QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Come utilizzare piante ed erbe contro le malattie (estive).

Come utilizzare piante ed erbe contro le malattie (estive).

Come fai la tua erba dopo il sole? Quali piante leniscono le punture di insetti e il dolore dell’ortica? Quali sono le erbe consigliate per la febbre da fieno? L’erborista Anntje Peeters ci insegna a usare la natura in modo semplice ed economico contro i disturbi quotidiani.

“Hai mai avuto un attacco di ortica”, dice l’erborista Antie Peters, che ha recentemente pubblicato il libro, “controlla se la piantaggine tozza non cresce nelle vicinanze”. Piccole malattie e forti erbacce rilasciato. Le foglie di piantaggine contengono sostanze antinfiammatorie che alleviano istantaneamente il prurito o il dolore. Mastica la foglia fino a quando la sostanza buona non viene attivata dalla saliva e strofinando la pasta verde sulla pelle. La piantaggine è eccellente anche per punture di insetti dolorose, vesciche ai piedi e ferite che guariscono male. Puoi strappare le strisce di carta e legarle come un cerotto. È in inglese per un motivo Fabbrica di primo soccorso (impianto di gesso).

Le calendule, continua anche Peters, sono una pianta particolarmente preziosa per le condizioni della pelle estiva. Puoi fare un bagno d’olio dai petali e applicarlo su una dolorosa scottatura solare (Vedi ricette sotto). Recentemente, la ricerca scientifica ha dimostrato che l’olio di amaranto riduce la quantità di importanti antiossidanti nella pelle, come la vitamina E, e la riporta ai livelli precedenti alle scottature. Questo non era il caso nel gruppo placebo.

Ortica contro la febbre da fieno

L’ortica non solo deprime i camminatori che indossano pantaloncini, ma può anche essere usata contro un altro disturbo estivo: la febbre da fieno. Peters: In erboristeria, una tintura di foglie di ortica è sempre stata consigliata contro la febbre da fieno. Questo perché l’ortica è un antistaminico naturale. La pianta blocca i recettori dell’istamina nel tuo corpo, proprio come le pillole per l’allergia Claritine o Zyrtec. Molti pazienti riferiscono di sperimentare meno attacchi di febbre da fieno quando usano le gocce vegetali tre volte al giorno. Il tè all’ortica non funziona contro questo.

Un’erba più esotica contro la febbre da fieno è il reishi, un fungo spesso usato in Cina. La febbre da fieno fa reagire in modo eccessivo il sistema immunitario a qualcosa che in realtà non è dannoso e il reishi che regola il sistema immunitario calma il sistema immunitario.

Sentirsi benissimo grazie al tè caldo alla menta

E che dire di quelle giornate torride, di cui vedremo sempre di più in futuro? Fai scorta di erbe estive. Il classico ibisco, che puoi trasformare in un tè freddo. La menta ha anche un effetto rinfrescante sul corpo. E non solo in un mojito.

“Anche se bevi menta piperita nel tè caldo, ha un effetto rinfrescante”, conferma Peters. Riempi la tua tazza di tè con foglie di menta, lascia fermentare per cinque minuti e poi rimuovi le foglie per un tè alla menta fresco. La menta funziona meglio. Oppure avvolgere alcune foglie di menta in un’insalata. Tutte le erbe dal sapore leggermente amaro raffreddano anche il corpo, come le foglie essiccate e la radice di tarassaco, da cui si può anche fare il tè.

READ  È stato trovato un potenziale antidoto per il fungo più letale, il mannite tuberoso verde

Erbe in sanità

Piccole malattie e forti erbacce di Anthony Peters. Manteau Editore.

L’ottanta per cento della popolazione mondiale fa ancora affidamento principalmente su piante ed erbe per la propria assistenza sanitaria, ma nel mondo occidentale l’uso delle erbe per i disturbi quotidiani è in qualche modo passato in secondo piano. Inoltre, poiché il valore terapeutico dei prodotti botanici ei loro effetti collaterali non sono stati scientificamente provati, la legge non consente indicazioni sulla salute pubblica per prodotti erboristici e botanici. Tuttavia, il 40 percento degli ingredienti grezzi delle medicine moderne sono vegetali.

