QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Valutazione regolamentata dei farmaci contro l’abuso di farmaci

OPERAM è un consorzio di ricerca europeo che ha condotto uno studio con lo stesso nome finanziato dal programma di ricerca dell’Unione europea Horizon 2020 e dal governo svizzero. UMC Utrecht era un partner In questo progetto con un gruppo di ricerca di Geriatria Clinica e Farmacia Ospedaliera guidato da Wilma Knoll. È stato utilizzato un programma decisionale sviluppato specificamente per la ricerca sull’abuso di droghe.

Uso ottimale dei farmaci

L’uso ottimale di farmaci negli anziani può ridurre gli eventi avversi come la riammissione in ospedale. L’UMCU afferma che rendersi conto di questa è una grande sfida. Attualmente, il 30% dei ricoveri ospedalieri è correlato all’uso di droghe. La metà può essere evitata. Ma ovviamente, qualsiasi uso inappropriato dei farmaci è indesiderabile, afferma Knoll, geriatra e farmacologo clinico presso l’UMC Utrecht, anche se non porta al ricovero in ospedale.

“Parliamo dell’uso inappropriato della mediazione quando c’è abuso, trattamento eccessivo o trattamento scorretto. Prescrivere un farmaco con un alto rischio di effetti collaterali o interazioni, usare il farmaco troppo a lungo o troppo frequentemente o prescrivere la dose sbagliata”.

migliorare la cura

Nello studio OPERAM, i ricercatori hanno trovato farmaci inappropriati nell’86 percento dei pazienti nel gruppo di intervento. Il gruppo di persone di età superiore ai 70 anni con disturbi multipli (comorbilità) che utilizzano molti farmaci (multifarmacia) è ampio e continuerà a crescere. Knol: “Si può quindi immaginare che lo sviluppo delle conoscenze in questo settore potrebbe portare a importanti miglioramenti nell’assistenza sanitaria”.

Secondo Knol, la forza della ricerca si basa, tra l’altro, sull’impostazione metodologica in cui sono stati affrontati i limiti della ricerca precedente. Sono stati inclusi più di 2.000 pazienti, che rappresentano la pratica quotidiana a causa della presenza di più malattie. Oltre un migliaio di pazienti del gruppo di intervento sono stati sottoposti a una valutazione farmacologica strutturata, condotta da un medico e farmacista ospedaliero, utilizzando un programma decisionale sviluppato appositamente per questo scopo.

READ  Aggiornamento settimanale RIVM: 6 volte più positivi i test e il numero di riproduzioni sale a 2,17

“Le raccomandazioni per migliorare i farmaci sono state discusse con il medico di reparto e il paziente o – se l’implementazione clinica non era fattibile – trasmesse al medico di famiglia attraverso un rapporto consultivo inviato al momento della dimissione”.

Ricoveri in ospedali per tossicodipendenti

I ricercatori hanno esaminato se l’implementazione di una valutazione così strutturata dei farmaci mostrasse differenze nei ricoveri ospedalieri correlati ai farmaci entro un anno. Nell’86 per cento dei pazienti sottoposti a intervento c’è stato un uso scorretto dei farmaci. Nel 62 percento di essi, una o più delle raccomandazioni STOP o START erano state attuate dopo due mesi.

L’interruzione del farmaco senza una chiara indicazione era il consiglio più comune. Il 52 percento di questi è stato fatto dopo due mesi. Tuttavia, non abbiamo osservato un effetto significativo sulle riammissioni per droga, almeno non durante quell’anno scolastico. Renditi conto che “nessuna prova di effetto” è molto diverso da “non dimostrato efficace”. Potrebbe esserci un effetto se le misurazioni durano più di un anno per vedere l’effetto, ad esempio, di farmaci preventivi appena prescritti. Questo studio e i suoi risultati incoraggianti aprono la strada a ricerche future in questo settore”.

decisione sullo sviluppo del software

Oltre ai risultati della cura del paziente, il progetto europeo ha portato a molti sviluppi scientifici. Ad esempio, il lavoro di ricerca del team dell’UMC Utrecht ha aiutato a sviluppare il programma decisionale sull’uso di droghe e gli algoritmi utilizzati da questo strumento.

Anche la ricerca di Lianne Hebers, Bastian Salvelt e Loren Dutzenberg, studenti di dottorato presso l’UMC Utrecht all’interno del team olandese OPERAM, ha fornito informazioni sulle opzioni di miglioramento che potrebbero fare un ulteriore passo avanti nella valutazione dei farmaci.

READ  Continua a fare il test per il tampone COVID-19 per prevenire la diffusione - Suriname Herald

Prevenire l’uso sbagliato dei farmaci

Nella pratica assistenziale quotidiana si cerca anche di prevenire l’uso scorretto dei farmaci. Farmacisti dell’ospedale OLVG di Amsterdam e infermieri specializzati di VVT Cordaan Ho deciso lo scorso maggio D’ora in poi, ad esempio, lo scambio di informazioni tramite la piattaforma di cooperazione digitale cBoards. Ad esempio, OLVG e Cordaan vogliono migliorare l’uso dei farmaci da parte delle persone dopo la dimissione dall’ospedale. Fondazione per la cura dei dintorni iniziato a giugno Con altre quattro organizzazioni di assistenza domiciliare, una catena di farmacie e medici generici nella regione Nord-Holland Nord, un sistema digitale combinato per il monitoraggio e la registrazione dei farmaci nell’assistenza domiciliare.

Cerimonia di apertura 2022

Vuoi partecipare anche tu alla dichiarazione di apertura per ICT e salute il 31 gennaio 2022? I biglietti sono gratuiti, ma sono già finiti! Quindi non aspettare e Registrati velocemente.