QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Wall Street si scrolla di dosso le preoccupazioni sui tassi di interesse

Wall Street si scrolla di dosso le preoccupazioni sui tassi di interesse

(ABM FN-Dow Jones) I mercati azionari statunitensi hanno chiuso in rialzo venerdì, ma sono scesi su base settimanale. Questa è stata la settimana peggiore dell'anno per il Dow Jones, che ha perso oltre il 2%.

Venerdì l'S&P 500 ha iniziato il fine settimana con un guadagno dell'1,1% a 5.204,34 punti, il Dow Jones è salito dello 0,8% a 38.904,04 punti e il Nasdaq ha chiuso in rialzo dell'1,2% a 16.248,52 punti.

Mentre giovedì Wall Street ha ceduto alle preoccupazioni sui tassi di interesse, venerdì gli indici di New York sono riusciti a salire, nonostante un forte rapporto sull'occupazione negli Stati Uniti e tassi di interesse più alti.

Diversi direttori della Federal Reserve, tra cui il presidente Jerome Powell, hanno chiarito la scorsa settimana che non hanno fretta di tagliare i tassi di interesse. Un politico, Neel Kashkari, ha addirittura suggerito che esiste la possibilità che i tassi di interesse non scendano affatto quest’anno se l’inflazione rimane persistente.

Ma il direttore degli investimenti di ING, Simon Wiersma, ha sottolineato che “Kashkari non ha voce in capitolo nelle riunioni politiche della Fed quest’anno”.

Tuttavia, l'importante rapporto sull'occupazione statunitense pubblicato venerdì sembra giustificare il tono aggressivo della Fed. A marzo sono stati aggiunti 303.000 posti di lavoro, rispetto ai 200.000 previsti e dopo una crescita occupazionale di 270.000 posti a febbraio.

Il tasso di disoccupazione e la crescita salariale dovrebbero essere rispettivamente del 3,8% e del 4,1%. Gli ultimi dati potrebbero aver soddisfatto gli investitori, poiché la crescita dei salari a febbraio è stata del 4,3% su base annua.

Gli analisti di Nomura hanno affermato che il rapporto sull'occupazione dimostra che l'attuale politica della Fed non sta rallentando seriamente la crescita economica degli Stati Uniti.

READ  Questa auto elettrica pura è ora l'auto più venduta al mondo | auto

“È improbabile che i dati positivi sull’occupazione impediscano i tagli dei tassi di interesse, ma i funzionari possono pazientemente avviare un ciclo di allentamento”, ha affermato la BoJ.

Il FedWatch Current Tool del CME ha mostrato venerdì che la possibilità di un taglio del tasso di interesse a giugno dopo il rapporto sull'occupazione negli Stati Uniti è scesa a poco più del 50%, da oltre il 60% in precedenza. Il rendimento delle obbligazioni decennali negli Stati Uniti è salito al 4,40%, il livello più alto dal novembre dello scorso anno.

Il credito al consumo statunitense è aumentato meno rapidamente a febbraio rispetto al mese precedente. Lo ha annunciato venerdì sera la Federal Reserve. Il credito al consumo è aumentato di 14,1 miliardi di dollari a febbraio, dopo un incremento di 17,7 miliardi di dollari a gennaio.

La prossima settimana ci attendono nuovi dati sull’inflazione dagli Stati Uniti, e anche i primi dati finanziari statunitensi daranno il via alla stagione degli utili. Gli analisti si aspettano che JPMorgan Chase riporti profitti più elevati nel primo trimestre, mentre Citigroup e Wells Fargo avrebbero registrato un calo. Gli analisti della CMC sono particolarmente curiosi riguardo alle prospettive della banca pesante JPMorgan.

