QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Cina significa casa, ora e per sempre: la Cina è il capitano italiano della Eastern Airlines

Roma – (Filo commerciale) – “Wuhan è la casa di tutti i membri della mia famiglia. Per noi la Cina è casa, presente e futuro “, ha detto Diego Benedetto, il capitano italiano di China Eastern Airlines (China Eastern), che si è congratulato con Wuhan, una città cinese che un tempo è stata gravemente colpita dal COVID-19.

Da quando è arrivato a Wuhan tre anni fa, Benedetto ha rapidamente conquistato la città con comfort moderni e accoglienti e cultura tradizionale. Mentre cercava per le strade e i vicoli deliziosi spuntini e passeggiava per i marciapiedi affollati, sviluppò un profondo legame con la nuova casa.

Quando l’epidemia di COVID-19 è scoppiata all’improvviso, Benedetto era impaziente come tutti i cittadini di Wuhan, mentre sentiva fortemente che doveva essere fatto qualcosa per riportare la città alla normalità.

Egli fece.

Quando la Cina decise di rinchiudere l’intera città per impedire la diffusione del micidiale romanzo Corona virus, Benedetto gli chiese di tornare al lavoro il prima possibile, anche se era all’estero, pronto a pilotare aerei antiepidemia in qualsiasi momento. Tempo.

Dal 21 gennaio 2020, la persona ha operato voli intensivi tra città cinesi tra cui Shanghai, Pechino e Chengdu, ed è stata trasferita a Wuhan il 28 gennaio alle 3 del mattino.

Partecipare alla lotta contro COVID-19 come membro di China Eastern è stata un’esperienza gratificante per Benedetto, che è stato ispirato dal forte senso di lavoro della sua azienda.

Era orgoglioso che China Eastern avesse effettuato il primo volo charter dell’aviazione civile per il team medico inviato a Wuhan il capodanno lunare cinese o il giorno della festa di primavera.

Ciò che lo ha reso ancora più orgoglioso della sua azienda è stato il fatto che il 12 marzo 2020 la Cina ha preso il primo volo della Cina orientale con un team di supporto di esperti medici e ha portato il materiale anti-infettivo tanto necessario nel suo paese d’origine.

“Durante quei tempi difficili, mi sentivo come se fossimo in una grande famiglia ogni giorno. C’erano molti padri, madri, fratelli e sorelle, e tutti in famiglia combattevano (contro COVID-19) “, ha scritto Benedetto.

Nella frenesia del viaggio del Festival di Primavera di quest’anno, il primo volo eseguito da Benedetto è volato a Wuhan, che ha stretti legami con lui.

Tra poche settimane, sarà un anno da quando la serratura è stata rimossa a Wuhan, la capitale della provincia di Hubei nella Cina centrale. Grazie alle misure efficienti ed efficaci prese dal governo cinese e agli sforzi a livello nazionale e alla solidarietà dimostrata dal popolo cinese, la Cina ha portato il COVID-19 sotto controllo.

Poiché molte parti del mondo stanno ancora affrontando lo scenario peggiore di COVID-19, tutte le nazioni devono capire che su un pianeta minacciato dalle epidemie, tutti devono stare come una famiglia l’uno per l’altro.

READ  L'Italia vuole combattere il gelato scadente: "Va tutelato il logo gastronomico"