Al giorno d’oggi, c’è anche molto interesse per le piante transgeniche, come il sashwaganda e il ginseng. Queste sono erbe che aiutano ad aumentare la tua resilienza a tutte le forme di stress. L’hype che lo circonda ricorda in qualche modo i “superfood” di qualche anno fa. Sono state fatte pochissime ricerche scientifiche su questo argomento. Ecco perché la medicina classica è ancora un po’ patetica.

“Le eccessive affermazioni che alcuni ciarlatani fanno sulle erbe non aiutano l’immagine della fitoterapia”.

“Le affermazioni eccessive che alcuni ciarlatani fanno sulle erbe non funzionano davvero nell’immagine della fitoterapia”, afferma Peters. Le erbe non curano malattie gravi. Inoltre, ogni corpo è diverso dall’altro. Se il tuo corpo non risponde bene a un’erba, allora quell’erba non funzionerà per te. Ad esempio, è generalmente accettato che la famosissima pianta dello zenzero non funzioni per tutti. Al giorno d’oggi, tutti i tipi di influencer promuovono colpi e succhi di zenzero antinfiammatori. Lo zenzero è un’erba molto riscaldante, ma se hai spesso molto caldo o sei in menopausa e soffri di vampate di calore, lo zenzero non è una buona idea. Nella fitoterapia cinese, l’effetto che una particolare erba ha sulle persone è sempre attentamente monitorato. Questo è un ingrediente che non conosciamo nella fitoterapia occidentale. Infine, non bisogna confondere la fitoterapia con l’omeopatia o un rimedio a base di fiori di bach. I principi attivi si trovano chiaramente nelle erbe, ma non nei rimedi omeopatici e nei fiori di bach.

Cosa è stato scientificamente provato?

Sono già stati scientificamente provati: l’effetto antidepressivo dell’ipericina nell’erba di San Giovanni, l’effetto di sostegno del cuore del biancospino e l’effetto dell’arnica o dell’arnica come unguento per i muscoli rigidi e sensibili e per l’affaticamento e la rottura muscolare. . Recentemente è stato anche scientificamente confermato che i mirtilli rossi aiutano a prevenire le infezioni della vescica, qualcosa contro cui la pianta è stata usata per molto tempo.

READ  "Ti devo delle scuse", disse il ginecologo.

Peters ha una passione per la scienza e si rammarica della mancanza di ricerca sulle piante. Ci sono poche prove dell’effetto medicinale delle piante perché non ci sono risorse sufficienti per finanziare tale ricerca. È quasi impossibile analizzare le centinaia di migliaia di sostanze diverse in una data erba. Di conseguenza, le persone non sempre sanno quali erbe e piante sono benefiche. Tuttavia, i pochi studi esistenti confermano conoscenze tradizionali tramandate da secoli. Forse dovremmo prestare maggiore attenzione ancora una volta alla conoscenza tradizionale di potenti erbe per disturbi minori.

Paura delle piante

Sebbene negli ultimi anni siano stati completati i corsi di erbe, molte persone hanno ancora una certa paura delle erbe. Dubitano di essere sicuri o meno e non sanno esattamente quale erba usare in quale situazione, come usarla e per quanto tempo. “È un peccato, perché con un po’ di conoscenze di base non è difficile usare le erbe correttamente e con successo”, afferma Peters.

Ad esempio, Peters spiega che puoi usare alcune erbe, proprio come le verdure, in grandi quantità e su base giornaliera. L’ortica è una di queste. Puoi assumere erbe medicinali più forti solo per un breve periodo e in quantità limitate. “L’uso eccessivo di alcune erbe non è una buona idea, in quanto ciò può portare a problemi allo stomaco e all’intestino. Ad esempio, l’assenzio erbaceo molto amaro, che veniva usato per fare l’assenzio, contiene il potente tujone medicinale”.. Assunzione eccessiva di tujone Potrebbe teoricamente influenzare il sistema nervoso. Tuttavia, la ricerca mostra che la quantità di tujone Nell’assenzio in realtà non è neanche lontanamente abbastanza alto. Tuttavia, è una buona idea non superare la dose raccomandata.

