QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Wout van Aart: “Ero completamente sconvolto dall’incidente di Nathan van Hooydonk” |  Campionato Europeo di ciclismo

Wout van Aart: “Ero completamente sconvolto dall’incidente di Nathan van Hooydonk” | Campionato Europeo di ciclismo

Wout van Aert (29) è uno dei favoriti ai Campionati Europei di cronometro di Emmen mercoledì. La preparazione di Van Aert non è andata bene a causa di problemi fisici e soprattutto l’incidente dell’amico Nathan van Hooydonk ha avuto un impatto notevole.

Una settimana fa è trapelata la notizia inquietante su Nathan van Hooydonk. “Sono rimasto completamente scioccato”, ha detto oggi Wout van Aert alla conferenza stampa dei trialisti belgi nei Paesi Bassi.

“Mi stavo allenando quando ho sentito la notizia. Mi sentivo come se avessi trattenuto il fiato tutto il giorno finché non è arrivata la notizia del suo risveglio. Mi ha colpito profondamente.”

“È stato molto confortante, ma c’erano ancora tante domande per lui e per noi. Le prime ore sono state le peggiori: si temeva per la sua vita ed è venuta fuori dal nulla”.

“Abbiamo contatti ogni tanto. Non l’abbiamo ancora contattato, ma si sta riprendendo bene. Come sta concretamente è qualcosa di cui lui o la squadra devono comunicare”.

È stato un enorme sollievo, ma c’erano ancora molte domande per lui e per noi. Le prime ore sono state le peggiori: si temeva per la sua vita, e poi è arrivato all’improvviso.

Woot van arte di Nathan van Hooydonk

Inoltre anche Van Aart si ammalò. “Ora mi sento di nuovo in salute, ma la settimana scorsa ho avuto una brutta influenza allo stomaco. Per alcuni giorni non è stato divertente. Ho dovuto cancellare alcuni allenamenti”.

“Non è mai l’ideale, ma con il Tour of Britain sulle gambe e con un po’ di riposo in più sarò fresco alla partenza. Negli ultimi due giorni mi sono sentito di nuovo normale e spero di non aver perso nulla della mia forma .”

READ  Trasferimenti nazionali: Zolt Wargem acquisisce il centrocampista tanzaniano | calcio

Anche se Van Aart ammette che ci sono “punti interrogativi”. “Se riesco a esibirmi ad alto livello, l’obiettivo dovrebbe essere un podio in questa cronometro”.

“Non mi sono ripreso del tutto dopo essere tornato dal Tour of Britain e mercoledì mi sono sentito male. Resta da vedere se la prova questa volta arriverà troppo presto oppure no.”

Wout van Aert è diventato il vincitore assoluto del Tour of Britain.

“Joshua Tarling è il favorito delle cronometro”

Mercoledì pomeriggio si proverà l’ora europea. Esplora il corso oggi stesso. “Noioso”, ha riso quando gli è stato chiesto il suo parere.

“Non c’è niente di speciale in questo. La potenza pura viene in primo piano e questo è un bene per il campionato. Per me avrebbe potuto essere un po’ più tecnico, perché manca quasi del tutto.”

“La distanza è un po’ più breve rispetto al Mondiale e Filippo Ganna e Remco Evenepoel non sono qui. Inizio a pensare che dovrei poter salire sul podio, ma Joshua Tarling è il favorito, nonostante l’età.”

“Ha anche confermato il suo campionato del mondo (bronzo) al Renault Tour. Il percorso è bellissimo, ma non è subito a nostro favore. Penso che sia più una specie di tarling, un albero umano.”

Sto facendo una grande stagione, ma c’è ancora spazio per qualcosa in più. Per questo ho subito informato il tecnico della Nazionale che volevo fare di questo Europeo un obiettivo.

Woot-fan art

In quella Coppa del Mondo in Scozia, Van Aart finì solo quinto. “Hai imparato qualcosa da tutto ciò? Sì, l’abbiamo imparato. Da allora abbiamo provato a migliorare alcune cose. Qual è il passo successivo? La configurazione della bici, la mia posizione, come mi organizzo…”

“Ho perso con un ampio margine in Coppa del Mondo e avevo la sensazione che stavo guidando bene. Ecco perché abbiamo analizzato la cosa in modo più dettagliato.”

Van Aart correrà la cronometro di domani e la corsa su strada di domenica. Il Campionato Europeo non ha la grandiosità di qualsiasi altro torneo.

“Tutti si sono dimenticati del campo dei partecipanti di dopodomani”, risponde. “Questo non fa alcuna differenza. Anche l’Europeo sta crescendo”, ha aggiunto.

“Soprattutto, è un bel titolo a cui aspirare. Sto facendo una grande stagione, ma c’è ancora spazio per qualcosa di più. Ecco perché ho subito detto all’allenatore della nazionale che voglio fare di questo Europeo un torneo importante”. Obiettivo.”

Wout van Aert è arrivato quinto nel Campionato mondiale di cronometro.

“Speravo anche che Sepp Kuss vincesse la Vuelta”.

Quando arrivò la Vuelta, Van Aert ebbe chiaramente un’espressione divertita. La sua squadra ha spazzato tutti in un mucchio.

“Ti rende orgoglioso, anche se non ero presente. È un risultato unico”, ha detto Van Aart, che non vuole paragonare il suo gesto a Ghent-Wevelgem con la Vuelta.

“Compromettere ha una connotazione negativa. Abbiamo semplicemente dimostrato che vincere insieme non è una frase vuota o uno stratagemma di marketing. È il modo in cui vogliamo correre.”

“Sep (Koss) si è guadagnato il lavoro da solo. Speravo anche che vincesse. Se lo merita dopo tutto il lavoro.”