QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Putin in un'intervista al controverso Tucker Carlson

Putin in un'intervista al controverso Tucker Carlson

La Russia non attaccherà la Polonia a meno che la Polonia non attacchi la Russia. Lo stesso vale, ad esempio, per la Lettonia. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin al giornalista americano Tucker Carlson, che si è recato a Mosca per intervistare Putin.

Editoriale

Secondo Putin, la Russia combatterà per i propri interessi, ma non è interessata ad estendere la guerra in Ucraina ad altri paesi come Polonia o Lettonia.

Quando Carlson gli ha chiesto se poteva pensare a uno scenario in cui avrebbe inviato truppe russe in Polonia, membro della NATO, Putin ha risposto: “Solo in un caso, se la Polonia attacca la Russia”. Perché? Perché non ci interessa la Polonia, la Lettonia o qualsiasi altro posto. Perché lo facciamo? Semplicemente non abbiamo alcun interesse in questo. È assolutamente fuori discussione.

Putin ha anche detto che è meglio per gli americani negoziare con i russi sull’Ucraina piuttosto che fornire armi all’Ucraina. Secondo il presidente russo, la Russia non può essere sconfitta in Ucraina e la NATO deve accettare le conquiste territoriali della Russia. Putin ha affermato che la “sconfitta strategica” della Russia “non avverrà mai”.

Immagine tramite Reuters

All'inizio dell'intervista, il presidente russo ha parlato principalmente di quelle che secondo lui erano le ragioni storiche che hanno portato all'invasione russa dell'Ucraina. In un lungo discorso ha spiegato, tra le altre cose, come è nato lo Stato russo e come appariva l'Europa nel IX secolo. Putin ha affermato che parti dell’Ucraina sono state a lungo possedute dalla Russia.

Putin descrive i timori che la guerra in Ucraina possa estendersi a un conflitto più ampio come una “minaccia russa immaginaria”. “Lei (NATO, ndr) Stanno cercando di intimidire la loro popolazione con una falsa minaccia russa. Le persone intelligenti comprendono perfettamente che questo non è vero.

READ  Il giudice riporta in prigione l'ex presidente sudafricano Zuma

Secondo Putin gli obiettivi della guerra con l’Ucraina non sono ancora stati raggiunti. Per raggiungere questo obiettivo, il paese vicino deve prima essere “denazificato”, ha affermato il presidente.

Un accordo sul giornalista americano

Putin ha anche affermato di credere che sia possibile raggiungere un accordo sulla liberazione del giornalista americano Ivan Gershkovich, detenuto in Russia da quasi un anno. Ha aggiunto: “Non c'è nessun mahram per risolvere questa questione”. Alla fine di gennaio, un tribunale di Mosca ha prolungato la custodia cautelare di Gershkovich di altri due mesi, fino al 30 marzo. Giornalista di Il giornale di Wall Street Accusato di spionaggio. I suoi avvocati negano queste accuse e il governo americano definisce l'arresto inaccettabile.

A mezzanotte è iniziata l'intervista condotta dall'emittente americana Tucker Carlson al presidente russo Vladimir Putin. Online sul sito web di Carlson.

L'intervista è stata effettivamente registrata martedì. Il video dell'intervista dura complessivamente più di due ore e le dichiarazioni di Putin sono doppiate in inglese. Carlson ha detto di voler intervistare il presidente russo perché ritiene che il pubblico americano non comprenda adeguatamente la prospettiva russa sulla guerra in Ucraina.

Guardando. Estratto dall'intervista a Putin

Lo stesso Tucker Carlson ha affermato di aver avuto l'opportunità di intervistare Putin perché era l'unico giornalista occidentale che si è preso la briga di richiedere un'intervista del genere. Ciò è stato successivamente contraddetto dal portavoce del presidente, Dmitry Peskov. Secondo lui sono arrivate molte richieste, ma sono state respinte perché i media sono troppo ostili alla Russia.

Carlson ha un enorme pubblico, ma è anche controverso. Per anni ha presentato programmi sul canale di destra Fox News, fino a quando è stato costretto a fermarsi lì in aprile. Ciò aveva a che fare con le sue accuse di frode elettorale da parte del produttore di macchine per il voto Dominion. L’azienda ritenne diffamatorie quelle dichiarazioni e alla fine patteggiò con la Fox per quasi 800 milioni di dollari (più di 700 milioni di euro). Da allora, Carlson ha pubblicato le sue interviste online.

Le dichiarazioni di Carlson sullo stato della società americana, che si dice sia sotto pressione, tra gli altri, da parte di democratici, antirazzisti e “persone sveglie”, spesso portano a dibattiti accesi. La Casa Bianca ha criticato l'intervista di mercoledì, affermando che fornirebbe al Cremlino una piattaforma non critica. Il portavoce della Casa Bianca John Kirby ha detto: “Non credo che abbiamo bisogno di un'altra intervista con Vladimir Putin per comprendere la sua brutalità”.

Vladimir Putin parla con Tucker Carlson.  Immagine tramite Reuters

Vladimir Putin parla con Tucker Carlson.Immagine tramite Reuters