Poi ci sono le erbacce velenose. Inutile dire che non dovresti usarli, avverte Peters. Questa è una categoria che lasciamo ai laboratori specializzati. Pensa al tasso, che è altamente tossico ma uno dei suoi ingredienti è la materia prima per un farmaco antitumorale. O digitale, che è una medicina contro i disturbi del ritmo cardiaco.

specie scomparse

Proprio mentre stiamo ricominciando ad apprezzare il potere medicinale delle piante, la crisi della biodiversità sta facendo scomparire rapidamente le specie di piante di cui conosciamo ancora sufficientemente i poteri curativi. Quindi le aziende farmaceutiche stanno cercando di ascoltare i guaritori tradizionali nella foresta pluviale amazzonica su questa specie poco conosciuta, ma potenzialmente preziosa per potenziali applicazioni future. Peters osserva che la specie sta scomparendo anche nel nostro paese. “La canna d’oro, che stimola l’organismo ad espellere l’umidità e ha un effetto depurativo, è più difficile da trovare. Altre piante invece sono in aumento grazie ai tanti sforzi che si stanno facendo, come la riduzione dell’uso di pesticidi. Per un po’, i papaveri non si vedevano quasi, “Oggi i bordi delle strade sono diventati di nuovo rossi. Nonostante la sua associazione con i papaveri, puoi tranquillamente usare i fiori di papavero per fare un tè lenitivo o uno sciroppo per la tosse”.

READ  Questa è la peggiore posizione per dormire per la tua salute

Le tue piante dopo il sole? 7 ricette

calendule;. Immergere i petali in olio di mandorle o di semi di girasole per qualche minuto e poi applicare l’olio sulla pelle in caso di scottature. Puoi mescolare l’olio con la cera d’api fino a ottenere un unguento solido. Puoi usarlo per le punture di insetti. Lenisce anche le infezioni causate da funghi, come la tigna.

basilico. Schiacciare le foglie di basilico e applicarle sulla pelle per alleviare il prurito e il dolore delle punture di insetti. Posiziona il resto della pianta di basilico in casa vicino a una finestra aperta come repellente naturale per insetti. Le mosche non tollerano bene il profumo di questa pianta.

foglie di aloe vera (disponibili nei supermercati biologici). Stendere uno spesso strato di gel di aloe vera dalla foglia su scottature, punture di insetti, eczema secco e duroni. Tagliare la carta a metà orizzontalmente e raccogliere il gel trasparente. Conservare in un barattolo chiuso in frigorifero. Anche se ti ustioni in cucina, l’aloe vera è un ottimo rimedio.

lavanda. Riempi un quarto di barattolo di vetro con fiori di lavanda freschi. Versare sopra del miele liquido (ad esempio miele d’acacia). Dopo circa tre settimane, il miele aveva raggiunto la sua piena capacità medicinale. Sette non è necessario. Un po’ di miele di lavanda diluito con acqua aiuta a lenire le scottature. Il miele di lavanda lenisce e disinfetta le punture di insetti.

menta. L’acqua di menta piperita è un sottoprodotto che viene rilasciato durante la distillazione dell’olio essenziale. Mezza bottiglia con acqua di menta piperita e l’altra metà con gel di aloe vera e avrai un doposole efficace, rinfrescante e lenitivo.

Erba di San Giovanni. L’olio di San Giovanni è il primo soccorso per le ustioni, anche dal sole. Puoi trovarlo in qualsiasi negozio di alimenti naturali, ma puoi anche crearne uno tuo. Le rose di San Giovanni vengono raccolte intorno al 24 giugno. Spremete un bocciolo o un fiore per vedere se è presente la sostanza medicinale (ipericina). Se le tue dita diventano rosse – sembra che una goccia di sangue goccioli – va bene. Versare le erbe aromatiche con olio vegetale in un barattolo di vetro e sigillare con carta da cucina e un elastico. Lasciare macerare l’olio per due settimane in un luogo soleggiato, mescolando ogni giorno con un cucchiaio pulito. Quindi filtrare con un panno di mussola.

caprifoglio. Puoi fare lo stesso olio infuso dai fiori di caprifoglio. Funziona anche contro eczemi, acne, eruzioni cutanee, tagli e piaghe.