QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Apple si immerge nella musica classica

Il colosso tecnologico americano ha acquistato la startup olandese Primephonic, che in pochi anni è diventata lo “Spotify of Classic Music”.

Diventa Primephonic Fondata dall’olandese Thomas Stevens tre anni fa. L’ex consulente del Boston Consulting Group ha fondato l’azienda per la frustrazione che i fan della musica classica guadagnavano a malapena su siti di streaming come Spotify o Deezer. Tuttavia, le ambizioni si estendevano ulteriormente. Introducendo una nuova fonte di reddito tramite lo streaming, Primephonic era destinato a diventare il “salvatore della musica classica”, Stevens ha fatto un punto di forza.

Non è noto quanti ascoltatori utilizzino oggi i servizi di streaming di Primephonic. Ma per Apple, forse questo fascino è la chiave dell’ampio catalogo dell’azienda: Primephonic ha firmato contratti con quasi 400 etichette di musica classica. Apple può espandere il suo catalogo di streaming con molti classici in un colpo solo.

Una mela

Non arrenderti: il 7 settembre, l’azienda californiana chiuderà effettivamente l’app Primophonic. Gli abbonati esistenti avranno quindi sei mesi di accesso gratuito ad Apple Music.

READ  AW Poll: su quale versione di Android è in esecuzione il tuo smartphone?