QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

🎥 “Posso solo dire basta”: il dio assoluto del calcio ruba la scena durante l'evento italiano dell'anno – Football News

🎥 “Posso solo dire basta”: il dio assoluto del calcio ruba la scena durante l'evento italiano dell'anno – Football News

C'è un solo dio ed è… Zlatan Ibrahimovic. Almeno se lo chiedi all'ex calciatore professionista svedese. Dopo aver lavorato come calciatore professionista, ora è partner operativo di RedBird Capital Partners ed è ancora associato all'AC Milan. Questa settimana è tornato a Sanremo.

Questa settimana si svolge a Sanremo la 74esima edizione del Festival di Sanremo, dove gli italiani cercano il loro rappresentante per l'Eurovision Song Contest. Tre anni fa Zlatan Ibrahimovic era co-conduttore lì e ora appare.

Il presentatore Amadeus voleva che la band smettesse di suonare, così Ibrahimovic è venuto a rendergli omaggio nel suo stile noto: “Sono l'unico che può dire basta”, ha detto lo svedese. “Il vero maestro d'orchestra? Quello sono io.” Ha prodotto immagini esilaranti al Teatro Ariston di Giacomo Matteotti.

E così Ibrahimovic è arrivato a rubare quello che molti italiani ritenevano fosse lo spettacolo dell'anno. Per molti il ​​Festival di Sanremo è più importante dell'Eurovision Song Contest: a volte il vincitore sceglie di non andare dal fratello europeo.

Martedì sera gli artisti vengono presentati nella prima delle cinque (lunghe) serate, e sabato sera (o diciamo sabato sera) si conosce il vincitore del festival. In ogni caso, quest’anno sarà un’edizione molto emozionante.

©fotonews

Tre ex vincitori di Sanremo tornano ai Giochi, insieme a Emma Marrone, Il Volo e Mahmoud. Anche Annalisa (nella foto sopra), Angelina Mango e Alessandra sono alcune delle grandi favorite.

Ricchi e Poveri (che noi conosciamo come Sara Berche d'Amo, ciao milanisti?) c'è, mentre l'affascinante Clara Socini (foto sopra) è tornata sotto i radar. Chi/cosa è il tuo preferito? Fatecelo sapere.

READ  L'Italia sospende la maggior parte delle operazioni corona il 1 aprile