QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Perché sbattiamo le palpebre così tanto?  (E forse troppo poco?)

Perché sbattiamo le palpebre così tanto? (E forse troppo poco?)

Secondo una ricerca dell'Università di Harvard, non sbattiamo le palpebre solo per mantenere gli occhi umidi Università di Rochester. Anche noi chiudiamo gli occhi per vedere meglio.

Sbattiamo le palpebre molto. Tanto che i nostri occhi sono chiusi dal 3 all’8% del tempo. Questo è molto strano. Ogni volta che chiudiamo gli occhi, per un breve periodo non riusciamo a vedere nulla. Ci si aspetterebbe che preferiremmo farlo il meno possibile. Tuttavia, sbattiamo le palpebre troppo solo per mantenere gli occhi umidi. Ricercatori dentro Università di Rochester Ho deciso di scoprire perché.

Lo hanno fatto utilizzando apparecchiature utilizzate per misurare i movimenti oculari, oltre alla modellazione computerizzata e alla spettroscopia. Si scopre che chiudere gli occhi dà una sorta di segnale che ci aiuta a dipingere il quadro più ampio. Sbattere le palpebre è quindi più di un semplice momento in cui non vediamo nulla o una pausa per il cervello: ci aiuta a ottenere una buona immagine del mondo che ci circonda, anche quando non vediamo nulla per un po'.

Luminosità e contrasto
Questo perché la rapida chiusura e apertura degli occhi cambia il modo in cui la luce raggiunge i nostri occhi. Ciò migliora temporaneamente la luminosità e il contrasto delle informazioni visive. Ciò rende più facile per il nostro cervello percepire i dettagli, soprattutto nelle immagini grandi e che cambiano lentamente. Contrariamente alla credenza popolare, il rapido movimento delle palpebre in realtà migliora la vista anziché ostacolarla. “Questi risultati mettono in discussione la nostra visione tradizionale della percezione visiva”, conclude il professor Michele Rucci, che ha guidato lo studio. “Dimostra che sbattere le palpebre gioca un ruolo attivo nel modo in cui vediamo il mondo che ci circonda”.

READ  Monkeypox sembra essere in arrivo: quattro domande sul virus | Attualmente

Aggiornamento veloce
La ricerca suggerisce anche che sbattere le palpebre aiuta anche il nostro cervello a elaborare meglio le informazioni visive. Quando sbattiamo le palpebre, diamo al nostro cervello una sorta di rapido aggiornamento con informazioni visive “fresche”. Nel frattempo, il cervello fa una breve pausa per elaborare tali informazioni. Ciò ci consente di concentrarci meglio sulle cose importanti in ciò che vediamo. Funziona meglio per cose che non sono molto dettagliate.

Tuttavia, a volte sbattiamo le palpebre un po’. Naturalmente sbattiamo le palpebre molto, ma nel mondo moderno, con i nostri schermi e dispositivi digitali, lo facciamo meno spesso di quanto dovremmo. Ciò può causare occhi stanchi o secchi e visione offuscata. Quindi probabilmente non è una cattiva idea sbattere le palpebre consapevolmente di tanto in tanto, soprattutto quando guardi gli schermi per molto tempo. A parte questo, è sempre una buona idea fare delle pause regolari per riposare gli occhi.

I tuoi occhi cambiano posizione dopo aver battuto le palpebre
Quando sbatti le palpebre, i tuoi bulbi oculari ruotano in una posizione leggermente diversa, il che è un errore intenzionale. Il disallineamento costringe il cervello ad attivare e rimettere a fuoco i muscoli oculari. “I nostri muscoli oculari sono molto lenti e imprecisi”, ha detto a Scientias.nl l'autore principale Gerrit Moss. “Il cervello invia costantemente segnali per assicurarsi che gli occhi guardino nella giusta direzione. La nostra ricerca mostra che il cervello misura la differenza prima e dopo l’ammiccamento e quindi trasmette le correzioni corrette ai muscoli oculari.