QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Che secrezione! L’Anderlecht si qualifica per la Conference League dopo un’emozionante partita ai calci di rigore contro lo Young Boys | gli sport

Lega ConferenzaEsplosione nel Parco del Lotto. Quattro anni dopo, l’Anderlecht è tornato nei gironi della competizione europea. I Viola & Bianchi hanno vinto dopo un clamoroso rigore dello Young Boys e domani entreranno nella fase a gironi della Conference League.

Van Cromburg: ‘Importante per il calcio belga’

Tanta fatica, ma poca qualità. Soprattutto dopo aver sostituito Fabio Silva e Leor Rafaelov. Questo è forse il modo migliore per riassumere i 120 minuti dell’Anderlecht contro lo Young Boys, 0-1 al termine di regolari e supplementari. Il capo Leor Rafailov si è fermato e Wesley Hoodt è andato ad arbitrare dall’Ucraina per un presunto fallo di rigore. Il vantaggio contro lo Young Boys nel primo tempo non è stato positivo per gli uomini con esperienza europea nell’Anderlecht. Lo svizzero ha eliminato il vantaggio dopo quarantacinque minuti, ma non ha nemmeno rubato. Rispetto alla scorsa settimana c’era di nuovo Rafaelov, Marco Cana è stato il logico sostituto di Adrian Triple. Anche Christian Arnstad è rimasto alla base. Dopo l’andata avevi già la sensazione che le cose potessero andare in entrambi i modi in questa partita, cinquanta e cinquanta. Solo in un duello tutto o niente davanti a un tutto esaurito ti aspetteresti di pagare un po’ di più dell’Anderlecht. In quello che è stato il finale, ha dato il tono per il resto della stagione. Il dominio non si è concretizzato, così come le opportunità.

© BELGA

Lo Young Boys ha iniziato la partita con intenzioni offensive e ha subito provato a fare pressione sul trio al centro della difesa da Viola & Bianchi. Lo sceicco Nasmi Al Qawi era presente dall’inizio della partita questa volta. Mentre l’Anderlecht ha il fine settimana per prepararsi a questa partita cruciale, Nsmi ha segnato una tripletta per i ragazzi in coppa. Non c’era alcun difetto nell’organizzazione e nell’acutezza difensiva. Il Berna ha più volte minacciato dalla distanza, ma ogni volta un giocatore dell’Anderlecht si è messo sulla sua strada. Anche poco dopo la metà del primo tempo. Mishak Elia – che nel recente passato era ancora sotto processo all’Anderlecht – ha organizzato lui stesso una campagna. Era più veloce di Amuzu e Delcroix e ha visto il suo sforzo finire nell’angolo più lontano sul piede di Hoedt. Una doccia fredda per l’Anderlecht si riprende lentamente. Fabio Silva tira a lato e Amuzu si precipita sotto la porta e segna completamente il suo tiro. Chiamiamo diretti dall’altra parte.

Matsu entra nel primo tempo. Christian Arnstad è stato eliminato dal campo, Leor Rafailov è stato tirato indietro e Sebastiano Esposito è avanzato al fianco di Fabio Silva. Il risultato fu allarmante, ma non insormontabile. Un obiettivo e il mondo sembrava di nuovo più ottimista. Fabio Silva c’era, ma il suo tiro è stato bloccato all’estremo. L’Anderlecht ha cercato di catturare gli svizzeri con le spalle alla porta della loro squadra. Lo Young Boys è sopravvissuto, Camara ha buttato a terra Fabio Silva e per quello avrebbe dovuto sempre ottenere il suo secondo cartellino giallo. Pochi secondi dopo, lo stesso Camara ha parato un pallone dalla linea di Fabio Silva. Lotto Park è stato dato alle fiamme, ma l’Anderlecht è rimasto troppo debole in attacco per creare un’enorme minaccia in porta. Non c’era molta qualità nel finale e la tensione è aumentata. Mazzu ha preso Verschaeren – partita mediocre su dieci – e Kana insieme a Olsson e agli Stroykens. Benito Raman sa subito dove si trova, il quinto attaccante in classifica. Benito è stato comunque autorizzato a comparire per i tempi supplementari. Esposito sembrava aver fornito la salvezza nell’ultima fase, ma l’italiano lo ha fatto da fuorigioco.

Notizie fotografiche

© Foto Notizie

Dopo Fabio Silva, anche Matsu ha rimosso Rafaelov dalla squadra nei tempi supplementari, che sono completamente vuoti. Anderlecht cerca un “eroe sconosciuto” in quella che è diventata la “sopravvivenza del più adatto”. Gli Stroykens hanno dovuto lottare a centrocampo, e anche Isaac. Murillo iniziò ad avere le convulsioni e Benito Raman era quasi l’eroe. Il suo tiro da angolo acuto ha colpito il palo.

Le sanzioni dovevano decidere. L’Anderlecht si è mostrato il più cool, a differenza della finale di coppa. Hoedt, Sadecki ed Esposito trasformano di 11 metri e lo svizzero ne sbaglia tre. Lotto Park è esploso. Dopo quattro anni di tormenti, l’Anderlecht giocherà finalmente di nuovo la fase a gironi europea.


BELGA

© BELGA

BELGA

© BELGA

AP

© AP

AP

© AP



READ  I tifosi di Anversa sognano Alderweireld: 'Non si sa mai nel calcio' | Tempo supplementare 9 maggio