QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Accarezzare un cane o un gatto in vacanza?  Meglio di no: ecco cosa devi sapere sulla rabbia

Accarezzare un cane o un gatto in vacanza? Meglio di no: ecco cosa devi sapere sulla rabbia

Cogli ogni occasione per accarezzare un cucciolo carino o seppellire il viso nella pelliccia di un gatto che ringhia? Ottimo, ma devi stare attento in vacanza. La rabbia è diffusa in alcuni paesi. E davvero non vuoi averlo.

Rabbia, chiamata anche rabbia È una malattia infettiva pericolosa per la vita causata da un virus. Puoi contrarre il virus mordendo, grattando o leccando un animale infetto. Piccola consolazione: la malattia si trasmette solo dagli animali all’uomo e non da uomo a uomo. Ne soffrono soprattutto cani, pipistrelli, volpi e gatti.

Avvitato universalmente

rabbia È presente in tutto il mondo, ad eccezione della Nuova Zelanda, dell’Antartide, di parti dell’Oceania, del Giappone e di numerosi paesi europei. Secondo il RIVM, ogni anno ne muoiono circa 50.000 persone. Nei Paesi Bassi si sono verificati solo quattro casi negli ultimi quarant’anni e fortunatamente qui la rabbia si verifica raramente. Sfortunatamente, questo non significa che non sei a rischio. Nei paesi turistici più popolari come Marocco, Turchia, Egitto, Tailandia e Sud Africa, puoi essere facilmente truffato.

Due tipi di rabbia

Esistono due tipi di virus della rabbia, il tipo classico e la rabbia dei pipistrelli. Quest’ultimo fenomeno si verifica anche nei pipistrelli olandesi, ma è raro. rabbia Entra nel tuo corpo attraverso una ferita e può quindi entrare nel tuo sistema nervoso e quindi influenzare il tuo sistema nervoso. I primi sintomi sono simil-influenzali, come la febbre. Possono verificarsi spasmi muscolari, paralisi ed eventualmente problemi di deglutizione e respirazione. Se non trattata, la rabbia è quasi sempre fatale. OH!

Nessuna conoscenza di eventuali danni

Nello specifico perché Olandese Se non siamo ben informati su una malattia infettiva, non sempre sappiamo quando siamo a rischio o cosa fare se veniamo morsi, graffiati o leccati da un animale strano. Questo vale anche per Jennifer*, che è andata in vacanza in Türkiye con suo figlio. C’era un gatto randagio che vagava per l’hotel e mostrava chiaramente sintomi di malattia: timidezza, sbavatura e zampe posteriori flaccide. “Il gatto si è lanciato e mi ha graffiato con tre dita”, dice Jennifer. In quel momento non si era accorta di alcun danno. “Non avevo pensato alla ferita ‘innocente’ finché mia madre non me l’ha fatta notare a proposito della rabbia. Non dovrei comunque dargli un’occhiata?”

Costoso e raro

Fortunatamente ha scattato una foto del gatto in questione ed è riuscita a chiamare rapidamente aiuto in Türkiye. Non sembra che lì siano disponibili tutti i metodi di trattamento, ad eccezione di alcune iniezioni. Per curare adeguatamente la (eventuale) rabbia, sono necessarie quattro iniezioni e una somministrazione umana Antirabbia– Immunoglobuline (MARIG o HRIG in inglese), secondo GGD Amsterdam. Tuttavia, MARIG è raro e costoso e quindi raramente disponibile al di fuori dell’Europa. Un terzo farmaco che a volte è più facilmente disponibile è PARIG (immunoglobulina equina antirabbica).

READ  Primo caso confermato di vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti, dozzine di casi sospetti in Canada

Torna a casa velocemente

“Ho chiamato il pronto soccorso JJD Mi hanno chiamato e hanno organizzato il mio ritorno in Olanda il prima possibile. Grazie a loro ho potuto ottenere altri farmaci dal mio medico di base”. Jennifer è molto spaventata. “Se mia madre non mi avesse informato, non avrei pensato a un granchio del genere e non sarei mai andata dal medico. Mio figlio stava accarezzando dei gattini in una strada in Turchia… Dovremo stare attenti la prossima volta.

Come persona che visita la Turchia da dieci anni TuristaAvrebbe voluto sapere presto quanto fosse pericoloso il virus. “In effetti, le informazioni sulla rabbia dovrebbero essere incluse come standard nella prenotazione per un paese ad alto rischio, proprio perché leccare o graffiare un animale del genere sembra così innocente.

Suggerimenti per la prevenzione della rabbia

  • Evitare il contatto con animali domestici come cani e gatti nei paesi in cui la rabbia è comune
  • Inoltre non toccare scimmie, pipistrelli e volpi
  • Non dare da mangiare agli animali
  • Non toccare animali morti o malati
  • Se necessario, fai la vaccinazione antirabbica prima del viaggio. Se sei stato vaccinato, non hai bisogno delle immunoglobuline antirabbica (dopo un grave graffio, leccata o morso), ma solo due vaccinazioni invece di quattro.

Fonte: Rev

Cosa fare se sospetti di avere la rabbia?

  • Pulisci la ferita per almeno 15 minuti utilizzando una spazzola, acqua e sapone
  • Disinfettare la ferita con alcool (70%) o iodio
  • Recarsi dal medico immediatamente, o almeno entro 24 ore, in modo che ci sia tempo sufficiente per l’esame e per ordinare l’antisiero. Sei all’estero? Allora chiama anche il centro emergenze GGD. Il numero si trova sul retro della tessera sanitaria.
  • Il medico vede anche il rischio di rabbia? Quindi il trattamento è necessario il prima possibile. Il medico poi somministrerà vaccinazioni e anticorpi.
  • Segnala l’incidente alla polizia locale, soprattutto se si tratta di un animale randagio.
READ  Valutazione regolamentata dei farmaci contro l'abuso di farmaci

Fonte: GGD Amsterdam

Fonti: GGD Amsterdam, RIVM / *Il vero nome di Jennifer è noto agli editori.

Suggerimento dall’editore

Fai le scelte migliori ogni giorno con Fitbit Charge 5+ Premium, il tracker di fitness e salute più avanzato che ti dice se sei pronto per fare esercizio o prendere le cose sul serio. Per maggiori informazioni clicca il pulsante qui sotto.

Rilevatore di attività Steel Blue