QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Recensione: Nu-Vista Vinyl 2 Musical Fidelity

Recensione: Nu-Vista Vinyl 2 Musical Fidelity

Ovviamente non acquisti un preamplificatore come Nu-Vista Vinyl 2 di Musical Fidelity. È un dispositivo per veri appassionati di vinile e ha un prezzo di 10.990 euro, che potrebbe essere l'acquisto definitivo per loro. Resta anche un subwoofer; Si inserisce quindi in un sistema più ampio che può essere costituito anche da componenti di ordine superiore. Non metteresti un giradischi da 500 euro su questa cosa.

Un proprietario di Nu-Vista Vinyl 2 scopre un dispositivo che si adatta al suo amore per il vinile. Ovviamente puoi usarlo con un giradischi a braccio singolo, ma viene fornito tutto per adattarsi a sistemi più complessi. Ciò è infatti dimostrato dalla presenza di quattro ingressi separati: due coppie di cablaggi per cavi sbilanciati e due coppie di XLR per connessioni bilanciate. Quindi puoi collegare facilmente più giradischi a questo amplificatore. Oppure giradischi con più toni e cartucce.

Il Nu-Vista Vinyl 2 si inserisce nella lussuosa linea Nu-Vista di Musical Fidelity. La cosa esiste già da tempo, ma parliamo di un dispositivo che appartiene all'ultima generazione. Dopo tutto, Musical Fidelity qualche tempo fa ha acquisito Audio Tuning (la società madre di Pro-Ject) e ha sistematicamente rinnovato le sue linee di prodotti. Con grande rispetto per il passato e con uno sviluppatore MF rispettato (Simon Quarry) dietro il tavolo da disegno. Questo dispositivo è prodotto in Slovacchia e Audio Tuning continua a concentrarsi sulla produzione in Europa.

“Qualità costruttiva eroica”

Il legame con gli altri nuovi dispositivi Nu-Vista è così forte che lo noterai subito. L'alloggio è molto speciale, almeno per noi. In passato abbiamo visitato l'amplificatore integrato Nu-Vista 800.2 e il DAC Nu-Vista. La copertina in Vinile 2 è quasi identica a quelle.

In termini tattili, questo significa: è sorprendentemente realizzato in solido alluminio, con un bellissimo pannello frontale che curva verso l'interno in alto e in basso. Ma non è solo la parte anteriore ad avere una finitura di alta qualità, l'intero dispositivo è costruito in modo solido. Puoi facilmente determinare tu stesso lo spessore del pannello superiore perché puoi guardare il dispositivo attraverso alcune rientranze con rete.

Il Nu-Vista Vinyl 2, come gli altri modelli della linea Musical Fidelity, è disponibile in nero o argento spazzolato. Puoi risparmiare molto spazio per questo. Con una larghezza di 48 cm e una profondità di 51 cm il dispositivo offre davvero tanto spazio. Questo non è un subwoofer fono che puoi semplicemente posizionare su un rack hi-fi o su un mobile. Ancora una volta una chiara indicazione che questo apparecchio appartiene ad un sofisticato sistema che può essere parcheggiato in una sala d'ascolto separata.

READ  Recensione Samsung Galaxy S21 FE

Il produttore fornisce le viti e i piedini più adatti. Gli stessi Musical Fidelity parlano di qualità costruttiva “eroica”, con quello che sembra un reparto marketing che ha bevuto troppo caffè. Tuttavia, non hanno torto; Dovrai anche essere eroico per sollevare questo altoparlante da 22 kg fuori dalla scatola (ma è comunque più facile dei 41 kg dell'800.2!).

Perché lo schermo?

Al centro c'è un grande display OLED bianco, con grandi pulsanti rotanti a sinistra e a destra. Forse ti starai chiedendo perché il display si trova su un amplificatore fono? Non è proprio tipico di un dispositivo analogico. In questo caso si tratta di un'aggiunta intelligente piuttosto che di una trovata. Con Nu-Vista Vinyl 2, non è necessario armeggiare con dip switch o altri interruttori scomodi per impostare correttamente il dispositivo per una cartuccia specifica. Puoi farlo qui attraverso il menu sullo schermo. Questo si adatta al profilo di un utente a cui piace provare davvero articoli diversi.

C'è anche un telecomando sorprendentemente robusto con Vinyl 2. È lo stesso telecomando realizzato da un unico pezzo di alluminio degli altri Nu-Vista, ma con tasti modificati. Ciò ti consente di aumentare o diminuire il guadagno (e hai anche opzioni estreme) e caricare durante l'ascolto. Oppure attiva il filtro della velocità subsonica in tre passaggi.

Non solo Rea

I veri collezionisti di vinili a volte si imbattono in dischi che utilizzano una formula diversa. Ci hanno pensato anche in Musical Fidelity. È possibile sostituire una curva RIAA standard con una della Columbia o della Decca tramite il menu su schermo o il telecomando. È interessante fare qualcosa con un album che ha una curva RIAA e sentirai immediatamente come suonano le curve di equalizzazione diverse ma molto popolari. Mentre ascoltiamo Random Access Memories e proviamo le tre opzioni, possiamo immaginare che alcune persone stiano scegliendo intenzionalmente la curva di equalizzazione sbagliata.

