QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Come affrontiamo l’obesità?  “I pazienti condividono tutte le altre malattie, ma non l’obesità”.

Come affrontiamo l’obesità? “I pazienti condividono tutte le altre malattie, ma non l’obesità”.

Chi è veramente malato? Sono le persone obese o i supermercati, le stazioni e le vie dello shopping piene di cibi poco salutari? La verità è che l’obesità tra gli adulti è diffusa in tutto il mondo Più che raddoppiati dal 1990. Più della metà degli olandesi soffre di sovrappeso e il 16% di obesità, e la fine di questa crescita non è ancora in vista.

L’ambiente deve diventare più sano e deve diventare più facile fare scelte sane – e su questo argomento si discute poco. Questo è il modo per evitare che più persone diventino obese. Ma cosa fare ora che questo è già successo a così tante persone? La visione al riguardo sembra stia lentamente cambiando. Dall'”errore personale”, allo sguardo ampio su tutti i fattori che causano l'obesità e al trattamento individuale per chi lotta con i chili da tutta la vita.

Una nuova generazione di farmaci sta mostrando buoni risultati, con le persone che perdono più peso più velocemente e più che con una dieta sana. Inoltre, le iniezioni settimanali non sono così radicali come la riduzione dello stomaco. I farmaci eliminano l’obesità? Oppure tratta i sintomi e stiamo medicalizzando un problema sociale? Cinque esperti valutano l’approccio alla lotta all’obesità.

Erica van den Acker“Voglio dare a un bambino il miglior trattamento”

Immagine di Erasmus MC

Professore di Endocrinologia Pediatrica presso Erasmus MC, Rotterdam

“Per molto tempo abbiamo considerato l'obesità un problema di stile di vita che potresti risolvere se avessi abbastanza forza di volontà. Ora sappiamo che l'obesità è un disturbo del sistema ormonale, che colpisce tutti i tipi di processi, compreso l'appetito e il metabolismo. A volte lo è L’equilibrio è così disturbato – da geni, farmaci o ormoni – che i soli cambiamenti nello stile di vita non sono sufficienti.

“Attualmente, il 4% dei bambini fino a 18 anni sono obesi e, se non cambia nulla, la percentuale raggiungerà circa il 15% nel 2050. I bambini obesi diventeranno invariabilmente adulti obesi. Questa è la porta d'accesso a tutti i tipi di malattie. Vediamo bambini che hanno sviluppato il diabete di tipo 2 all’età di tredici anni e successivamente hanno sviluppato insufficienza epatica e renale e malattie cardiovascolari quando avevano vent’anni.

“Si inizia sempre con lo stile di vita, questo è l'approccio causale. Ma il trattamento deve essere più aggressivo. Non aspettare fino a quando un bambino ha 4 anni se è già pesante come un bambino di 2 anni. Quindi inizia prima con guida intensiva allo stile di vita E per bambini dai 12 anni in su Se non è possibile perdere peso facendo più esercizio fisico e mangiando più sano: non rimanere bloccato, usa i farmaci più rapidamente A causa dell'arrivo di farmaci altamente efficaci, linee guida per il trattamento ora è necessario aggiornarlo.

“Il trattamento dell'obesità attualmente non viene rimborsato fino all'età di 18 anni, il che rappresenta per noi un dilemma. Si vuole trattare tutti i bambini allo stesso modo, ma vedo i bambini diventare malati davanti ai miei occhi, quindi non voglio privare un bambino del meglio No, la medicina no Toglie la responsabilità ai genitori Questo è il vecchio stigma, dove si dice ancora: basta mangiare di meno.

“Vediamo che i cambiamenti nello stile di vita sono molto più facili da mantenere con i farmaci: mettono il corpo nella giusta posizione imitando l'ormone corporeo GLP-1. Vedo che le persone si sentono prese sul serio se trattano l'obesità come una malattia che a volte richiede un trattamento.

READ  Dare ossigeno con flusso nasale elevato in COVID-19

“Quello che a volte mi dà fastidio è che prescrivo quei farmaci e poi li rimando in un mondo pieno di tentazioni. Ma lo faccio perché non voglio lasciare indietro questo bambino. Come pediatri, chiediamo al governo di prendere azione su tutte le misure di prevenzione concordate per rendere le forniture alimentari e ambientali più sane.

Natasia Welling“Il processo non è affatto facile.”

Foto di Hilco Kuipers

Membro del consiglio di amministrazione della Dutch Overweight and Obesity Society

“Dopo l’intervento di riduzione dello stomaco, ho perso 50 chili in 9 mesi. Ero la stessa persona ma all'improvviso sono stata trattata in modo completamente diverso. Sono uscito dall’isolamento e all’improvviso la gente mi ha chiamato.

“Solo allora ho capito come le persone giudicano qualcuno con un corpo più grande. Lo stigma è così profondo che ci sono ancora molti medici di base che dicono: esercizio, dieta e tutto andrà bene.

