QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un’acrobata russa sta lottando per la propria vita dopo che il suo trapezio ha ceduto  al di fuori

Un’acrobata russa sta lottando per la propria vita dopo che il suo trapezio ha ceduto al di fuori

Un’acrobata russa sta lottando per la sua vita dopo che uno spettacolo di trapezio è andato storto a Barnaul, in Siberia, giovedì scorso. Maria Smitanova, 23 anni, è caduta per circa cinque metri senza rete di sicurezza. In autunno ci atterrò sopra e dopo rimasi immobile. Avviso: il potente impatto sulla Terra è tagliato nel video qui sotto, ma le immagini possono comunque essere vissute come scioccanti.

Smetanova rimase appesa a testa in giù all’altalena, ma all’improvviso allentò la presa. Una sua collega è corsa in suo aiuto e ha chiamato immediatamente i soccorsi. Non osava toccarla, forse per paura di aggravare le sue ferite. Gli spettatori, molti dei quali erano bambini, guardavano con orrore.

Smetanova è in terapia intensiva e non è ancora cosciente. Dai primi accertamenti è emerso che, tra le altre cose, aveva riportato la frattura del cranio, una commozione cerebrale e la frattura di un braccio. Al pubblico è stato rimborsato il costo del biglietto d’ingresso.

Funziona bene nel video qui sotto.


“calcio sull’adrenalina”

Ulteriori ricerche dovrebbero mostrare se le norme di sicurezza del circo sono state adeguatamente rispettate. Le offerte continueranno per il momento.

READ  Gli scienziati scoprono come le zanzare hanno sempre un piano per pungerci | gli animali

La stessa Smetanova non proviene da una famiglia circense. In una precedente intervista ha affermato di “sentire l’adrenalina dell’esibizione”.

Megan Christian si è rotta il collo in tre punti diversi. ©Facebook

“Tutti pensano che io sia pazzo.”

Due anni fa, l’artista circense britannica Megan Christian, 21 anni, ha vissuto qualcosa di simile. La giovane si è poi rotta il collo in tre punti diversi, ma la resa non rientra nel suo vocabolario. Otto mesi dopo, è di nuovo in attività, pronta ad accettare un nuovo lavoro.

“Sai che ci sono dei rischi”, ha detto al suo ritorno. “Fai un lavoro in cui il tuo corpo deve contorcersi in curve innaturali. Ora che ho una seconda possibilità, penso in modo diverso su certe cose. Tutti pensavano che fossi pazzo a tornare, ma il circo è nel mio sangue . Tutti quei volti sorpresi di bambini, quello che faccio per lui.”