Venerdì sera l'euro/dollaro veniva scambiato a 1,0835. I prezzi del petrolio sono aumentati ulteriormente nel periodo precedente al fine settimana. Con la chiusura di venerdì di 86,91 dollari, il prezzo del barile di petrolio greggio WTI è aumentato dello 0,4% su base giornaliera. In leggero rialzo anche il prezzo del barile di Brent.

Su base settimanale, i prezzi del petrolio sono aumentati di oltre il 4% a causa delle continue tensioni in Medio Oriente e dei timori di un conflitto più ampio che coinvolga l’Iran. Nel frattempo, anche la scarsità delle scorte globali e i segnali di una forte domanda stanno contribuendo al rally.

READ  Mijngezondheid, Helena o Mynexushealth: ecco come orientarsi nella giungla delle piattaforme mediche

Si ipotizza un possibile attacco dell'Iran al territorio israeliano, che equivarrebbe a una “chiara escalation della guerra per procura tra Iran e Israele”, secondo l'analista di mercato Phil Flynn di Price Futures Group.

Novità aziendali

Tesla ha annullato i suoi piani per produrre un’auto elettrica a basso costo mentre la concorrenza cinese si intensifica. Lo ha riferito venerdì l'agenzia di stampa Reuters sulla base di messaggi interni della casa automobilistica americana. Le fonti hanno affermato che Tesla continuerà a sviluppare taxi a guida autonoma sulla stessa piattaforma per piccoli veicoli.

Il modello più economico di Tesla, la berlina Model 3, costa circa 39.000 dollari negli Stati Uniti. Secondo Reuters, il modello entry-level ormai fuori produzione, a volte descritto come Modello 2, partirà da circa $ 25.000. In risposta alla lettera, le azioni Tesla inizialmente crollarono del 6%. Alla chiusura, Tesla ha perso il 3,6%.

Apple sta licenziando più di 600 dipendenti nella sua prima grande ondata di licenziamenti dopo la pandemia. La mossa arriva sulla scia della decisione di annullare il decantato progetto dell’auto elettrica. La quota è ancora in aumento di mezzo punto percentuale. Samsung, azienda leader del settore, prevede di raddoppiare il suo investimento nei semiconduttori in Texas portandolo a circa 44 miliardi di dollari, ha riferito venerdì il Wall Street Journal. La stessa Samsung ha dichiarato di aspettarsi un aumento di dieci volte dei suoi profitti operativi su base trimestrale.

Venerdì le azioni di colossi tecnologici come Amazon e Meta sono aumentate, con guadagni in media del 3%. Meta, la società madre di Facebook, venerdì ha esortato un giudice statunitense ad archiviare un caso di concorrenza intentato contro la società dalla Federal Trade Commission più di tre anni fa.

READ  HomeWizard lancia l'Energy Display a 60 euro - Aggiornamento - Immagine e suono - Novità

HubSpot è salito dell'1,8% dopo che il titolo è salito del 5% giovedì in seguito a un rapporto di Reuters secondo cui Alphabet stava valutando un'offerta per la società di software di marketing.

Venerdì Trump Media & Technology, la società madre di Truth Social di Donald Trump, ha perso circa il 12%. Giovedì il titolo ha chiuso ad un livello inferiore.

Johnson & Johnson acquisisce Shockwave, produttore di dispositivi medici, per 13,1 miliardi di dollari. Le azioni di Johnson & Johnson sono scese leggermente e le azioni di Shockwave sono aumentate di circa il 2%.

La quotazione di Philips negli Stati Uniti è scesa dell'1,4%. Questo mese Philips ha avvertito l'Ispettorato per la salute e la gioventù di un nuovo problema di sicurezza con i suoi ventilatori della serie Trilogy-Evo.

Fonte: Notizie finanziarie ABM

ABM Financial News è una risorsa per notizie, video e dati sul mercato azionario, sia per piattaforme e sale di negoziazione in tempo reale che per pubblicazioni multimediali online e offline. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono fornire una consulenza professionale in materia di investimenti o una raccomandazione per effettuare investimenti particolari.