“È strano che i pazienti siano coinvolti nella discussione con qualsiasi altra malattia, ma non con l'obesità. L'obesità non è stata vista come una malattia per molto tempo. Il quadro sta lentamente cambiando. Molti medici hanno ancora poca formazione nel campo obesità. Nel frattempo, nessuno stigma continua a causare molta sofferenza. Come membro del consiglio di amministrazione della NVOO, invito i medici a indagare prima adeguatamente sulle cause e a lavorare insieme per trovare cure adeguate e su misura. Non parlare su di noi senza di noi.

“Ora ho guadagnato di nuovo 20 chilogrammi. Ciò dimostra che il corpo vuole sempre tornare al peso elevato. Se mangio più di 1.400 calorie, il mio peso aumenterà. Una persona che pratica lo yo-yo dovrebbe esercitarsi dalle tre alle cinque ore al giorno. giorno. Settimana per mantenere il peso. È molto difficile sentire: hai scelto la strada più semplice per l'operazione. Niente affatto, devi adattare il tuo stile di vita per il resto della tua vita. Il chirurgo non sta vicino al frigorifero .

“I farmaci o la chirurgia sono a volte, ma non per tutti, il trattamento migliore. Per trovarlo, il medico deve lavorare con il paziente. ” Guarda le ragioni E fornire la personalizzazione. Finché ciò non funziona, le persone possono continuare ad aumentare di peso fino a raggiungere un BMI che le qualifica, ad esempio, per un trattamento bariatrico o un intervento chirurgico. Ciò precede anni in cui le persone provavano tutto e ogni dieta disponibile. Le persone disperate possono fare qualsiasi cosa”.

Gigis van Acker“Mi aspetto che la domanda di medicinali continui a crescere”.

Fotografia di Martin Bronkhorst

Chirurgo e direttore medico della Clinica olandese per l'obesità

“Quando si vede la rapidità con cui sta crescendo il numero di persone pericolosamente sovrappeso, che ora ammonta a più di un miliardo di persone in tutto il mondo, è allarmante. È necessario fare qualcosa per affrontare meglio l'obesità. La cosa migliore è la prevenzione e l'informazione. Ma noi Sappiamo anche che l’obesità è causata solo in parte dallo stile di vita e che, in gran parte, ha a che fare con l’epigenetica, cioè con il cambiamento dell’attività del DNA dovuto all’ambiente.

READ  “Chi è stato vaccinato passa attraverso una variante delta proprio come…

“Considero l'obesità come una malattia, non come un problema comportamentale. A volte la causa è un disturbo alimentare, ma si tratta di una minoranza. E poi devi prima affrontarlo.”

“Come chirurgo sono pratico, con la chirurgia gastrica si può ottenere una rapida perdita di peso. Ma è un approccio generale. In futuro personalizzeremo sempre più il trattamento, prestando più attenzione alle differenze tra gli individui. Perché una persona si accontenta facilmente e l’altro non è mai soddisfatto?”

“Stiamo lavorando su un modo per prevedere meglio a quali alimenti, integratori e forse farmaci le persone risponderanno bene, in base al profilo genetico, al microbioma e agli esami del sangue. Ad esempio, ora diamo a tutti semaglutide (marchio Ozempic o Wegovy), ma non funziona bene». Uguale con tutti e talvolta anche controproducente, andrebbe più mirata.

“Il numero di operazioni gastriche nei Paesi Bassi è diminuito lo scorso anno. Mi aspetto che la domanda di medicinali continui a crescere, soprattutto ora con l'emergere di una nuova generazione, poiché le persone perdono in media il 20% del loro peso.

“Spesso le persone si vergognano se non riescono a perdere peso da sole. Ma è una malattia, non puoi farcela da solo. Spero che più persone cercheranno aiuto quando lo stigma scomparirà. Un peso sano è un privilegio per la gente?” “Spesso i farmaci non vengono rimborsati, perché vediamo clienti più benestanti che possono permetterseli. Il mio ideale è che vengano rimborsati anche i farmaci per l'obesità che le persone ora pagano da soli.”

Leggi anche
Chi ha diritto a ricevere i medicinali destinati ai rifiuti rari?

Chi ha più diritto a ricevere questa rara iniezione dimagrante?

Anna Tetti“I farmaci rimuovono l’incentivo a cambiare l’ambiente malato”.

Foto di Pascal van Gerven

Professore di Psicologia e Neurobiologia del comportamento alimentare all'Università di Maastricht

“Sessant'anni fa i nostri geni non erano diversi, eppure l'obesità era molto più bassa. Quindi c'è una forte interazione con l'ambiente. L'80% degli assortimenti al supermercato non sono salutari e le persone soffrono di stress, preoccupazioni finanziarie e pressione lavorativa – il che rende molto difficile vivere in modo sano”. Per molte persone.

