QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Chiusura in rialzo a Bruxelles dopo l'inflazione Usa

Chiusura in rialzo a Bruxelles dopo l'inflazione Usa

(EPMFN) Martedì la Borsa di Bruxelles ha chiuso in positivo, con l'indice Bel20 in rialzo dello 0,2% a 3.749,94 punti.

Solvay ha sovraperformato lo Star Index con prezzi in aumento di quasi il 5%. Mercoledì il gruppo chimico presenterà i suoi dati annuali.

Martedì è stato tutto incentrato sull’inflazione statunitense, che si è rivelata più elevata del previsto a febbraio, facendo salire i rendimenti obbligazionari statunitensi.

L'inflazione è aumentata dello 0,4% su base mensile a febbraio, dopo essere aumentata dello 0,3% a gennaio, portando il tasso annuo al 3,2% rispetto al 3,1% di gennaio.

L'inflazione core è aumentata dello 0,4% su base mensile, il che equivale a un tasso annuo sceso solo dal 3,9% di gennaio al 3,8% di febbraio. Gli economisti si aspettavano un calo al 3,7%.

In un’intervista con ABM Financial News, Bernard Kibben, capo economista della CBC Bank, ha osservato: “Questi numeri confermano che l’inflazione scenderà lentamente e che quindi la Fed rimarrà accomodante e non taglierà i tassi di interesse prima di giugno, e che i tagli dei tassi di interesse Continuerà.” “Continuare dopo sarà prudente e diffuso.”

Secondo Kippen, questa è una brutta notizia per il presidente Joe Biden, poiché l’inflazione è aumentata a causa dell’aumento dei prezzi della benzina e perché il lento processo di abbassamento dei tassi di interesse non funziona a suo favore.

“Per i mercati finanziari invece non è cambiato nulla”, dice l'economista della banca CBC. “I tassi di interesse effettivamente scenderanno, sostenendo i mercati azionari, mentre i rendimenti obbligazionari si riprenderanno leggermente”.

Martedì il cambio EUR/USD è sceso a 1,091 e il petrolio è diventato più caro dello 0,3% circa.

Quelli che si alzano e quelli che cadono

READ  Ancora in vacanza sulla neve? Attenzione: in Germania con una VW Golf | non è consentito circolare nella corsia di sinistra Durante il lavoro è possibile la mobilità

Martedì Solvay ha guidato con un aumento dei prezzi del 4,8%, seguita da Abiram, che è aumentato del 4,0%.

Barclays ha alzato il prezzo target per D'Ieteren da 220€ a 255€ e ha mantenuto la sua raccomandazione di acquisto. Nel fissare il nuovo prezzo indicativo, Barclays ha tenuto conto di uno sconto del 20%. Le azioni di Deterin sono aumentate del 2,6%.

Elia e WDB hanno perso il 3,7 e il 2,6% e sono finiti in fondo allo Star Index.

Syensqo, i cui risultati nella seconda metà del 2023 erano ampiamente in linea con le aspettative secondo ING, è scesa dell'1,8%. Tuttavia, la banca ha descritto le prospettive per il 2024 come piuttosto negative, il che spiega il calo del prezzo delle azioni dell’azienda chimica.

Degroof Petercam ha alzato il target di prezzo per Lotus Bakeries a 6.866 euro, ma ha ribadito il suo consiglio di downgrade. DeGroff ritiene che la valutazione sia semplicemente troppo alta. Il produttore di biscotti ha perso lo 0,1% a 8.960 euro.

L'EVS, in crescita del 3,6%, ha beneficiato di un aumento del prezzo obiettivo da parte di ING, che ritiene che le prospettive di crescita dell'azienda non siano ancora adeguatamente prezzate.

IBA e Titan Cement hanno perso il 4,4 e il 3,1% e hanno chiuso in fondo all'indice BelMid.

Tra le small cap, Atenor è cresciuta del 3%, mentre Onward Medical è scesa del 6,7%.

Fonte: Notizie finanziarie ABM

ABM Financial News è una risorsa per notizie, video e dati sul mercato azionario, sia per piattaforme e sale di negoziazione in tempo reale che per pubblicazioni multimediali online e offline. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono fornire una consulenza professionale in materia di investimenti o una raccomandazione per effettuare investimenti particolari.