QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tintin al Museo delle Macchine | Standard

STroma

pluralità Esce venerdì 4/3.

Sono passati nove anni da allora Piazza Racine Out, il secondo album di Stromae. Dopo “Alors on danse” dal primo album formaggio (2010) è stato un successo mondiale inaspettato – è stato il numero 1 delle classifiche in diciannove paesi – e questo secondo disco è stata la grande affermazione del residente a Bruxelles. È stato l’album più venduto in Francia per due anni consecutivi, spingendo canzoni come Papaoutai e Formidable Stromae al Madison Square Garden di New York.

Quello che è successo dopo è ben noto: durante un tour in Africa nel 2015, il cantante ha lottato con gli effetti collaterali del farmaco per la malaria Lariam. In combinazione con un programma di feste estenuante, questo ha causato attacchi di ansia, quindi Stromae ha deciso di dire addio ai riflettori e diventare di nuovo Paul Van Haver.

Ma ora il maestro è tornato. Venerdì arriva il suo terzo album pluralità Sugli scaffali dei negozi e sui servizi di streaming. Possiamo solo consigliarti di metterlo nel tuo diario.

In uno spettacolo popolare in cui le persone cercano sempre più nell’antichità, Stromae fa un’onesta ricerca di suoni che non hai mai sentito insieme prima.

Stromae apre il tabellone come un guerriero che ha appena schiacciato la sua bestia nera. Nel rap vivace di “Invaincu’s ‘shake'”Putin de Maladylontano da se stesso. †Tant que je suis en vie / je suis invaincuSembra che non sia privo di orgoglio. Ma sarà un record biografico pluralità Mai davvero. Stromae vuole farti pensare, e lo fa con i personaggi. L’intelligente “Fils de Joie” è presentato dal punto di vista sia di una prostituta bambina che di un bambino magnaccia, forse anche la stessa persona. Anche la solitudine gioca in questa dualità: c’è Nicholas, un donnaiolo che soffre di solitudine (in quanto celibe) e noia (all’interno di una relazione). Più tardi nel “Mauvaise Journal / Bonne Journalee” ha anche mostrato come una persona può vivere lo stesso giorno, buono o cattivo che sia, a seconda della gamba con cui si è alzato dal letto. Nessuno è un monolito, sembra voler dire Stromae: così sappiamo subito da dove viene il titolo di questo album.

READ  Aaron Carter e la sua ex fidanzata si sono lasciati per la seconda volta, polizia e protezione dei bambini alla sua porta | celebrità

Addio Eurodance

Ciò che spicca è la musica nell’ombra di quelle storie. Le canzoni di Stromae sono sempre state basate su campioni forti o hook automatici che estraeva dal suo laptop, basti pensare al ritornello quasi senza parole di “Alors on danse”. Ora usa anche questa tecnica: nel singolo “L’enfer” (che rimane anche in questo album come caratteristica), un campione sorprendente e ben diretto che esprime depressione”pensées qui me font vivre enfer† Ma Stroma avrà molto senape anche altrove. “Santé” è supportato da uno straordinario ritmo colombiano e “Bonne Journalee” è colorato con toni orientali.

Ape focalizzare il talento Un residente di Bruxelles ha sottolineato che questa è un’ode ai suoi viaggi che ha fatto con sua madre in paesi come Bolivia, Perù, Mali e Messico, e allo stesso tempo un cenno alle feste di quartiere dove suonava la salsa sudamericana, zuk delle Antille e rumba congolese. Prima di allora, Stromae fece quello che sembra essere un viaggio attraverso il Museo degli strumenti musicali. Conoscevi erhu, un tipo di violino cinese? Li sentirai sicuramente in “solitudine”. Lo zorna ti dice qualcosa? In “ad” senti quell’oboe turco. E la chitarra boliviana Charango? È in “C’est que du bonheur”. Ogni volta, questi non vengono campionati, ma interpretati da esperti: questo si chiama usare la tua influenza come star globale.

Ciò significa che i composti dell’Eurodance a cui è sempre legato lo stroma dovrebbero cedere in larga misura. Quelle voci sono scolpite Piazza Racine Su una pista da ballo glamour: canzoni come “Bâtard” e “Tous les mimes” avevano testi complessi, ma erano anche impossibili su cui concentrarsi. A quel tempo, ciò fece mordere una strana anatra in “Quand c’est”, un cupo grido di disperazione per il cancro. Ma pluralità Sente meglio e comprende meglio perché quella canzone compare tra le inevitabili vecchie canzoni mentre Stromae passa in Paleis 12: ora è meno interessato alla pista da ballo, e più alla storia.

Stromae a Palazzo 12: Il Maestro e la Leggenda

Questa messa a fuoco spostata appare a metà pluralità, un trio di canzoni che si basano meno su invenzioni musicali e più su testi complessi. In “Riez”, questa è la discesa della scala sociale basata su desideri e ambizioni: quando Stromae scende sul gradino più basso dei sans-papiers, scopre che possono solo sognare i sogni. ‘Pas vraiment’, invece, dipinge una coppia divergente, mentre ‘C’est que du bonheur’ nasconde la delusione della genitorialità: ce ne sono tante.Bonore‘ E il ‘aereo‘, ma anche ‘Perché vomito, cacao e vomito lampone le resto

scuola francese di chanson

Questa narrazione evoca echi della scuola chanson di Charles Aznavour, Edith Piaf e soprattutto Jacques Brill. Sin dall’inizio, Stromae è stato paragonato ai suoi concittadini morti nel 1978, e l’estro drammatico con cui interpreta “Mauvaise journalee/Bonne Journalee” rende quell’associazione più forte che mai. Anche l’umorismo gentile nella gemma nascosta “Mon Amour” ricorda Brel: Stromae dipinge un corridore che si rende conto di cosa ha perso solo dopo che sua moglie è uscita. Il suo gusto, il suo odore e… la sua conoscenza di come funziona una lavatrice.

Tutto questo fa pluralità Un viaggio infinito di scoperta. “Fils de Joie” da solo vale un dottorato di ricerca: sentirai una percussione brasiliana, un suono di arpa barocca e un suono simile a un campione quando digiti qualcosa in Facebook Messenger: non dovrebbe funzionare, ma funziona . Nella scena pop dove sempre più antichità (con anni 80synthpop e poppunk degli anni 2000 come gli ultimi esempi), Stromae fa una vera ricerca di suoni che non hai mai sentito insieme, risultando in un’ottima esperienza di ascolto.

Da quando Stromae si è preso una pausa, la scena musicale è cambiata. Il gruppo di ragazzi coreani BTS è il gruppo più venduto al mondo per il secondo anno consecutivo e cantanti reggaeton di lingua spagnola come J Balvin (Colombia) e Bad Bunny (Porto Rico) dominano le classifiche di Spotify alla fine dell’anno . Sembra che ci sia ancora un divario nel mercato per la Francia. Forse Stromae può riempirlo al Coachella ad aprile.