QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Anteprima: Scheldeprijs 2024 – Jasper Philipsen completerà la tripletta?

Anteprima: Scheldeprijs 2024 – Jasper Philipsen completerà la tripletta?

Martedì 2 aprile 2024 alle 20:00

In un'epoca in cui le competizioni stanno diventando sempre più spettacolari e difficili, gli Scheldeprij mantengono tradizionalmente una forma piatta. Tra il duro lavoro del Dwars Door Vlaanderen, del Giro delle Fiandre e del Brabantse Pijl, i ragazzi veloci hanno anche la loro possibilità in quello che a volte viene chiamato il Campionato del mondo dei velocisti. Chi sarà il successore di Jasper Philipsen? Ciclismo In attesa.

data

Gli ultimi dieci vincitori dello Scheldeprijs
2023: Jasper Philipsen
2022: Bandiera nAlessandro Kristoff
2021: La scienza lo èJasper Philipsen
2020: Bandiera dell'Unione AfricanaCaleb Ewan
2019: bandiera n.lFabio Jacobsen
2018: bandiera n.lFabio Jacobsen
2017: scienza D Marcel Kittel
2016: scienza D Marcel Kittel
2015: Bandiera nAlessandro Kristoff
2014: scienza D Marcel Kittel


Ultima edizione

Risultato Schildbrigs 2023
1. La scienza lo èJasper Phillipsen (Alpecin dissoninck)
2. Bandiera dell'Unione AfricanaSam Wellsford (Team DSM) All-in 21°
3. flag-gbMark Cavendish (Astana Kazakistan)
4. bandiera n.lDylan Groenewegen (Jayko Al-Ula)
5. La scienza lo èGerben Thijsen (Intermarche-Wante)


Effetto

Per la settima volta nella storia, gli Schildbrij sono ospiti a Terneuzen, nei Paesi Bassi, vicino al confine belga. I festeggiamenti si svolgeranno a Stadhuisplein, dopodiché i ciclisti attraverseranno il tunnel Westerschelde verso Ellewoutsdijk nello Zuid-Beveland. Qui il vento è scatenato, come spesso accade in Zelanda. Quindi devi prestare attenzione quasi immediatamente alla disposizione dei tifosi nel gruppo.

L'emozionante passaggio attraverso la Zelanda è stato leggermente modificato rispetto allo scorso anno, rispetto alle precedenti edizioni dello Scheldeprijs. Ad esempio, i ciclisti non percorrono più il Veerse Gatdam, il Deltaweg a Goes o l'Havendijk a Yerseke, dove in passato il vento avrebbe avuto un ruolo di primo piano. Tuttavia, ci sono molte opzioni per i fan quando piove e c'è vento.

Dopo aver attraversato 's-Heerenhoek (città natale della leggenda del ciclismo Jan Raas) e Heinekensand, passa quasi sempre lungo le strade circostanti della A58 verso est. Anche Kapelle, Reimerswaal e Woensdrecht – con il comune ciclistico di Hoogerheide come subcomune – ottengono la loro parte del Premio Schelda, ma qui il rischio di esplosione dovrebbe essere abbastanza limitato.

Dopo una corsa di 74 chilometri, i corridori arrivano al confine belga ad Essen, Anversa. A nord del porto di Anversa, attraversa Kalmthout, Woostwiesel, Loewenhut, Brecht e Schild verso il circuito locale di Schouten, riportato al suo antico splendore con una lunghezza di 16,9 km. La prima parte si snoda attraverso i vicoli tortuosi attorno al centro di Schoten. Per la seconda parte del circuito vengono utilizzate le ampie strade Wijnegem, Schilde e Schoten.

READ  Sonny Colbrelli salvato con pacemaker dopo un'aritmia: 'Ma il motivo non è ancora chiaro'

In quel circuito locale, è una realtà anche una passerella lunga 1.700 metri su sanpietrini (molto pianeggiante e ben tracciata). Lì il gruppo viene solitamente tracciato su una striscia, seguito da un passaggio lungo il Canale Albert a 6,5 ​​chilometri dall'arrivo. Lì i venti soffiano di nuovo, prima di dirigersi verso il centro di Schoten.

Come di consueto, il traguardo è sulla Churchlan Road a Schöten, una strada larga più di sei metri. Non vedremo più una curva lungo la Burkelstraat nell'ultimo chilometro, come accaduto nel 2022. L'ultimo rettilineo è ancora una buona distanza di un chilometro e mezzo, fatta eccezione per una dolce curva a circa trecento metri dall'arrivo a Schöten. La ciclabile locale dovrà essere completata quattro volte, per un totale di 205 chilometri.

Mercoledì 3 aprile 2024: Terneuzen – Schöten (205,3 km)
Inizia: 13.00
Lui finisce: Tra le 17:15 e le 17:40


Preferito

Ci vuole un po' di tempo per abituarsi alle dure gare fiamminghe, ma qui mettiamo soprattutto i ragazzi veloci tra i favoriti. Il numero dei partecipanti potrebbe non essere così forte come quello del WorldTour Classics, ma l'organizzazione è riuscita a convincere undici squadre di livello mondiale a venire a Terneuzen. Insieme a nove ProTeam e ai team continentali Tarteletto-Isorex e BEAT, ci aspetta una grande battaglia.

Philipsen contro Merlier – Foto: Cor Vos

In realtà lo era Jasper Philipsen Non dovrebbe affatto cominciare da qui. L'uomo in forma del Limburgo inizialmente ha scelto di combinare il Giro delle Fiandre con la Parigi-Roubaix, un abbinamento che non ha spazio per il suo amato Schildberg. Ma la settimana scorsa le cose sono cambiate improvvisamente. L'equipaggio dell'Alpecin-Deceuninck ha deciso come ultima risorsa di modificare il programma del vincitore della Milano-Sanremo, provocando l'annullamento del Tour. Come ha ammesso lo stesso Philipsen davanti alla telecamera la settimana scorsa: quelle difficili piste di ghiaia non gli si addicono molto bene.

