza di materiali, per ogni granata ucraina, i russi sono stati in grado di lanciarne dieci”. Tuttavia Wijninga non si aspetta una svolta russa a breve termine. “I russi semplicemente non sono abbastanza forti per farlo, né si sono allenati abbastanza bene per farlo”, ha detto Wijninga “Ma sono comunque pericolosi”.

Riproduzione audio

Il nuovo sostegno occidentale all’Ucraina sta arrivando lentamente, ma secondo lo specialista della difesa Peter Vininga c’è ancora speranza

Chiede? Chiediglielo!

Hai qualche domanda o vorresti delle risposte? Mandaci un messaggio qui nella chat. Ogni giovedì nella newsletter Get Involved ti diciamo cosa stiamo facendo con tutte le risposte. Lo vuoi nella tua email? Allora registrati qui.