QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Miglior posizione per dormire per il morbo di Alzheimer e la sclerosi laterale amiotrofica

Sulla schiena, a faccia in giù, su un fianco – quando dormi o dormi di notte, in quale posizione dormi di solito?

un studio preclinico Suggerisce come dormire, specialmente quando si è in una posizione laterale (nota anche come sonno laterale), può aiutare a eliminare le scorie nel cervello durante il sonno. Questo smaltimento dei rifiuti è essenziale Fare funzioni cerebrali Come la risoluzione dei problemi, il ragionamento e l’attenzione ai dettagli, oltre a mantenere la mente sana.

I ricercatori australiani volevano specificamente sapere come farlo sistema glinfaticoUna rete di vasi sanguigni aiuta a eliminare i prodotti di scarto nel cervello e può prevenire malattie neurodegenerative, come: sclerosi laterale amiotrofica (SLA), la più comune malattia del motoneurone che colpisce le cellule nervose del cervello e del midollo spinale. Le persone con SLA possono perdere gradualmente la capacità di parlare, mangiare, muoversi e respirare.

Il sistema glinfatico e il suo ruolo nella rimozione dei prodotti di scarto nel cervello

Se sei Non dormi abbastanza o non dormi affattoLe cellule cerebrali conosciute come neuroni consumano grandi quantità di energia. Quando ciò accade, i neuroni espellono i detriti che possono galleggiare intorno al cervello e impedirgli di funzionare normalmente. Questi detriti, costituiti da proteine ​​residue, possono successivamente formare grumi tossici per il cervello.

Accumulo di questi tipi di proteine ​​(incluso beta amiloide) lei era Associato a malattie neurodegenerativeCompreso il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, il morbo di Huntington e la demenza.

Natalie Dotovic, Ph.D.Un borsista ambientale della National Sleep Foundation e assistente professore nel dipartimento di psicologia della Virginia Commonwealth University ha detto alle persone anziane che il sistema glinfatico è la “governante” del cervello ed è la chiave per eliminare i rifiuti nel cervello. Il sistema è anche più attivo durante il sonno. Tuttavia, ha affermato che quando siamo privati ​​del sonno, il sistema è in gran parte inattivo, consentendo l’accumulo di scorie neurali.

READ  Pancreas artificiale Twente disponibile nel 2024

“Il sistema glinfatico utilizza il liquido cerebrospinale per eliminare i rifiuti neurali dal cervello”, ha detto. “Ricerche recenti e all’avanguardia indicano che il sonno è fondamentale per creare l’ambiente ottimale per questo ‘lavaggio del cervello'”.

Inoltre, La ricerca è stata condotta sui roditori La clearance glinfatica è risultata più efficace in una posizione laterale (o di fianco a dormire), rispetto a una posizione supina (sulla schiena) o prona (davanti), secondo il David Wright, Ph.D., Professore Associato presso il Dipartimento di Neuroscienze della Monash University.

Tuttavia, i motivi per cui alcuni modelli sono più efficaci nell’aiutare il sistema glinfatico a eliminare le scorie cerebrali non sono completamente compresi in questo momento, ma potrebbero essere dovuti agli “effetti della gravità, della pressione e dell’allungamento dei tessuti”, ha aggiunto Wright.

Come migliorare la funzione del sistema glinfatico (oltre al sonno)

Mentre gli esperti stanno ancora imparando il ruolo del sistema glinfatico nel funzionamento neurologico, ci sono piccoli cambiamenti nello stile di vita che possono migliorare lo smaltimento dei rifiuti cerebrali e ridurre il rischio di malattie neurodegenerative. Secondo Wright, alcune di queste modifiche includono:

