QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Mettere in secondo piano i post politicamente carichi: la modella Bella Hadid afferma che Instagram le sta “gettando un’ombra”

Meta, la società madre dietro Facebook e Instagram, tra gli altri, raramente comunica pubblicamente sui suoi algoritmi e su come funzionano esattamente. Quando l’anno scorso è stata rimossa l’etichetta araba per la Moschea di Al-Aqsa (la Grande Moschea importante per musulmani ed ebrei e dove si verificano frequenti incidenti, ndr), Meta si è scusato e ha parlato di un “problema tecnico globale”.

Il gigante della tecnologia, inoltre, non ha mai usato la parola “shadowban” di per sé e Ha detto che nel 2018 “non era una cosa reale”. Quello che fa Meta è nascondere o ridurre le interazioni con i messaggi quando sono in conflitto con essi Le loro condizioni d’uso† Ad esempio, afferma che le immagini di nudo sono vietate e che altri utenti possono segnalare immagini polarizzanti, violente o sensibili.

In risposta a VRT NWS, Meta afferma che il messaggio di Hadid non era erroneamente disponibile per gli utenti di età inferiore ai 18 anni. “Non è mai nostra intenzione prendere di mira comunità specifiche o mettere a tacere punti di vista particolari. La nostra politica è quella di consentire alle persone di condividere ciò che considerano importante”.

Per capire meglio perché alcuni post raggiungono meno persone, Meta reindirizza per questa pagina.

READ  Jimmy Weiss non esclude di sposare Lil Klein: "Potrebbe comunque andare in entrambi i modi" | spettacolo