QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Christian Eriksen segna subito un bel gol nella rimonta danese contro l’Olanda: “Sono contento di essere ancora un calciatore” | calcio

calcioLa forte Orange ha preso la misura della Danimarca senza troppi sforzi, 4-2. L’Olanda ha fatto colpo, soprattutto nel primo tempo. Il momento migliore è arrivato la sera subito dopo la pausa. Eriksen, appena sostituito, ha segnato 287 giorni dopo aver subito un arresto cardiaco al suo ritorno in nazionale danese.


Avanzamento veloce al minuto 47. Skov Olsen del Club Brugge ha rimesso la palla e Christian Eriksen ha messo la palla nell’angolo più lontano sul dischetto. Il danese, svenuto 287 giorni fa dopo aver subito un infarto nella partita del Campionato Europeo contro la Finlandia, è rimasto in campo per appena due minuti. Il momento della pelle d’oca per tutto il mondo del calcio. Esattamente alla Johan Cruyff Arena, dove ha recitato per 3,5 stagioni con la maglia dell’Ajax. Eriksen ha ricevuto un caloroso benvenuto.

Eriksen con il brillante 3-2 alla Johan Cruyff Arena.

Eriksen con il brillante 3-2 alla Johan Cruyff Arena. © AFP

Eriksen ha riportato la tensione nella partita, con i danesi in svantaggio per 3-1 nel primo tempo. L’Olanda ha preso il comando dall’inizio della partita. La Danimarca è stata pressata contro il proprio obiettivo e in un quarto d’ora Orange è stata pagata per il lavoro. Bergwijn ha colpito di testa con un superbo passaggio dal buio, 1-0. L’allenatore della nazionale Van Gaal ha visto che stava facendo bene e ha bevuto dalla sua bottiglia d’acqua.

La risposta danese è arrivata cinque minuti dopo. Maehle (ex Racing Genk) ha portato la palla davanti alla porta e Vestergaard ha annuito oltre il portiere dell’Orange Flek. Pioveva bersagli verticali. Adesso tocca alla squadra di casa. Berghese dipinse la pelle sulla testa dell’acai, di cui non poteva più fare a meno. Anche prima della fine del primo tempo, Depay ha raddoppiato il vantaggio degli olandesi su rigore.

Notizie fotografiche

© Foto Notizie

Dopo il gol della chiamata di Eriksen, i danesi sono entrati meglio in partita, ma Skov Olsen ha dimenticato cosa poteva fare quattro volte al club: segnare. Anche i Paesi Bassi hanno opportunità. Bergwis e Debye Schmeichel hanno sempre trovato la loro strada. A venti minuti dal termine dei tempi si registra ancora un doppio anticipo. Bergwijn taglia la palla e la fa rotolare nell’angolo in alto. 4-2, anche il risultato finale è perfetto.

Christian Eriksen ha mostrato ancora una volta la sua classe. Da una distanza di 25 metri, ha colpito la palla con il palo. Il danese è tornato fino in fondo. E lui – e con lui il mondo intero (il calcio) – ne era felice.

“Mi sento di nuovo un giocatore di football”, ha detto Eriksen davanti alla telecamera del NOS. “Sono felice di essere tornato e questo è un ottimo inizio. È davvero bello tornare in campo, non vedevo l’ora di farlo. Non potevo iniziare meglio. Non mi sento come se lo fossi lontano.”

Era soddisfatto del suo gol veloce. “Ma speravo di prenderne due”, ha detto il centrocampista. “Sono sempre lo stesso calciatore con le stesse qualità. Non sento alcuna differenza. Ma sono felice di essere ancora un calciatore”.

Al giorno d’oggi pensa spesso all’Europeo. “Incontro spesso persone che ne scrivono. Ogni articolo con immagini e foto riporta alla mente ricordi. Ma questo cambierà. Ora si tratta più del calciatore che dell’uomo che è stato messo da parte per alcuni minuti durante l’Europeo”. “

L’urlo del terrore

Anche il ritorno di Eriksen nella nazionale danese ha suscitato grande entusiasmo tra i giocatori in campo. “Ho avuto la pelle d’oca quando è venuto in campo”, ha detto Matisse de Ligt. “Ho anche trovato difficile a volte andare davvero forte. Ovviamente devi rimandare quella sensazione da calciatore, ma sì: sei anche un po’ umano. Siamo tutti molto felici che sia tornato a questo livello”.

“E’ stato fantastico vederlo ricevere un caloroso benvenuto qui”, ha detto il tecnico della Danimarca Casper Hjolmand. “Segna anche dal vivo. È stato un grande momento. Christian è tornato.

Stefano Bergwijn

Stefano Bergwijn © ANP

AP

© ANP



READ  Loena Hendrickx, Hanne Desmet e Bart Swings ricevono il premio olimpico: 95.000 € | Giochi invernali