  • Consumo moderato di alcol – in studi sui topiÈ stato dimostrato che l’esposizione a quantità moderate di alcol migliora le funzioni del sistema linfatico, mentre alte dosi di alcol hanno l’effetto opposto.
  • esercitarsi – esercizio regolare È stato anche scoperto che migliora la memoria e la cognizione nelle malattie neurodegenerative e può aiutare nella clearance glinfatica.
  • Consumi determinate vitamine – Ricerca Offerte quell’omega 3 Oppure, le pillole di olio di pesce possono aiutare a promuovere la rimozione delle proteine ​​dal cervello e avere un effetto positivo sulla funzione linfatica.
READ  Quasi 4.4.000 persone sono morte a causa di COVID-19 a gennaio

Sebbene valga la pena studiarli, Wright ha affermato che sono necessarie ulteriori ricerche “per concentrarsi su terapie che prendono di mira direttamente il sistema glinfatico per aiutare coloro che già soffrono di queste malattie debilitanti”.

Cos’altro vuoi sapere sullo studio?

Per rispondere al ruolo svolto dal sistema glinfatico nella prevenzione della SLA, Wright e colleghi si sono rivolti ai topi.

Alcuni topi sono stati geneticamente modificati per esprimere la proteina correlata alla SLA umana, una proteina chiamata TDP-43. Ad alcuni topi è stato somministrato un antibiotico chiamato doxiciclina, che ha permesso ai ricercatori di disattivare l’espressione del TDP-43 e alla fine consentire ai topi di invecchiare normalmente. Tuttavia, quando i topi transgenici sono passati al cibo normale, l’espressione di TDP-43 è stata attivata e le proteine ​​​​tossiche hanno iniziato ad accumularsi.

Hanno scoperto che i topi geneticamente modificati mostravano nel tempo i classici segni di sclerosi laterale amiotrofica, tra cui debolezza muscolare progressiva, atrofia cerebrale e perdita neuronale.

“Quello che lo studio ha mostrato è che il cervello della SLA nei topi aveva effettivamente una ridotta clearance del liquido cerebrospinale (CSF) rispetto al cervello normale”, Santosh Kesari, MD, PhDha detto al John’s Health Center di Santa Monica, in California (che non faceva parte dello studio), ha detto SeniorsMatter.

Si ritiene che sia diminuito il filtro del liquido cerebrospinale Contribuiscono allo sviluppo di molte malattie, comprese le malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer e la sclerosi multipla.

Inoltre, utilizzando la risonanza magnetica (MRI), i ricercatori hanno scoperto che i topi geneticamente modificati avevano più difficoltà a rimuovere i rifiuti dal cervello rispetto ai topi di controllo.

READ  Ecco perché ogni donna dovrebbe esaminare il proprio seno | Storie dietro le notizie

“Il nostro studio fornisce la prima prova che il sistema glinfatico potrebbe essere un potenziale bersaglio terapeutico nel trattamento della sclerosi laterale amiotrofica”, ha scritto Wright. conversazione† “Si ritiene che anche la posizione del sonno influenzi la clearance glinfatica”.

La comparsa dei sintomi della SLA è spesso fuorviante e la diagnosi può rimanere difficile. Pertanto, la diagnosi definitiva è spesso ritardata e la diagnosi errata è comune.” “I metodi di imaging che abbiamo utilizzato possono aiutare i medici con la diagnosi precoce, fornire cure e consentire la registrazione precoce negli studi clinici”.

Come puoi incoraggiare una buona notte di sonno?

Il Fondazione nazionale del sonno Raccomanda queste pratiche per dormire meglio:

  1. Trascorri un po’ di tempo in piena luce durante il giorno.
  2. Esercitati regolarmente.
  3. Consumare i pasti in momenti specifici della giornata
  4. Evita alcol, caffeina, nicotina e pasti pesanti prima di coricarti.
  5. Attenersi a una routine o programma del sonno.
  6. Evita i dispositivi elettronici e altri dispositivi prima di andare a letto.

Trovare il cuscino giusto Può rendere il sonno più confortevole o incoraggiare le traversine laterali. Un buon cuscino aiuta a mantenere il collo in linea con la colonna vertebrale durante il sonno. Può anche sostenere bene la testa per mantenerla allineata ed evitare che si inclini verso il materasso.