QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Bressanone/Brezzanon in Alto Adige – la culla dei vini bianchi

d’Italia Regione vinicola a nord La maggior parte degli amanti del vino sono affascinati dall’esperienza speciale e dalle idee innovative sul vino, in particolare i vini bianchi. I giovani produttori di vino della regione offrono ecologia e hotel speciali che combinano vino e architettura come un doppio pacchetto.

Per capire perché l’alcol entra in gioco, dobbiamo guardare indietro nella storia Brix ha sempre avuto uno status speciale. L’allora vescovo St. Albuin trasferì “Brihsna” dall’abbazia di Chapen a Meyerhof nel 990, di cui si parla per la prima volta in un documento del 901. Chiesa e vino sono irrevocabilmente legati, vedi ad esempio Cristo che preparò l’Ultima Cena e il vino. dall’acqua. La città in continua crescita, divenuta poi sede di principi vescovi, contava numerosi monasteri di vari ordini, e quindi dipendeva sempre dalla viticoltura per i vini sacri.

c Hannes Niederkofler Eisacktalwein 13

Quando i canonici agostiniani di Klosterneuburg vicino a Vienna si trasferirono nel loro nuovo monastero nel 1142 punta del naso A nord di Bressanone, le colline che circondano il monastero erano già ricoperte di vigneti. Birrificio Abbazia di Newstift Ancora in funzione, è una delle cantine più antiche del mondo.

c Helmut Moling soffia l'inverno 2017

Il terreno scosceso intorno a Bressanone è l’ideale per la viticoltura. I primi coloni, i Ratii, potrebbero averlo già saputo, come testimonia il ritrovamento di vinaccioli nei pressi di Bressanone, risalenti al sec. Ma non sono solo le piste a determinare i buoni vini. Calcare, scisto e quarzite brixon formati dai ghiacciai nelle dolomiti forniscono il terreno perfetto. Poi c’è un altro elemento importante, il clima speciale, le grandi escursioni termiche tra giornate calde e notti fredde.

c Brixen Tourismus Andreas Tauber Fruhling 15

L’attuale superficie viticola si estende per quasi 400 ettari e varia in altitudine da 550 metri a quasi 1.000 metri. Come condizioni ideali per vini bianchi speciali Silvaner, Kerner E Müller Durgao, oltre a nuove varietà di vino. D’altra parte, se stai cercando vini rossi qui, stai cercando un ago in un pagliaio. Ci sono pochi produttori di vino che coltivano la tribù Verniciato Uva in crescita e altro Pinot Nero E Sudore.

READ  Corona Pass è necessario nei ristoranti italiani presto

C BRIXON TURISMO ANDREAS TABER TINE VINO MUSICA 1019

Tra tradizione e innovazione: i produttori di vino a Brixon e dintorni

Insieme, tradizionali e aperti a nuove idee: è così che ti piace Piccoli vigneti di famiglia Intorno a Bressanone. Sono legati alla tradizione quando si tratta delle proprie fattorie, alcune delle quali appartengono alla stessa famiglia da generazioni. D’altra parte, sono aperti all’innovazione nella gestione ecologica del vigneto e alla ricerca di vitigni resistenti. Si uniscono per condividere esperienze. Ci sono otto cantine e la Neustift Abbey Wine Estate, ogni vigneto con la sua filosofia e storia.

  • Johannes Messner della fattoria Burgerhof-Meßner Per i suoi vini biologici si affida a New Mold Resistant Wine Varieties (PIWI) come il bianco Johanniter, Solaris e Muscaris e la varietà rossa Regent;
  • Paul Huber della fattoria Krisserhof Coles, Cal e Rieger coltivano Sylvaner, Veldliner e Kerner, e in posti speciali alcuni Zweigelt e Pinot Nero;
  • di Günther Kerschbaumer Koffererhof È entusiasta del pluripremiato Silvaner R (Reserva);
  • Per la famiglia Bliger, Brigitte e Peter con il figlio Simon Guenhof Il legame tra fattoria, persone, natura e piante coltivate è importante, soprattutto quando si tratta del loro speciale Riesling “Kaiden”;
  • Andreas Huber fa il vino Bacherhof Continua la tradizione del nonno soprattutto dalle vecchie vigne con Sylvaner e coltiva non solo Kerner, Müller Durgau, ma anche Veldliner e Keurstraminer;
  • Hannes Baumgartner del maso Strasserhof si concentra sulla diversità e coltiva diverse varietà di vini bianchi, tra cui Kerner, Riesling, Sauvignon e Müller Thurgau e Zweigelt rosso;
  • Peter Wachler della fattoria Daschlerhof È particolarmente orgoglioso del suo dolce Riesling di vendemmia tardiva, uno dei pochi prodotti nella Valle d’Isacco;
  • Duo padre-figlio Meinrad e Florian Hillbold Villscheiderhof Kerner, Sylvaner, Riesling e van Gewurztraminer a Kerner a ‘Passito St.’ Cyrill’, oltre a coltivare alcuni Zweigelt rossi su 4 ettari;
  • Enologo Cantina dell’Abbazia di NeustiftCelestino Lucin è particolarmente orgoglioso dei tradizionali vini di punta della linea “Prepositus”, in particolare i bianchi Kerner (vini dolci “posito”), Silvaner e Riesling.

