QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Carlos Puigdemont è stato arrestato in Italia

L’ex presidente catalano Carlos Puigdemont è stato arrestato in Sardegna. I media spagnoli hanno dato la notizia e il suo avvocato Gonzalo Boy ha confermato la notizia.

Contro Puigdemont, residente in Belgio dal 2017, è stato emesso un mandato di cattura internazionale. La Spagna vuole querelarlo per il suo ruolo nella fallita secessione della Catalogna. Rischia fino a 25 anni di carcere per quello che la Spagna considera un referendum catalano illegale il 1 ottobre 2017.

Puigdemont è stato arrestato all’arrivo in Sardegna. Nazione Rapporti basati su prove credibili hanno mostrato la polizia italiana in attesa di Puigdemont all’aeroporto. È stato arrestato poco dopo l’atterraggio dell’aereo.

L’ex leader catalano aveva in programma di partecipare ad alcuni incontri politici locali sull’isola, che includevano sindaci in lotta per l’indipendenza della Sardegna. Il tribunale italiano dovrà ora decidere se Puigdemont sarà rilasciato o deportato in Spagna. È assistito dal suo avvocato Gonzalo Boy e da un team di avvocati italiani.

Boy ha confermato l’arresto in un tweet, ma ha detto che era basato su un mandato di arresto europeo sospeso.

La stessa storia di Jordi Sanchez, ex capo della Catalogna Nazionale (ANC) di Assemblana, si batte per una Catalogna indipendente. Sanchez ha detto a TV3 di aver parlato con Puigdemont giovedì sera. “E’ calmo e deciso. La giustizia spagnola ha di nuovo fuorviato i tribunali europei. Speriamo che la giustizia italiana aiuti la giustizia europea”, ha aggiunto.

L’immunità è elevata

Il Parlamento europeo, che ha vinto un seggio alle elezioni europee del 2019 a Puigdemont, ha rimosso la sua immunità parlamentare a marzo. Puigdemont lo ha contestato legalmente, ma non c’era ancora un verdetto finale. È in corso un’azione legale per determinare se il Belgio rispetta il mandato di arresto emesso da un tribunale spagnolo.

READ  La Spagna si vendica dell'Italia a Milano e si sta già affermando...

Nel 2018 Puigdemont era già stato arrestato in Germania. In quel momento non c’è stato passaggio di consegne.

Non ci sono scuse per Puigdemont

Lo scorso giugno, il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha graziato nove separatisti condannati nel 2019 a diversi anni di carcere. È stato condannato da nove a tredici anni di carcere.

Tuttavia, le scuse non si applicano a Puigdemont, poiché lui e altri quattro politici catalani sono fuggiti alla fine di ottobre 2017, meno di un mese dopo il controverso referendum sull’indipendenza catalana. Ha così evitato il perdono di altri separatisti. Tale accordo potrebbe essere utilizzato solo se Puigdemont è stato prima arrestato e condannato. Questo è discutibile ‘ Disse Paul Beckert, uno dei suoi avvocati all’epoca.