“Gli interventi sullo stile di vita devono essere più intensivi di adesso per ottenere buoni risultati e mantenere un comportamento sano. La ricerca mostra che sono necessari un minimo di quattordici incontri ogni sei mesi, che ora è una media di soli dodici incontri all'anno. Inoltre, tuttavia, ci sono anche le persone che partecipano solo all'intervento combinato sullo stile di vita perché dopo un anno diventano idonee al trattamento, per cui l'intervento sullo stile di vita non ha alcuna possibilità.

“Finché il governo non interviene con misure come una tassa sullo zucchero, il miglioramento dell'approvvigionamento alimentare e l'aumento dell'attività fisica nelle scuole, è solo una questione di pulizia del rubinetto. È doloroso vedere che la soluzione ora non c'è più.” .” Grande farmaceutica Deve venire. Metti le persone in un ambiente tossico e poi dai loro pillole e iniezioni. Per tutta la vita, perché una volta che smetti di prendere i farmaci, ingrassi di nuovo.

“L'ambiente è malato e i farmaci tolgono l'incentivo a fare qualcosa al riguardo. C'è un gruppo il cui equilibrio ormonale è così gravemente disturbato che i cambiamenti dello stile di vita da soli non sono sufficienti, ma perché somministrare farmaci se non c'è uno squilibrio ormonale?”

READ  Il Radboud University Medical Center sta indagando sulla salute dei residenti più anziani di Leida durante il caldo

“Dobbiamo affrontare lo stigma secondo cui le persone sono in sovrappeso. Movimenti simili Positività corporea E La salute ad ogni dimensione Può contribuire a questo, ma riguarda anche l'apparenza. Non possiamo accettare che le persone corrano il rischio di ammalarsi, anche mentalmente, a causa del loro peso. L’obesità non è salutare.

“Dobbiamo definire meglio le cause dell'obesità e un'adeguata guida allo stile di vita per i diversi sottogruppi. Non aspettare che il tuo BMI raggiunga 30. Discuti le linee guida sullo stile di vita a partire da un BMI di 25 e, se le offri, assicurati che siano condensate.

Amrum Aydin“Le persone obese non vengono ascoltate abbastanza”

Foto di Mike van Bemelen

Internista dell'UMC di Amsterdam e co-fondatore della Dutch Overweight and Obesity Society

“Durante i miei studi di dottorato presso l'Università di Medicina di Amsterdam e l'Ospedale Sparne-Gastuis, abbiamo seguito un gruppo di pazienti sottoposti a intervento di bypass gastrico. In uno studio su 263 persone, abbiamo esaminato, tra le altre cose, la fiducia in se stessi, la qualità delle relazioni sociali e del sostegno, e delle conoscenze e delle abilità che aiutano a mantenere uno stile di vita sano. La fiducia in se stessi e la fiducia nella propria capacità di raggiungere gli obiettivi prefissati si sono dimostrate cruciali. L'impatto negativo di una scarsa fiducia in se stessi è rafforzato nelle persone che hanno difficoltà nelle relazioni sociali e ricevono poco sostegno: mantenere uno stile di vita sano diventa più difficile.

“Ciò tocca il modo in cui la società vede l'obesità. Le persone obese vengono spesso criticate fin dall'infanzia per il loro aspetto, il loro peso e il loro comportamento alimentare. Sono viste come indisciplinate e demotivate. Il presupposto che le persone scelgano di essere troppo pesanti può influire sulla fiducia in se stesse”. e la propria immagine di sé, rendendo le persone socialmente isolate e creando un circolo vizioso.

“La percentuale di persone in sovrappeso continua ad aumentare, secondo l'Ufficio statistico olandese. Ciò significa che metà dei Paesi Bassi non sono controllati? Viviamo in un ambiente obesogeno dove senza supporto è facile ingrassare e difficile perdere peso. Inoltre, I medici non hanno il tempo di approfondire lo stile di vita di qualcuno. Il consiglio spesso si riduce a: mangiare un po 'di meno, fare esercizio un po' di più. Dimentichiamo che molte persone hanno lottato con il loro peso per anni e hanno provato innumerevoli diete senza successo.

“Offrire fiducia e dimostrare comprensione è essenziale per identificare le cause con i pazienti. Queste sono diverse per ognuno. È importante, ad esempio, se hai un problema alla tiroide o se sei un atleta di punta. Affrontare l'obesità richiede soluzioni su misura.

“La voce delle persone obese non è ancora abbastanza ascoltata. Ecco perché abbiamo fondato l'Associazione olandese per il sovrappeso e l'obesità con esperti esperti. In modo che siano rappresentati quando prendono decisioni riguardanti, ad esempio, trattamenti e risarcimenti. Le persone obese hanno bisogno di un posto a tavola.