QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ben Broders vince il DL Meet a Parigi, nega Thiam ‘molto soddisfatto’ dopo il salto in alto | Lega dei Diamanti

A Parigi – dove faceva caldo – l’incontro della Diamond League ha prodotto delle grandi prestazioni belghe. Ben Broders ha confermato la sua ottima forma con una vittoria. Nafeh Thiam ha partecipato al salto in alto per la prima volta dal monumento nella capitale francese e ha saltato di gioia.

1° per Ben Broders

valvola dell’elettrodo Ben fratelli Quindi ne ha un gusto. Lo scorso fine settimana, il suo BR si è affinato con un salto di oltre 5,85 m.

Qualche giorno fa a Oslo è stata una giornata leggermente meno, ma i Broeders sono tornati in carreggiata nel loro forno parigino.

Il nostro connazionale ha superato 5,50 m, 5,65 m (due tentativi), 5,75 m e 5,80 m. A 5,85 metri ha segnato 3 salti netti.

Anche Renaud Lavillenie ha superato i 5,80 metri, ma il vecchio ha avuto bisogno di due tentativi.

Così, i Broders vincono per la prima volta la riunione della Diamond League. C’erano solo tre belgi davanti a Broders: Kevin Burley, Philippe Milanoff e Navi Thiam.

Broders è ora secondo nella classifica della Diamond League, dopo Mundo Duplantis di origine mondiale. Era scomparsa a Parigi.

“Sentivo che fosse un’opportunità per vincere la Diamond League”

“Il caldo era intenso ed estenuante. Ma c’era abbastanza pausa tra i salti, in modo da poter recuperare bene”, Ben Broders ha iniziato il racconto della sua serata a Parigi.

“A 5,80 metri l’ho passato molto dolcemente, poi la canna è finita. Era una questione di attesa, interessante perché la Renault Lafellini aveva ancora una svolta alla fine, ma è andato tutto bene finché non è finito bene”.

Il nativo di Leuven è il quarto giocatore belga a vincere il titolo della Diamond League. “Parigi non era davvero nella mia agenda e non pensavo fosse una decisione facile, ma sentivo che avrebbe potuto essere un’opportunità nella mia carriera per vincere la Diamond League”, ha detto Broders, che non doveva. Paura per l’assenza del detentore del record mondiale Mundo Duplantis.

Vincere a Parigi è una spinta dal punto di vista di Eugene. “Mi dà fiducia nel Mondiale dove vorrei saltare 5,90 metri”.

“Questa gara è un’altra conferma che sto facendo bene. In questo momento non posso cambiare molto. Non c’è motivo di presumere che non gareggerò per i trofei a Eugene”.

Non c’è motivo di credere che non gareggerò per i premi a Eugene.

Ben fratelli

Un nuovo esame per la schiena di Nafie Tiam

Nafie Thiamy Aumenta sistematicamente la pressione sul suo corpo in vista dei Mondiali e degli Europei della prossima estate.

Dopo alcuni numeri di sprint e salti in lungo nelle ultime settimane, stasera è seguito un nuovo test con il salto in alto.

Thiam (PR: 2,02 m) di solito si comporta in modo eccellente nel salto in alto nell’eptathlon, poiché 1,95 m a Parigi era troppo.

1.75m, 1.80m e 1.84m sono andati senza problemi, a 1.88m è stato necessario un nuovo test.

1,92 m era di nuovo chiaramente visibile, ma a 1,95 m il pozzo è caduto 3 volte.

Thiam è quindi arrivata settima nella competizione, ma 1,92 m – che equivale alla sua migliore stagione dell’anno scorso ai Giochi ea settembre al Memorial – può essere considerata una spinta.

La vittoria dell’ucraina Yaroslava Mahochic è stata la migliore prestazione dell’anno: 2,01 metri per la medaglia di bronzo di Tokyo.

“Sono molto soddisfatto”

“Sono molto soddisfatto”, ha detto in seguito Nafie Thiam. “Sto salendo subito dopo tutti questi problemi alla schiena, il che è davvero fantastico.”

“Dopo questo infortunio, ho fatto solo tre sessioni di salto in alto, di cui una con pieno vantaggio martedì, ed è stato disastroso. Questo mi dà molta fiducia. Se sai quanto poco ho allenamento, dovrei sicuramente essere in grado di salire per l’occasione. Top in Coppa del Mondo a luglio. Si spera che sarà già a Liegi. ”

Sul circuito di casa, Thiam completerà sia i 100 metri a ostacoli che il salto in alto il 29 giugno. In primo luogo, il campionato belga di Gentbrugge è in programma per il prossimo fine settimana. “Ho scelto il salto in lungo e gli ostacoli”, ha detto.

