QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Studio: ulteriore immunità alla variante delta dopo l’infezione con la variante omicron

Fuori (non ancora revisione paritariae prestampaRicerca sudafricana Dimostra che le persone infette dalla variante Omicron di covid-19 hanno una migliore protezione naturale contro la variante delta di covid-19 dopo due settimane. Tuttavia, questo è uno studio su piccola scala basato sui dati di solo tredici persone con la variante Omicron. Sette persone su tredici erano completamente vaccinate.

Quattordici giorni dopo l’infezione con la variante Omicron, l’immunità contro la variante Omicron non solo era superiore di quattordici giorni rispetto a prima dell’infezione, ma anche la protezione contro la variante Delta era 4,4 volte superiore. Nei soggetti vaccinati, l’aumento della protezione sembrava essere meno variabile rispetto ai soggetti non vaccinati.

nuovo percorso pandemia

Il professor Alex Segal, responsabile della ricerca per questa ricerca presso Istituto Africano di ricerca sanitaria, Sulla sua ricerca:

“Una migliore protezione contro la variante delta nelle persone con la variante omicron potrebbe portare a un minor numero di re-infezioni con la variante delta in queste persone. Se la variante omicron risulta essere meno patogena, si può concludere da ciò che l’epidemia, a almeno per il momento, seguirà un percorso diverso man mano che la variante Omicron prenderà il posto della variante Delta. Avremo quindi molti meno problemi di Covid-19 nella nostra vita quotidiana”.

Ricerche precedenti hanno già dimostrato che la variante Omicron Probabilmente è meno fastidioso della variante delta. Ecco come viene calcolata l’affidabilità Imperial College di LondraLa possibilità di un ricovero di almeno una notte con sintomi di Covid-19 dopo l’infezione con la variante Omicron è inferiore del 40% rispetto alla variante Delta.

READ  Sviluppare per la prima volta un vaccino contro la malaria altamente efficace ...

Nessun codice nero

Martedì, il medico del centro olandese Diederik Gummers ha dichiarato: In un podcast di BNR “Il numero di pazienti ricoverati in ospedale è molto inferiore al previsto”.

Quindi Gommers ha definito le prospettive “promettenti”:

“Ci aspettiamo che l’omikron continui a diffondersi in modo aggressivo, portando più persone negli ospedali e nelle unità di terapia intensiva, ma non un’aspettativa tale da non poterla gestire”.

Secondo Gommers, la temuta modalità di Code Black è scomparsa alla vista:

“No, non è uno scenario di codice nero. Questa è ancora una cattiva possibilità, ma sono contento che lo scenario nero sia finito.”

Fonti utilizzate:
MedRxiv
AHRI
BNR

Leggi anche:

Nuovi dati: variante Omicron ancora meno problematica della variante Delta
La variante Omicron sembra ridurre la malattia al momento
“La banca del sangue Sanquin conferma: i pazienti che assumono Omicron meno frequentemente sulla cistite interstiziale”


Annunci


Leggi anche questi articoli

Corona virus omicron covid 19

Nuovi dati: variante Omicron ancora meno problematica della variante Delta

Corona virus omicron covid 19

“La banca del sangue Sanquin conferma: i pazienti che assumono Omicron meno frequentemente sulla cistite interstiziale”

Corona virus

La variante Omicron sembra ridurre la malattia al momento

impollinare

“Grazie alla variante omicron, il colpo di spinta è ora più importante che mai”

Marcel van Rosmalen

Marcel van Rosmalen – ‘A VARA tutti dicono di non parlare dell’alternativa sudafricana’


Quasi tutti i vaccinati in ospedale sono anziani o hanno una malattia


L’antidepressivo fluvoxamina può funzionare bene contro gli effetti del COVID-19


Gli individui vaccinati trasmettono la variante delta il 63% in meno rispetto ai non vaccinati


L’uomo diffonde la bufala del Covid19 su Facebook, si condanna a 15 mesi di carcere


Colorado: i trapianti di organi non sono più possibili per le persone non vaccinate


Il Dottore Pazzo dichiara freddamente che “lottare contro la sovrappopolazione è l’agenda nascosta del governo”.


Variante “Covid Delta”, un incubo horror di morte


Medico. Carla Peters – I dispositivi di protezione e la comunità dei test mettono a rischio il sistema immunitario naturale


“Restrizioni alla libertà da Covid-19: sospetto che molte puttane isteriche aiutino a definire la politica”


Sempre più scienziati prevedono un futuro desolante per Covid19, nonostante il vaccino


Carla Melker – Un culto del Covid alza barriere sempre più alte alle persone che vogliono fare scelte indipendenti