QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Thibau Nys ora sta mostrando un'ottima forma anche in Norvegia, e il rientrante Van Aert deve superare la recente salita

Thibau Nys ora sta mostrando un'ottima forma anche in Norvegia, e il rientrante Van Aert deve superare la recente salita

Ora anche in Norvegia, Thibaut Ness ha dimostrato di avere ottime gambe ultimamente. Il nostro giovane connazionale della Lidl-Trek è stato il migliore sulla difficile salita finale dopo un ottimo lavoro di preparazione da parte del compagno di squadra Mathias Vacek. Wout van Aart, che ha percorso il suo primo chilometro competitivo in due mesi, non ha avuto altra scelta che passare la finale.

Il ritorno di Wout van Aert al Giro di Norvegia è iniziato con una tappa per i pugili.

Sette corridori hanno colorato la tappa iniziale. Erano presenti, tra gli altri, Lennert Teugels e Abram Stockmann. Non è stato dato loro molto spazio. Il loro anticipo massimo è stato di 1'15″.

Nel gruppo, la Lidl-Trek aveva piena fiducia in Thibau Nys. Ha guidato l'inseguimento tutto il giorno.

Con una certa accelerazione su alcune salite, i fuggitivi hanno faticato. Nel frattempo, le cose si stavano muovendo molto rapidamente per Timo Rosen. I sei sopravvissuti alla fine morirono solo prima della salita finale, a 4 chilometri dal traguardo.

Vacek licenzia Nys

Diverse squadre sono riuscite a raggiungere la rampa finale. Anche Wout van Aert sembrava volersi mettere in gioco, ma a due chilometri dal traguardo era al limite. Ha dovuto mettersi da parte.

L'ultimo chilometro è stato il più duro con pendenze superiori al 10%. Questo è stato il segnale per Matthias Vasek (Liddle Trek) di prendere l'iniziativa. Il capo Thibaut Ness lo seguì presto.

Il ritmo dei cechi era così alto che nessun altro riusciva a raggiungerlo. Nys bloccato al volante.

READ  Lotto-Dstny: “Se avremo un'altra stagione come questa, è opportuno tornare nel WorldTour”

Il belga ha preso il controllo a 200 metri dalla fine. Adne Holter e Axel Laurance avanzarono, ma Nys li tenne a bada facilmente. Dopo le vittorie in Romania e Ungheria, ha segnato anche in Norvegia.

Nys è anche il favorito nella corsa a tappe di quattro giorni. Domani i corridori affronteranno la tappa più difficile. L'arrivo è a 5,5 chilometri con una pendenza dell'8,8%.

Fase dopo fase

Thibaut Nice vince in Norvegia!

Thibaut Ness vince grazie ad un fortissimo Vasek. Continua ad accumulare vittorie dopo vittorie in Romandia e Ungheria. Adne Holter è al secondo posto e Axel Lawrence al terzo.

Vashik mantiene il ritmo alto. Gli inseguitori non si avvicinano. Il Nice lo finirà?

In realtà c'è un divario dietro Vacek e Nys. Il duo Lidl-Trek si distingue dagli altri.

È il momento dell'ultimo chilometro ripido. I piloti Tudor e Uno-X occupano i primi posti. Nys è al volante del compagno di squadra Vacek. Anche Lawrence è ancora lì.

Passa Van Aert

Wout van Aert si è impegnato molto, ma deve essere cancellato dalla lista. Nys è ancora in ottima posizione a due chilometri dal traguardo.

Da allora Theodor ha preso il sopravvento. Marco Brenner è ancora davanti al campione svedese Eriksson.

Van Aert si muove ancora bene vicino a Nys. Può competere immediatamente per la vittoria di tappa? Altri 3 chilometri!

Riassemblaggio

Salendo in cima, il gruppo di testa viene catturato con Teugels e Stockman. Uno-X prende il comando.

Imbarco al Voss Resort

Ci saranno altri 4 km di salita verso il traguardo. Si tratta di una media del 6%, ma soprattutto l'ultimo chilometro sarà doloroso. Le percentuali superano costantemente il 10%. Questa finale è molto difficile per i corridori.

I sei leader continuano a ruotare bene e a mantenere le distanze. Probabilmente sarebbe un rallentamento, perché mezzo minuto non basterebbe sulla rampa finale.

Preferito

Thibau Nys potrebbe definirsi il favorito. Il mese scorso ha vinto tappe al Tour de Romandie e al Giro d'Ungheria. Questo traguardo, con il suo ripido chilometro finale, gli calza come un guanto. Altri uomini da tenere d'occhio sono Bart Lehmen, Axel Lawrence, Marco Brenner e Lorenzo Rota.

Van Aert è vigile in testa al gruppo

Questo contiene contenuti inseriti da uno dei social network su cui desideri scrivere o leggere cookie (🕏). Non hai dato il permesso per questo.

Il gruppo di testa è ancora in difficoltà. Con Abram Stockman come motore, i Runaways hanno ancora una volta un vantaggio di 25 secondi. Nel gruppo la tempesta verso la finale non è ancora iniziata.

Nessun giorno per Hayter?

Ethan Hayter non sembra in grado di ottenere una spinta immediata per questo tour in Norvegia. Il britannico è rimasto in fondo al gruppo tutto il giorno e non è riuscito a risalire. Quindi non sembra avere un ruolo importante.

La storia dei sei fuggitivi è quasi finita. Non esiste un inseguimento organizzato nel gruppo, ma a causa della battaglia per la posizione il divario si è presto ridotto molto.

Visma-Lease a Bike mette il naso nel finestrino. Van Aert viaggia nell'ultima posizione del treno. Raggiungerà il livello degli altri oggi? Oppure Quinn Bowman e Bart Lehmen sono le pedine avanzate?