Più del vino: architettura e design

Dal 29 Winum Hotels Alto Adige Bressanone ne ha due: il Il mio pergolato Sant’Andrea e il Bacherhof a Newstift.

Relatore

è Hotel Ann Arbor Treel Un edificio unico (di cui abbiamo già Scritto in precedenza), grazie alla sua particolare architettura, si fonde perfettamente con le cime degli alberi sotto l’albero Per favore, il brixon di montagna locale. Qui è possibile degustare il vino durante le degustazioni che si tengono tre volte a settimana nella cantina, che conserva circa 300 vini diversi.

La mia sega

Il Bacherhof, con la propria cantina, è vicino alla fonte dei migliori vini. L’antica architettura dell’XI secolo si combina con lo stile moderno dell’area dell’hotel e la piramide dall’aspetto futuristico della cantina. Vengono inoltre offerti degustazioni di vini, visite alle cantine e ai vigneti.

Relatore 1

è Haller L’hotel si trova in un vigneto, con 18 camere spaziose con una bellissima vista sulla città vescovile e sui vigneti circostanti dove viene coltivato il vino. Una piccola ma ben scelta carta dei vini accompagna gli ospiti nelle serate presso il ristorante dell’hotel AO.

Haller

Uno spazio architettonico speciale è la cantina di recente apertura Hotel Sandra Dolomitic A Sant’Antra. Oltre a un’ampia selezione di vini locali, nazionali e internazionali, in cantina è evidente la roccia naturale di quarzo-pilite di Bressanone. Qui si svolgono degustazioni di vini e formaggi.

ciao

Uno degli hotel più antichi e popolari della regione Hotel Elefante. Come l’hotel, la cantina è dedicata al carismatico Soliman, che vi soggiornò come ospite speciale nel 1551. L’hotel dispone anche di 1 stella Ristorante Michelin Apostelstube. La cantina è ricca di 900 etichette provenienti da tutto il mondo e dall’Alto Adige.

Elefante

Cosa puoi fare Foglie di vite da fare? Designer con sede a Bressanone Gelsomino Castagnaro ‘Laab’ utilizza le foglie autunnali, come vengono chiamate in dialetto altoatesino, e le trasforma con resina organica in spettacolari lampade e piani da tavolo.

miyuca

arrivo Vigneti e Degustazioni Dal lunedì al sabato può essere acquistato presso la cantina dell’Abbazia di Neustift per € 20, mentre il maso Kuenhof può essere visitato su richiesta.

Al termine della vendemmia il vino viene pigiato e in Alto Adige, in particolare nella regione di Bressanone, inizia la quinta stagione: Dorkelon. Da ottobre all’inizio dell’Avvento, questa tradizione si combina con una passeggiata nel paesaggio autunnale e una sosta al tipico Bushesang. Qui si possono gustare cibi speciali della fattoria, prodotti agricoli, castagne e soprattutto ‘Sußer’, un vino dolce che non ha ancora terminato la fermentazione, ‘Nuien’, un vino nuovo e ‘Alten’, un vino dell’anno precedente.

Altri eventi enologici imperdibili si svolgono durante tutto l’anno: Neustifter Frühling, Dine Wine & Music e Wahner Wei(s)se.

Se non puoi venire di persona a Bressanone, c’è sempre la possibilità di acquistare vini bianchi di Bressanone: Vinothek Vitis, Weingalerie, Vinus Peters Weinbistro.

Torna a zero