READ  Accanto a Pelè e sull'orlo della leggendaria top ten: Lukaku si spara nei libri di storia | diavoli Rossi

Quindi la pericolosità dei tifosi dello Scheldeprijs è ciò che più lo preoccupa. Philipsen non si sorprende troppo di questa situazione, e se dopo c'è uno sprint, non puoi ignorarlo. Nella Classic Brugge-De Panne abbiamo infatti avuto uno scontro diretto tra Philipsen e il suo più grande concorrente, Tim Merlier. Le relazioni di valore diventano abbastanza chiare. Philipsen e Merlier erano in difficoltà, ma il primo aveva chiaramente le gambe più veloci.

Nel Quick-Step di Soudal, Merlier è forse la più grande garanzia di una grande vittoria nelle Classiche Primaverili Fiamminghi. Merlier punta soprattutto su uno sprint lungo, che idealmente inizia a circa trecento metri dal traguardo. Dovrai quindi contattare Philipsen per ignorare questo problema. Unico difetto del Merlier: mentre Philipsen è stato sempre presente nelle ultime edizioni e conosce già la finale come le sue tasche, il due volte campione belga l'anno scorso ha vinto il suo unico titolo a Schildebrig.

Groenewegen a Valencia – Foto: Cor Vos

La squadra olandese punta anche a giocatori veloci e di sostanza. innanzitutto Dylan Groenewegen, il grande uomo della Jayco AlUla Speed ​​​​Racing. Anche se sta ancora aspettando la seconda vittoria della stagione, Groenewegen si sta comportando bene nelle gare fiamminghe. Tuttavia, il suo nono posto alla Gent-Wevelgem e il secondo posto alla Bredene Koksijde Classic dimostrano che non ha ancora perso le gambe veloci. A volte ci manca solo un po’ di fortuna e forse anche il senso del tempismo.

cittadino Arvid de Klein Poi trasuda ancora una volta fiducia in se stesso. Nella sua vittoria a sorpresa nella Parigi-Nizza, il pilota Tudor è stato veloce, tra gli altri, Groenewegen. Primo premio per il progetto attorno al quale sta costruendo il ProTeam Tudor “Il piano ha preso forma per la prima volta all'interno del team dallo scorso anno”, ci ha spiegato qualche tempo fa De Kline. “Soprattutto da quando Michael Zieglard, Rick Plümers e Sebastian Changesi ora formano una squadra intorno a me e danno davvero stabilità. Noi quattro vogliamo fare questi passi. C'è già qualcosa in corso, una sorta di progetto sprint. Ed è fantastico che sia stanno dando i loro frutti adesso.”

READ  Il rifugiato Ron Hergodts vince sul palco e batte la maglia di leader nel tour della Repubblica Ceca | Ciclismo

Puoi anche usare la demolizione Casper van Ouden Non dimenticare. Nelle prime gare sprint dell'anno, il 22enne talento del team dsm-firmenich PostNl sembrava destinato a diventare il corridore che avrebbe potuto minacciare Tim Merlier all'AlUla Tour. Questo gli ha regalato una vittoria di tappa, ma una volta tornato in terra europea, la svolta finale ha richiesto del tempo. Soprattutto perché anche il top runner Fabio Jacobsen, assente qui, ha dovuto sfruttare regolarmente le sue possibilità e quindi è stato nominato capitano.

Gerben Thijssen vince la prima tappa della Volta ao Algarve – Foto: Cor Vos

In termini di velocità, dovrebbe esserlo Tryben Thijsen Ragazzi come Philipsen e Merlier probabilmente non verranno battuti. Proprio in termini di palmi, il potente corridore Intermarché-Wanty ha ancora del lavoro da fare. Vincere una semiclassica come Childebriggs sarebbe un passo avanti nel campo a cui punta e che merita. di Sam Welsford (BORA-hansgrohe) Si potrebbe dire lo stesso, ma l'australiano ha già dimostrato di dominare il Tour Down Under all'inizio di questa stagione. Ora è di nuovo sulla strada dove ha raggiunto il suo traguardo.

Inoltre, l’elenco dei corridori con buoni sprint è molto lungo. Tuttavia, devono essere in grado di sopravvivere al pericolo dell'elica. Poi pensiamo a nomi come Juan Sebastian Molano (UAE), Hugo Hofstetter (Israel-Premier Tech), Luca Mozzato (Arkéa-B&B Hotels), Stanislav Aniolkowski (Cofidis), Edward Theunis (Lidl-Trek), Ces Paul (Astana Kazakistan), Søren Wernskjöld (Uno-X Mobilità) e Timothy DuPont (Tarteletto-Isorex).


I preferiti secondo WielerFlits
****Jasper Philipsen
*** Tim Merlier, Dylan Groenewegen
** Gerben Theissen, Arvid de Klein, Sam Wellsford
* Casper van Ouden, Juan Sebastian Molano, Søren Wernskjöld, Luca Mozzatto.

Organizzazione del sito


Meteo e TV

Il maltempo può avere un profondo impatto sul prezzo della Schelda. I ciclisti sono esposti alla pioggia tutto il giorno e durante il passaggio in Olanda il vento soffia a 5 Beaufort da sud-ovest. Ingredienti sufficienti per Scheldeprij interessanti.

Sporza SU Quello Si comincia alle 14.45 con la diretta maschile. Eurosport2 E Eurosport.nl/Discovery+ Scattata quindici minuti dopo, alle 15:00.