QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Biden frustrato commenta il primo ministro israeliano Netanyahu (ma dimentica che i microfoni funzionano ancora) |  al di fuori

Biden frustrato commenta il primo ministro israeliano Netanyahu (ma dimentica che i microfoni funzionano ancora) | al di fuori

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha gradualmente iniziato a comunicare con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. Il presidente ha affermato che è giunto il momento di “Come Meet Jesus”, un dialogo e un confronto diretto che dovrebbe portare a soluzioni alla guerra che infuria tra Hamas e Israele da ottobre. Lo ha detto giovedì sera a un senatore dopo il suo discorso sullo stato dell'Unione. Ma Biden non era a conoscenza del fatto che i microfoni funzionassero ancora.

Aspetto. Il filmato mostra l'aiutante di Biden che lo avverte dei microfoni

Dopo il suo discorso sullo stato dell'Unione, il presidente ha avuto un colloquio con il senatore Michael Bennet al Campidoglio degli Stati Uniti. Si è congratulato con Biden per il suo discorso e ha esortato il presidente a mantenere la pressione su Netanyahu mentre le preoccupazioni umanitarie continuano a crescere a Gaza. Antony Blinken, segretario di Stato americano, e il ministro dei trasporti Pete Buttigieg hanno preso parte alla conversazione tra Bennett e Biden.

Biden, che ha chiesto un cessate il fuoco immediato di sei settimane nella Striscia di Gaza durante il suo discorso sullo stato dell'Unione, ha detto a Bennett di aver parlato con Netanyahu. “Gli ho detto: Bibi (soprannome di Netanyahu), tu ed io saremo una cosa sola Vieni a incontrare Gesù Un tale “Incontro Vieni a Gesù” è un incontro in cui i problemi seri vengono discussi in modo diretto e conflittuale allo scopo di trovare soluzioni.

Tuttavia, un assistente ha dovuto spiegare a Biden che i microfoni nella sala del Campidoglio dove ha pronunciato il suo discorso erano ancora funzionanti. Di conseguenza, hanno ascoltato la conversazione tra Biden e gli altri tre uomini. “I microfoni sono ancora accesi”, ha continuato Biden, prima di chiudere la chiamata.

READ  Il settimo generale russo muore in guerra

Negli ultimi mesi gli Stati Uniti hanno costantemente espresso il loro sostegno a Israele. Ma la crisi umanitaria a Gaza e le rigide restrizioni israeliane sui camion degli aiuti stanno causando sempre più frustrazione al presidente degli Stati Uniti. Non lo nasconde più. Durante il suo discorso sullo stato dell'Unione, ha annunciato che l'esercito americano avrebbe contribuito a creare un porto temporaneo per aumentare la quantità di aiuti in arrivo nella regione. La scorsa settimana, anche gli Stati Uniti hanno avviato lanci di aiuti sulla Striscia di Gaza.