QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Roy Batteau e l’hairstylist Inge Dales viaggiano in Italia con i loro tre figli

Dopo una lunga consultazione, la famiglia Batteu-Daels ha scambiato la propria casa in Wervikstraat a Zillebeke con una tipica casa italiana a Frontino, in provincia di Pesaro-Urbino, sulla costa adriatica.

Roy (41) è un falegname falegname e manager di Bourdon Pateau. Il parrucchiere è qui (40). Acquistarono una spaziosa casa italiana in Italia e poco dopo vendettero la loro casa in Verwigstraat a Zillebeke. Tutto è ora in preparazione per il trasferimento definitivo in Italia a metà luglio.

“Questa mossa è stata preceduta da una lunga strada”, dice Inge. “Sono 18 anni che trascorriamo le nostre vacanze in Italia. La zona è diventata la nostra seconda casa. Volevamo vivere lì da molto tempo. Cinque anni fa avevamo già messo gli occhi su una casa in Italia. La casa è stata messa in vendita alla fine dell’anno scorso. Abbiamo saputo che è stato venduto a un italiano. Quattro settimane dopo, le vendite sono diminuite e abbiamo avuto un’opportunità. Non ne dubitiamo. Il nostro sogno di lunga data si è avverato.

“I bambini ci vogliono un po’ per abituarsi, ma sono ben preparati”.

Roy e Inge hanno tre figli e sicuramente andranno a vivere con loro. Anche Lore (14), Lendl (11) ed Ennio (4) stanno diventando un po’ italiani. “Bisogna viverci quattro anni per avere la cittadinanza italiana, ma non dovrebbe essere un problema. Non vogliamo venire qui dopo qualche mese”, continua Inga. “Ci adatteremo velocemente, ma ci vorrà del tempo per abituarci ai bambini, ma sono ben preparati. La prima cosa è conoscere la lingua. Tutti e tre parlano correntemente l’italiano e hanno frequentato un corso aggiuntivo di italiano. Lo hanno già fatto visto la loro nuova scuola e sono già iscritti.

READ  Ciclismo in TV 11 ottobre 2021 | Goditi un'incredibile vista sulle montagne in Italia!

“Lore va al primo superiore (terza secondaria), Lenticchia frequenta la prima media (prima media) ed Ennio è in moderna (scuola materna). L’anno scolastico inizia nella terza settimana di settembre. Per loro tutto sarà nuovo. Noi li aiuteremo per quanto possibile nei primi mesi Seguiranno i loro amici, anche se si stabiliranno molto rapidamente.

Entra in azione

Roy continuerà il suo lavoro di falegname e falegname in Italia e qui come parrucchiere. “La nostra nuova casa è in perfetto ordine. C’è abbastanza spazio per ospitare due appartamenti al primo piano e al primo piano. Diamo un anno per organizzare tutto per ricevere gli ospiti. Tutti i lavori di ristrutturazione sono fatti da maestranze locali. Costa molto di soldi. Ma Roy si rimbocca le maniche e apporta lui stesso le modifiche necessarie. Può”, continua qui.

“Ovviamente non si va in Italia senza un piano, e ce l’abbiamo in mente da molto tempo. Ovviamente c’è molta burocrazia coinvolta. D’altra parte, non puoi semplicemente andare a vivere in Italia. Puoi provvedere da solo. Bussare direttamente alla porta dell’OCMW locale non è un’opzione. Facciamo bene in tutti i settori. Dobbiamo dimostrare che possiamo integrarci e fornire prove di reddito.

Reazioni positive

La notizia della morte della famiglia si è diffusa a macchia d’olio nella zona. “Non ci stiamo muovendo verso la fine del mondo, ma è comunque un grande passo”, affermano Roy e Inge. “Sappiamo dove andremo a finire. Il tenore di vita è paragonabile al nostro qui. Siamo in buona forma in termini di opportunità di lavoro e opzioni di studio. La vita è un po’ più tranquilla lì. Lo stress è un po’ meno, però non è questo il motivo per trasferirsi.

READ  In Italia trattano i tessuti di cotone con tecnica

Roy e Inge hanno ricevuto molte reazioni positive dopo la loro decisione. “I genitori di Roy ei miei sono decisamente preoccupati, ma ci stanno supportando nella nostra decisione. Famiglia, amici e conoscenti assecondano il nostro desiderio e ovviamente possono sempre venire in Italia. Sanno che vinceremo nella nuova patria”. (CE)