QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Puoi anche rilevare l’apnea notturna con la luce


In una collaborazione di ricerca dell’Eindhoven Medtech Innovation Center (e/MTC), con TU/e ​​e il Sleep Medicine Center Kempenhaeghe, Gabriele Papini ha sviluppato un metodo per il monitoraggio dell’apnea notturna utilizzando un dispositivo compatto, indossabile al polso che rileva comodo e può essere utilizzato per il monitoraggio domestico a lungo termine.

Negli studi clinici, la polisonnografia e i test dell’apnea notturna sono il “gold standard” per diagnosticare l’apnea notturna, ma in entrambi i casi una persona deve indossare sensori di notte per monitorare funzioni come l’attività cerebrale, la frequenza cardiaca e l’attività muscolare.

Pertanto, tali strumenti non sono adatti per l’esame e il monitoraggio per più notti, poiché i sensori sono scomodi da indossare, possono influire sul sonno e sarà impossibile per una persona utilizzarli a casa.

La soluzione TU/e ​​è un dispositivo che si indossa al polso e ricorda uno smartwatch o un fitness tracker, in cui la pelle viene illuminata con luce verde da LED. Parte della luce viene riflessa dal sangue nel corpo e quindi rilevata da un sensore di luce.

Per lo studio, 500 persone, sia sane che insonni, hanno indossato il dispositivo mentre dormivano.

READ  Omikron infuria per Curaçao: più di un terzo di tutti i contagi dal 2020 sono attualmente in isolamento