QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

È consentito posizionare un segnale stradale nel proprio cortile per scoraggiare gli speeder persistenti?  |  Mobilità

È consentito posizionare un segnale stradale nel proprio cortile per scoraggiare gli speeder persistenti? | Mobilità

Le auto a volte accelerano pericolosamente nella tua strada o nel tuo quartiere? Allora probabilmente hai già l’idea di fare qualcosa al riguardo da solo. Ad esempio, installando personalmente un semaforo. Ma questo è consentito? Se no, quanto sono severe le sanzioni?

Ai nostri vicini del nord piace prendere in mano la situazione. Ciò è stato evidente anche l’estate scorsa quando in un quartiere di Utrecht i cartelli dicevano: “Stai attento, i bambini stanno giocando!” e “15 sono sufficienti!” È apparsa in una scena di strada. È stato messo in atto con le migliori intenzioni, se dobbiamo credere al quotidiano olandese AD, perché i residenti erano stufi della troppa velocità. A quanto pare i segnali hanno davvero aiutato, finché non sono intervenute le forze dell’ordine di Utrecht. Due residenti sono stati multati di 150 euro, più altri 9 euro di spese amministrative.

E il nostro Paese?

Abbiamo chiesto a Werner De Dobbelaer, portavoce della Fondazione fiamminga per l’ingegneria del traffico: “La risposta breve? Non consentito secondo il codice della strada. Questo afferma esplicitamente che – normalmente – solo le autorità legalmente autorizzate possono installare semafori sulle strade pubbliche. Leggi: Solo i comuni sono consentiti e nelle regioni installando segnali stradali, semafori e segnaletica orizzontale, salvo, ad esempio, in caso di lavori stradali.

E se lo facessi comunque, da cittadino? Che sanzione rischi? “Ebbene, questa risposta è sorprendente”, continua Werner de Dubilier. «Si tratta di un reato di primo grado meno grave: o riceverai una multa di 58 euro di benzina, oppure ti verrà addebitata la stessa cifra in loco.

Anche gli adesivi che vedi spesso sui semafori non dovrebbero attaccarci.

READ  La Commissione europea raggiunge un accordo con la Germania sugli e-fuel - IT Pro - Notizie

“Ci sono altri 8 euro di spese amministrative”, sottolinea l’esperto di traffico Eric Kaelen. Non paghi? Potrai quindi ottenere una soluzione amichevole presso l’Ufficio del Procuratore Generale. Anche tu non sei d’accordo e stai ignorando l’ordine di pagamento? Allora alla fine potresti essere portato in tribunale. In questo caso il giudice può imporre una sanzione pecuniaria che va dagli 80 ai 2.000 euro. “Inoltre, il tribunale può imporre altre sanzioni”, aggiunge Eric Kaelen.

Perché questo non è consentito?

In altre parole: la legge non consente ai cittadini di farsi giustizia da soli. Inoltre, tali segnali autoposizionati o altri segnali possono creare confusione per gli utenti della strada e persino causare incidenti. Ad esempio, se modifichi tu stesso i tag di priorità. Per questo motivo non è consentito posizionare sulle strade pubbliche cartelli pubblicitari che rappresentino o imitino (parzialmente) i segnali stradali. Ciò può anche portare a confusione.

E gli adesivi che vedi spesso sui semafori non dovrebbero effettivamente attaccarli. Non è inoltre consentito apparire o rilasciare dichiarazioni che non siano correlate allo scopo.

La questione è finita in tribunale? Neanche quello adesso. “Leggo regolarmente le sentenze”, afferma Eric Kaelin. “Non sono a conoscenza di nessun giudice che avrebbe condannato qualcuno per un semaforo autoimposto.”

Leggi anche: