QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Migliaia di spagnoli sostengono il primo ministro Pedro Sanchez e gli chiedono di restare in carica.

Migliaia di spagnoli sostengono il primo ministro Pedro Sanchez e gli chiedono di restare in carica.

Pedro Sanchez, l'attuale primo ministro spagnolo, è una figura controversa nella politica spagnola. Da quando è entrato in carica nel 2018, è stato oggetto di numerosi dibattiti e proteste, sia da parte dei suoi oppositori che dei suoi sostenitori. Ma lui e la sua famiglia sono anche oggetto di una campagna diffamatoria da parte di alcuni partiti politici e dei media spagnoli da diversi mesi o anni. Per questo motivo, la scorsa settimana, Sánchez ha scritto una lettera ai residenti in cui lasciava intendere che lunedì 29 aprile avrebbe potuto annunciare le dimissioni da primo ministro del paese. Sabato a Madrid si è fatta sentire la voce di parte della popolazione e dei membri del PSOE che lo sostengono.

Migliaia di membri e simpatizzanti del PSOE si sono riuniti sabato in via Ferraz a Madrid, davanti alla sede del partito dove si riunisce il Comitato Federale. Hanno voluto esprimere il loro sostegno al Primo Ministro e Segretario Generale, Pedro Sanchez, dopo che ha annunciato che si prenderà qualche giorno di riposo per riflettere sulla sua permanenza alla guida dell'esecutivo.

All'incontro hanno partecipato circa 12.500 persone, secondo i dati della delegazione governativa a Madrid. Da parte sua, il Partito Socialista dei Lavoratori ha affermato che si trattava di più di 10.000 persone.

Dopo l'incontro all'interno del palazzo del partito, i ministri socialisti e gli altri dirigenti del Partito Socialista dei Lavoratori si sono diretti in via Ferraz. Lì si sono uniti a sostegno di Pedro Sanchez e gli hanno chiesto di non dimettersi, tra forti applausi e gesti di gratitudine.

Mentre Pedro Sánchez riceve molto sostegno e ascolta migliaia di voci a favore del mantenimento del Primo Ministro spagnolo, ci sono anche voci critiche dalla destra in Spagna. Il leader del Partito Popolare, Alberto Nunez Viejo, ha accusato Pedro Sanchez di aver attaccato i giudici e la stampa. Anche il primo ministro della regione di Madrid, Isabel Díaz Ayuso, accusa Pedro Sanchez di comportamento populista e di fare la vittima.

READ  Putin perde di nuovo il suo comandante militare dopo un attacco ucraino da parte di un missile da crociera britannico | Guerra Ucraina e Russia

La scena politica spagnola è divisa sulla posizione di Pedro Sánchez come primo ministro. Mentre alcuni lo sostengono e vogliono che rimanga in carica, altri criticano il suo operato e lo accusano di attaccare istituzioni importanti come la magistratura e la stampa. Questa divisione crea un dibattito politico polarizzato in Spagna.