QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Microsoft ridisegna OneDrive for Business e ne annuncia le funzionalità – Computer – Novità

Microsoft ha dotato la versione business di OneDrive di un nuovo design con una schermata iniziale personalizzata. Inoltre, la società ha annunciato nuove funzionalità come la possibilità di aprire file OneDrive non 365 nella sua app.

Una guida Appare con un nuovo design Più stile Windows 11 e si ottiene per tesezione, che visualizza una serie di caselle con consigli, come file modificati di recente o nuove registrazioni di riunioni. In questa schermata iniziale gli utenti possono anche creare nuovi file o cartelle, visualizzare file condivisi e preferiti, visualizzare una panoramica delle persone e delle riunioni e un elenco dei siti di SharePoint utilizzati di frequente.

Non è chiaro se e quando questa schermata iniziale sarà disponibile per i consumatori. Microsoft afferma che è possibile per la versione consumer di OneDrive riconoscere i volti delle persone, a condizione che l’utente dia il permesso. OneDrive può quindi cercare volti all’interno delle foto e presentarli all’utente se sta cercando persone specifiche. La versione consumer avrà anche la possibilità di lavorare con “ricerche naturali”, come la query di ricerca “in campeggio in autunno, in montagna con Caroline”. Queste funzionalità consumer verranno rilasciate in anteprima limitata questo mese e dovrebbero diventare più ampiamente disponibili all’inizio del prossimo anno.

Oltre a queste funzioni consumer, i clienti aziendali riceveranno nuove funzionalità OneDrive “previste per dicembre”. Ad esempio, dovrebbe essere possibile aprire un file non 365 come un file PDF o CAD da OneDrive nell’app PDF o CAD, come è già possibile con i file Word, PowerPoint ed Excel. Inoltre, OneDrive sarà meglio integrato in Teams e Outlook, consentendoti di cercare file OneDrive in queste app senza dover uscire dall’app.


OneDrive in Outlook

Inoltre, all’inizio del prossimo anno dovrebbe essere possibile salvare i file OneDrive localmente tramite un browser web e utilizzarli offline, poiché ciò è già possibile nell’app OneDrive. Questi file possono quindi essere aperti e modificati nel browser e qualsiasi modifica verrà quindi sincronizzata quando sarà nuovamente disponibile una connessione Internet. La prossima estate dovrebbe esserci anche una vetrina multimediale, dove si potranno vedere tutte le foto, i video e i media.

READ  colloquio. Deejay Anouk Maton: "Cinque minuti prima era accanto a me. È partito con la sua moto, è stato investito, è caduto contromano ed è finita" | Le 16 domande del Guardian

Microsoft ha inoltre annunciato le funzionalità AI di Copilot per OneDrive, come la possibilità di cercare file o richiedere riepiloghi di documenti. Ciò dovrebbe essere possibile a dicembre per i clienti di Microsoft 365 Copilot. Nei prossimi mesi, Microsoft prevede di rilasciare più funzionalità di Copilot, che alla fine consentiranno alle persone di parlare su OneDrive in “linguaggio naturale” e, ad esempio, richiedere che tutti i file vengano condivisi su un particolare progetto. OneDrive potrebbe quindi suggerire di raggruppare questi file in una nuova cartella, dopodiché suggerirà altri file che potrebbero essere correlati. Se un utente desidera condividere questa cartella con un collega, Copilot può generare un riepilogo per fornire al collega il contesto.

L’azienda sta inoltre rilasciando nuove funzionalità di sicurezza e gestione, come la possibilità di abilitare l’autenticazione a più fattori per siti specifici e più sensibili o di limitare la condivisione di determinati file. Esiste anche uno strumento di migrazione dell’account per aiutare, ad esempio, con le società acquisite o fuse. Gli amministratori hanno anche la possibilità di bloccare il download di determinati file per uso locale e disabilitare la registrazione di determinate riunioni di Teams. Microsoft sta inoltre lavorando sulla possibilità di vedere come amministratore quando si condividono file con utenti esterni all’azienda o all’organizzazione.