QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Una sfrenata celebrazione pubblica della vittoria del Marocco è stata funestata da incidenti: un uomo che perdeva le dita e poliziotti che lanciavano pietre

Subito dopo la partita, vinta dal Marocco, centinaia di tifosi sono scesi in piazza sia a Bruxelles che ad Anversa per festeggiare la vittoria. Ad Anversa, il Sint-Bernardsesteenweg è stato chiuso dalla polizia e il traffico degli autobus è stato deviato. A Bruxelles il mercatino di Natale è stato chiuso agli appassionati di calcio per sicurezza.

“Dopo la partita di calcio, Zuidlan in direzione di Anderlechtse Poort e Poincarélaan da Ninoofsepoort sono stati preventivamente chiusi al traffico, così come il tunnel di Hallepoorttun in direzione sud”, ha detto la portavoce della polizia Ilse van de Keere da Bruxelles. La polizia sabato sera durante un interrogatorio.

C’erano canti e sbandieratori. Qua e là venivano lanciati fuochi d’artificio e bombe. Ma sembra che, a differenza delle partite precedenti, la calma rimarrà.

Tre tifosi dopo la partita di Bruxelles. ©Gianni Barbioux

Sia a Bruxelles che ad Anversa, i genitori marocchini hanno formato una catena umana per evitare scontri tra giovani e polizia. All’inizio della giornata, avevano ricevuto le congratulazioni, tra gli altri, dal ministro dell’Interno Anneliese Verlinden (CD&V).

Tuttavia, non hanno potuto impedire che l’atmosfera si facesse più cupa nelle ore successive alla partita e piccoli gruppi di giovani lasciassero l’area della festa per confrontarsi un po’ con la polizia.

A Kiel, tra l’altro, è stata rapinata una vecchia stazione di polizia e la polizia ha dovuto pagare per questo.

Questo contiene contenuti incorporati da una rete di social media che desidera scrivere o leggere cookie. Non hai dato il permesso per questo.

sballato

A Bruxelles, dove attendevano circa 500 poliziotti e due camion mitragliatrici, dei giovani si sono attrezzati in un cantiere. Ben presto, la polizia è stata presa a sassate e i finestrini delle auto sono stati rotti.

“I nostri servizi sono intervenuti per piccoli gruppi di facinorosi che hanno lanciato proiettili contro i servizi di sicurezza e utilizzato fuochi d’artificio vicino a Poincarelan e alla Flying Square a Bruxelles e su Parabellen ad Anderlecht”, afferma Van de Kere.

©Gianni Barbioux

L’unica buona notizia è che questa volta i disordini non sono durati quanto in passato. Forse il freddo ha qualcosa a che fare con questo.

Un uomo è rimasto gravemente ferito

Una persona è rimasta gravemente ferita a Kiel. Un uomo ha perso tre dita nell’esplosione di un petardo. La polizia gli ha prestato i primi soccorsi ed è stato portato in ospedale. Dopo l’incidente, i giovani sono partiti in gruppi.

In quel momento a Bruxelles erano schierati cannoni ad acqua e si preparavano ad intervenire i servizi dell’Ordine e la cavalleria della Polizia Federale. Ma alla fine non ci arriverà. Dopo che la polizia aveva già usato più volte gas lacrimogeni, la pace è stata ristabilita.

Qua e là nel centro di Bruxelles, soprattutto a Lemonnierlaan, sono stati fatti dei danni e le auto avevano i finestrini rotti.

A Bruxelles la polizia ha arrestato 59 facinorosi. Ci sono dozzine di arresti ad Anversa. Lì sono state sequestrate anche due auto.

“Gli occupanti di un veicolo con targa olandese fingevano di essere la ‘Securité d’Etat’ marocchina. Il veicolo era dotato di una luce lampeggiante blu”, ha detto un portavoce della polizia di Anversa.

©Gianni Barbioux

©AP

© BELGA

© BELGA

© BELGA

©Reuters

READ  L'arancione torna in vetta: la maglia gialla Voss è il più veloce nello sprint di Rosheim | Tour de France 2022