Il doppio campione olimpico ha ora completato quattro delle sei partite preparatorie della Coppa del Mondo.

“Sono sulla strada giusta. Grazie a questo tipo di partite la mia fiducia è aumentata. Cerco di non pensare troppo a quell’infortunio alla schiena”.

Thiam ha mancato il massimo a Parigi per gli Europei di Monaco di agosto, dove potrebbe voler saltare in alto. Per questo è richiesto 1m95.

“Non sapevo nemmeno che fosse il limite”, ha detto. “Solo dicendo: sono completamente concentrato sulla Coppa del Mondo a Eugene”.

Sono sulla strada giusta. È attraverso questi tipi di gare che la mia fiducia aumenta. Cerco di pensare meno a quell’infortunio alla schiena.

Nafie Thiamy

Niente gambe da Berna a Burley

Nei 400 metri Kevin Burlet è arrivato settimo a 46″64, un secondo e mezzo sui 45″12 che ha segnato martedì a Berna.

“Mi ha fatto male la schiena durante l’allenamento ieri”, ha detto Burley. “Pensavo che sarebbe andato bene, ma non è stato così”.

“L’inizio è stato buono, ma poi non sono riuscito a muovermi come avrei voluto. Non credo sia stato un infortunio grave. Ma penso che sia un peccato, perché questa è stata una grande opportunità in un grande incontro”.

Burley non sta inseguendo esplicitamente i confini della Coppa del Mondo. Nella gara 4x400m ci sarà comunque Eugene.

“Cerco di non preoccuparmi. Non so nemmeno se sto ancora lavorando per i Mondiali. Il prossimo fine settimana BC non sarà nei miei programmi”.

Nella gara dei 5.000 metri, Isaac Kimeli è finito nelle retrovie.

Nella competizione femminile, Shelley-Ann Fraser-Price ha ottenuto la sua migliore prestazione del mondo in 10’67. La nove volte campionessa del mondo ha 35 anni, ma non si è affatto stancata.

Risultati maschili
400 metri 1. Stephen Gardiner (BAH) 44″ 21
7. Kevin Burley 46″ 64
200 metri 1. Luxolo Adams (ZAf) 19″ 82
800 metri 1. Benjamin Robert (Fra) 1’43” 75
5000 metri 1. Salomone Barriga (Eth) 12’56” 19
12. Isacco Kimlik 13’35” 74
110 metri ostacoli 1. Devon Allen (Stati Uniti) 13″ 16
salto con l’asta 1. Ben fratelli 5,80 m
2. Renault Lavillenie (FRA) 5,80 m
triplo salto 1. Jordan Diaz-Forton (cucciolo) 17.66 d.C
risultati donne
100 metri 1. Prezzo Shelley Ann Fraser (marmellata) 10″ 67
400 metri 1. Shauna Miller Uibo (BAH) 50″ 10
100 metri ostacoli 1. Toby Amosan (NJ) 12″ 41
Corsa a ostacoli di 3000 metri 1. Winfried Motel Yaffe (marrone) 8’56” 55
Salto in alto 1. Jaroslava Mahocic (Regno Unito) 2,01 m
7. Nafie Thiamy 1,92 m
giavellotto 1. Haruka Kitaguchi (giapponese) 63.13 dC
Lancio del disco 1. Valary Allman (Stati Uniti) 18:68
Calendario della Diamond League 2022
05/13 Doha (Qat) Rapporto
21/05 Birmingham (Regno Unito) Rapporto
28/05 Eugenio (Stati Uniti) Rapporto
06/05 Rabat (marzo) Rapporto
06/09 Roma (ETA) Rapporto
16/06 Oslo (no) Rapporto
06/18 Parigi, Francia) Rapporto
30/06 Stoccolma, Svezia)
30/07 Shanghai, Cina)
06/08 Shenzhen (Cina)
10/08 Monaco
26/08 Losanna (Svizzera)
09/02 Bruxelles
07-08 / 09 Zurigo, Svizzera)
READ  Team Dries de Bondt: 'I compagni di squadra Merlier e Philipsen erano costosi' | Capitano