QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un’alimentazione sana riduce il rischio di demenza





© HealthNet


Un nuovo studio dell’Università di Maastricht riporta che mangiare cibi sani può ridurre il rischio di sviluppare la demenza. Secondo la ricerca, la demenza può essere rilevata con anni di anticipo attraverso scansioni cerebrali di persone con uno stile di vita malsano, riporta RTL Nieuws.

Le persone che conducono uno stile di vita malsano includono forti fumatori, bevitori di alcol e persone che mangiano solo cibi grassi.

Lo studio ha esaminato il cervello e lo stile di vita dei partecipanti. Ciò indica che il primo danno cerebrale è legato allo stile di vita delle persone. “Questo può essere visto anche in punteggi più bassi nei test di capacità di pensiero”, ha detto a RTL Nieuws il ricercatore Sebastian Koehler dell’Università di Maastricht.

“40% in meno di demenza”

Secondo lui, questo danno iniziale rischia di essere rallentato dalla modifica dello stile di vita. “Se guardi al tuo stile di vita di mezza età e lo migliori dove necessario, puoi comunque limitare e ridurre i danni. Se adotti uno stile di vita sano in generale, la demenza sarà ridotta del 40%, anche se probabilmente è un po’ un’utopia”.

tutta la dieta

Ondine Nieuwerth-van de Rest, esperta di nutrizione presso l’Università di Wageningen, racconta a RTL Nieuws cosa non dovresti mangiare e cosa dovresti mangiare. “Dovresti mangiare meno dolci, biscotti e carne, mentre dovresti mangiare più cereali integrali, verdura e frutta. Questa è anche chiamata dieta MIND”.

READ  Oltre al COVID, migliaia di belgi hanno anche contratto una grave infezione fungina... La metà di loro non è sopravvissuta