READ  I fossili più antichi dell'uomo moderno nell'Africa orientale sono almeno 30.000 anni più vecchi di quanto si pensasse

Il lato positivo per i collezionisti di giradischi è che Vinyl 2 ricorda tutte le impostazioni della cartuccia e la selezione della curva per ciascun ingresso. In questo modo puoi passare facilmente da un giradischi all'altro. Successivamente, potresti non aver più bisogno delle informazioni sullo schermo, nel qual caso puoi oscurarle in modo quasi invisibile.

Potere Novistor

Il modo in cui è possibile regolare le impostazioni con il telecomando e l'aspetto non sono gli unici motivi per cui un ascoltatore esigente sceglierà Nu-Vista Vinyl 2. Forse il motivo più importante è interno, il che spiega il nome Nu-Vista. Dopotutto, si tratta di un amplificatore bilanciato in Classe A dal design discreto con uno stadio valvolare basato su otto valvole Nuvistor 7586. Queste non sono valvole intermedie come potresti immaginare. I nuvistori rappresentavano tecnologicamente l'ultimo passo avanti nella tecnologia dei tubi, sviluppato quando (e siamo onesti: molto più convenienti) le soluzioni a stato solido erano già in ascesa.

I Novistors aggiungono sicuramente qualcosa in termini timbrici, ma in maniera molto modesta rispetto ai classici tubi a triodo. Anche il resto dell'architettura del Vinyl 2 è impressionante, ad esempio la costosa sezione EQ passiva. Il principale punto di interesse (proprio come con altri dispositivi Nu-Vista) è l'alimentatore. Oltre al grande trasformatore toroidale, il dispositivo è dotato di filtri di potenza a banda larga, comprese le interferenze CC. Noterai anche questo, perché il dispositivo è completamente silenzioso tra i brani. Il basso rapporto segnale/rumore è importante anche per riprodurre i più piccoli dettagli catturati da una cartuccia MC a basso rendimento.

Il paradiso del vinile

Abbiamo inserito su X2 B “Il Viaggio” della cartuccia MC9, il nuovo album di Melanie Di Biasio uscito in autunno. È diventato un lavoro distintivo, in cui l'artista belga ricerca le sue radici italiane e le traduce in canzoni che sembrano molto personali. Vinyl 2 riesce a trasmetterlo con successo. Ad esempio, la frase “Non mi inginocchio mai per pregare” risuona nell’aula d’esame in modo molto accattivante. Di Biasio borbotta più di quanto canti, con la stessa attenzione come se si trovasse su un ampio sagrato – il che, ovviamente, è proprio il punto. È impressionante: tutti gli aspetti di questa bellissima registrazione del cantante jazz belga sono rivelati da Nu-Vista Vinyl 2, ed è un'esperienza ricca e profondamente soddisfacente. Abbiamo potuto ascoltare De Biasio dal vivo a Bruxelles alla fine dello scorso anno, ma questa versione in vinile non è da meno. Può essere molto semplice in termini di configurazione, ma in questo sistema la fedeltà musicale garantisce che possiamo veramente sentire le dimensioni della stanza. Ci sono anche molti dettagli fini che possono rapidamente scomparire sullo sfondo con una composizione diversa. I suoni armonici del pianoforte, il morbido flauto e soprattutto il fischio degli uccelli in lontananza in sottofondo… serviamo tutto.

READ  Parti mobili della cartella Mac: cosa ne fai?

Anche i brani della parte di ascolto, come il prodotto dell'album di riferimento Marantz, vengono eseguiti in modo forte. La sincerità musicale aspira all'autenticità assoluta; C'è meno colorazione e più neutralità di quanto potresti aspettarti quando senti la parola “tubi”. Forse la cosa più potente di Vinyl 2 è che, se il giradischi e la testina sono impostati correttamente, ti fa subito capire che i dischi possono offrire qualità ed esperienza incredibili. Meglio dello streaming? Bene, non avremo questa discussione (tecnicamente nessuna discussione è effettivamente possibile), ma con questo dispositivo e le altre parti giuste, non sarai tentato di preoccuparti di questo tipo di confronti.

Conclusione

Acquistare un subwoofer per più di 10.000 euro non è ovviamente una cosa negativa. Si può dire lo stesso della sua impronta. Ma ottieni un ottimo dispositivo che ottiene il massimo dal tuo vinile. La completa assenza di rumore, grazie all'alimentatore avanzato, e il suono morbido e organico del palco nuvistor rendono Nu-Vista Vinyl 2 un altoparlante che farà suonare la tua collezione di vinili della massima qualità.

Aggiungi le ampie opzioni di regolazione che puoi impostare comodamente dal tuo divano e stai parlando di un amplificatore che non perderà un colpo e soddisferà anche i lettori di vinile più esigenti. Uno per pochi felici, senza dubbio, ma non abbiamo dubbi che saranno davvero felici.